Zugo, Svizzera | Cosa vedere a Zugo

Cosa vedere a Zugo, la piccola e graziosa cittadina posta lungo le rive dell'omonimo Lago di Zugo nonché principale centro abitato del cantone di Zugo. Tra le cose da vedere a Zugo citiamo l'arena Bossard, un palaghiaccio dall'architettura futuristica, la Torre dell'Orologio, lo Zyttrum, nota per il suo orologio astronomico, il municipio, la tardogotica chiesa di Sant'Osvaldo, l’Afrikamuseum, fondato nei primi anni del XX secolo e molto altro ancora. Ecco cosa vedere a Zugo, in Svizzera. 3 min


0
Cosa vedere a Zugo
Condividi su:

Cosa vedere a Zugo

icona-articoloZugo è una piccola cittadina della ⇒ Svizzera centrale, posta nell’omonimo cantone di Zug, famosa per la bassa tassazione, per il gran numero di multinazionali che vi hanno sede e per la sua incredibile bellezza. La cittadina sorge lungo le sponde del Lago di Zugo ed è facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici sia da Zurigo che da Lucerna.

Piccola e facilmente visitabile, Zugo è una meta perfetta per godersi una mezza giornata fuori porta da una delle più importanti città svizzere. Per chi vive al confine italiano, tra le province di ⇒ Varese e Como, è anche una possibile destinazione per una giornata in gita, senza dover necessariamente soggiornare fuori. Da Chiasso, città di confine all’estremità meridionale del Ticino, si raggiunge Zugo in circa 2 orette di viaggio.
Ecco cosa vedere a Zugo, in Svizzera.

Cenni storici

Mappa di Zugo, Svizzera

La storia di Zugo ci riporta indietro nel tempo fino al XIII secolo. In quell’epoca venne fondata la città di Zugo, lungo le sponde dell’omonimo lago, per mano dei conti di Kyburg. La sua fondazione ebbe un motivo prettamente economico. Grazie alla sua privilegiata posizione nei pressi di Zurigo, Zugo godette di uno certo splendore dalle reti commerciali che intercomunicavano in Svizzera e dai vicini stati stranieri. 

Il primo centro abitativo era composto da un piccolo agglomerato di case disposte in sei file. Durante il periodo asburgico Zugo fu notevolmente fortificata e nel 1352 venne annessa alla Confederazione Svizzera, questo dopo l’ingresso nello stato di Lucerna e Zurigo. Per i secoli a venire Zugo seguì le sorti del territorio, fino al 1799, in cui divenne capitale del cantone di Waldstätte, rimanendoci fino al 1802. La città divenne poi capitale del cantone di Zugo nel 1814.

OneMag-logo
Link-uscita icona Scopriamo la bellezza della Svizzera per immagini

Cosa vedere a Zugo

Cosa vedere a Zugo

Il viaggio tra le cose da vedere a Zugo comincia dal suo lungolago, il Zugersee. Già dal lungolago è possibile ammirare la bellezza della città, quindi il nostro consiglio è quello di sostare in uno dei tanti bar o ristoranti, cosi da permettervi di entrare nella sua caratteristica atmosfera. 
La prima attrazione è l’arena Bossard, un palaghiaccio dall’architettura futuristica ubicato nei pressi della stazione ferroviaria. L’arena è la sede delle partite interne di hockey della squadra cittadina, sport molto seguito in tutta la Confederazione.

Una delle più note cose da vedere a Zugo è la Torre dell’Orologio, lo Zyttrum, nota per il suo orologio astronomico tra i più affascinanti d’Europa. Non molto distante ha sede il municipio e la chiesa di Sant’Osvaldo, caratterizzata dal suo eccezionale stile tardo-gotico.

Tra i musei vi consigliamo l’Afrikamuseum, fondato nei primi anni del XX secolo per volere di Maria Theresia Ledochowska, religiosa polacca, intenzionata a sensibilizzare i cittadini sulle condizioni di vita delle popolazioni africane. 
Molto interessanti sono anche il Fischerei-Museum, con intere sale espositive dedicate alla pesca, il Museum Burg Zug, il museo cittadino (da cui scoprire la storia e le caratteristiche di Zugo) e il Kunsthaus Zug, il centro d’arte contemporanea del cantone.

Numerose sono le escursioni che si possono vivere a Zugo e nei suoi dintorni. Consigliamo di visitare il Zugersee e il Zugerberg, rispettivamente il Lago e il Monte Zugo, lungo uno dei tanti sentieri scenografici. Poco distante è presente la cappella di Gubel, nota anche come cappella della battaglia, costruita nel 1566 e da sempre meta di pellegrinaggio.

I più temerari ameranno le Hollgrotten, le grotte dell’inferno, ubicate a Baar (poco chilometri a sud da Zugo). Le grotte si possono raggiungere solo attraversando la gola di Lozren, spettacolare quanto temibile, che vi permetterà di raggiungere quel che è uno dei più importanti complessi di grotte in Svizzera. Nelle Hollgrotten è stato installato un particolare impianto di illuminazione che permette alle acque dei laghetti di mostrarsi in tonalità fosforescenti.

Infine vi consigliamo di raggiungere la funicolare alla fermata di Schonegg, dove una volta raggiunta la destinazione si potrà ammirare uno spettacolare panorama sia sulla città che sul Lago di Zugo. Qua, inoltre, ha sede un centro informazioni in cui potrete informarvi su tutte le possibile escursioni nei dintorni.


 

Condividi su:

Like it? Share with your friends!

0