Zoo di Belgrado, il principale parco faunistico in Serbia

Zoo di Belgrado, il principale parco faunistico in Serbia


Condividi su:

Visitare lo Zoo di Belgrado

Leggi tutti gli articoli della Serbia

Icona articoloUna delle più importanti (e interessanti) attrazioni della capitale serba è indubbiamente il suo Zoo, il principale parco faunistico di tutto il paese. Se siete a Belgrado con bimbi piccoli, una visita allo Zoo di Belgrado risulterà essere un momento davvero interessante.
Lo Zoo di Belgrado è il principale parco faunistico di tutta la Serbia, sviluppato su una superficie complessiva di 7 ettari. Al suo interno sono ospitati oltre 2000 esemplari di animali provenienti da ogni dove, tra cui numerosi grandi felini, come leoni bianchi e leopardi.

Lo Zoo di Belgrado è uno degli zoo più antichi d’Europa, noto anche per ospitare quello che con tutta probabilità è il branco di leoni bianchi in cattività più numeroso al mondo. Ci troviamo a breve distanza sia dal Parco di Kalemegdan che dalla Fortezza di Belgrado, lo zoo cittadino possiede la curiosa peculiarità di ospitare un gran numero di specie animali dal malto chiaro, come tigri e leoni bianchi, orsi polari e wallaby albini. Questa interessante caratteristica la si deve all’ex proprietario Vuk Bojović, che decise di rendere omaggio alla città di Belgrado, il cui nome significa “città bianca”.

Le origini dello Zoo risalgono al 1936, data che rende il parco faunistico uno dei più datati del Vecchio Continente. Gravemente danneggiato durante la Seconda Guerra Mondiale, lo Zoo fu colpito da un devastante bombardamento che uccise quasi tutti gli animali. Nel secondo dopoguerra il centro venne rapidamente restaurato e oggi è accessibile al pubblico tutti i giorni dell’anno.

In generale, allo Zoo di Belgrado gli animali vengono apprezzati per la loro personalità: merita ricordare la storia dello scimpanzé escapologo, di nome Sami, e un cane che salvarono una guardia dall’attacco di un giaguaro. Tra le altre specie meritano ammirare le tigri siberiane, le pantere nere, il canguro rosso e i lupi artici, oltre ad un gran numero di suricati e foche.
Inserito di diritto nella guida su cosa vedere a Belgrado, lo zoo è inoltre caratterizzato da una peculiare scultura raffigurante Sami, uno scimpanzé che durante gli anni ’80 riuscì a fuggire più volte dalla sua recinzione. Numerose sono anche le specie di uccelli tropicali e rapaci, come il grifone e l’aquila reale. Delle tante specie troviamo anche vari rettili, tra cui coccodrilli, pitoni e camaleonti, ma anche scorpioni, tarantole e insetti stecco. La visita allo Zoo di Belgrado può essere effettuata assieme a delle esperte guide, che indicano le specie più vulnerabili dello zoo, in particolare ghepardo, tapiro del Sud America e tucano beccorosso.

 

Scopriamo Belgrado Box


 

Condividi su: