Vista aerea panoramica della città di Zadar, in Dalmazia, Croazia
Vista aerea panoramica della città di Zadar, in Dalmazia, Croazia

Zara (Zadar) in Croazia | Cosa vedere a Zara, l’antica città della Dalmazia


Condividi su:

Cosa vedere a Zara: l’importante città costiera della Dalmazia dalle origini romane

Leggi tutti gli articoli della Croazia
Mappa di Zara, in Croazia
Mappa di Zara, in Croazia

icona-articolo

Affacciata sul Mar Adriatico, nella costa della Dalmazia, si trova la città di Zara.
Rinomata meta storica, Zara è una delle più importanti mete turistiche della Croazia nonché tra le più antiche città del paese. Come testimoniato dalle rovine romane e quelle veneziane, Zara presenta un lungo passato appassionante da centro marinaro di primo livello. La città si affaccia sulle isole di Ugliano e Pasmano, separate dall’entroterra della Dalmazia dallo Stretto di Zara.

Inoltre, il paesaggio urbano della località, nell’antichità, era ben diverso da quello odierno. Il promontorio su cui si sviluppò la città vecchia di Zara presentava un profondo fossato che la separava morfologicamente dall’entroterra croato, dandole protezione dalle invasioni nemiche. Considerata anche una meta balneare d’eccellenza, Zara presenta numerose spiagge idilliache, perfette per rilassarsi con un contorno di antichi edifici di stile veneziano. Non ci resta che partire e scoprire cosa vedere a Zara, la città storica sulla costa della Dalmazia.

Cenni storici

Vista dall'alto della città vecchia di Zara al tramonto
Vista dall’alto della città vecchia di Zara al tramonto

Zadar fu per secoli una delle città più importanti della Repubblica di Venezia. La dominarono anche gli austriaci per poi diventare, dalla prima alla Seconda Guerra Mondiale, italiana. L’architettura e le atmosfere di Zara risentono di questa influenza, oltre che delle stratificazioni ancora più antiche e del recente passato jugoslavo. Ci sono innumerevoli chiese e edifici nobiliari veneziani, un organo marino che attrae ogni anno visitatori da tutto il mondo e un mare fantastico.

Lungo le mura della città sono numerose le porte veneziane. Intorno al foro di epoca romana si trova il convento di Santa Maria dell’XI secolo, con opere d’arte religiose che risalgono all’VIII secolo. Qui si trova anche la grande cattedrale del XII secolo di Sant’Anastasia, oltre alla chiesa pre-romanica del IX secolo di San Donato, dalla forma rotonda. Affacciata sul mar Adriatico Zara, l’antica capitale della Dalmazia, conserva ancora tracce del suo importante passato. Dalle cose da vedere in città alle spiagge poco distanti dalla città, ecco la guida per programmare una vacanza a Zadar, in Croazia.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Morter, la splendida isola della Croazia

Cosa vedere a Zara

Cattedrale di Santa Anastasia a Zara, Croazia
Cattedrale di Santa Anastasia a Zara, Croazia

La maggioranza dei monumenti storici e dei siti di interesse si trovano nel centro della città vecchia, situata su di una penisola allungata. E’ circondata dai resti ben conservati delle impressionanti mura medievali. Questi bastioni centenari hanno numerosi forti e porte; probabilmente i più interessanti sono la medievale Torre del Capitano e la vicina Porta della Terra, costruiti durante il dominio veneziano e disegnati sullo stile di un arco trionfale con tre entrate.

Queste porte danno sul piccolo e affascinante porto, Fosa. Anche il bel Parco della Regina Jelena Madijevka guarda verso il porto Fosa, e insieme al Parco Vladimir Nazor e Parco Jarula forma la cintura verde della città.

L’ingresso pedonale al centro storico è segnato dalla presenza della Porta di Terraferma che risale al periodo veneziano. Da lì la strada principale vi permetterà di visitare la Chiesa di San Donato che rappresenta l’emblema della città ed è il più conosciuto monumento architettonico risalente al primo Medioevo in Croazia. 

Passeggiando per il centro non potete non notare la Cattedrale di Santa Anastasia risalente al IX secolo e la chiesa di San Crisogono. La piazza della città è sede del municipio e del Palazzo della Gran Guardia con la torre dell’Orologio che oggi ospita il museo Etnografico.

Merita una sosta anche l’antico Foro Romano (di cui rimangono pochi resti per via dei bombardamenti) dedicato all’imperatore Augusto e all’interno del quale si trovano i templi di Giove e di Minerva.

Fate una passeggiata lungo le mura di cinta della città. Nel tratto vicino al ponte pedonale troverete ancora i resti delle fortificazioni di origini romane, mentre la restante parte della cinta protettiva è stata realizzata dai veneziani.

Via Kalelarga

La strada più famosa di Zara, Via Kalelarga, è sempre affollata, e si caratterizza per i numerosi negozi, ristoranti e caffetterie. Mentre esplori le romantiche stradine della città, ricoperte di ciottoli, incontrerai numerosi palazzi (il Palazzo del Rettore, Nassi, palazzi Petrizio e Grisgono-Vovo) del Medioevo, rinascimento e periodo barocco. In quelle stradine praticamente ogni sasso racconta una storia. Il punto d’incontro più popolare, la Piazza del Popolo, è sempre piena di turisti e artisti di strada. Esplora la Piazza dei Cinque Pozzi e le zone circostanti.

Il Saluto al Sole

Se il centro storico di Zara racchiude più di 300 anni di storia, sul lungomare della città ne troverete il lato moderno rappresentato da due emblemi: l’Organo Marino e il Saluto al Sole.

Un’altra installazione moderna, il Saluto al Sole, si trova vicino all’Organo Marino. E’ un modello del sistema solare, con i pianeti formati da dischi di vetro multi-strato. Dopo il tramonto, questa installazione riceve degli impulsi dall’Organo Marino e genera un intrigante spettacolo di luci.

Il primo è un’opera realizzata dall’architetto Nicola Basic: uno strumento musicale che suona grazie alle onde del mare. Si trova all’interno di una scalinata ed è composto da una serie di fischietti e canne che emettono un suono grazie al movimento delle onde del mare.

Il secondo è una installazione che si trova a pochi metri dall’Organo ed è composta da un disco di vetro dal diametro di 22 metri che protegge 300 pannelli solari fotovoltaici che di giorno assorbono l’energia del sole e di notte si illuminano dando vita a un gioco di luci che cambia grazie al movimento delle onde del mare.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Brač, la pittoresca terza isola della Croazia

Le spiagge di Zara

Lungo la riviera di Zara potrete trovare spiagge per tutti i gusti: sabbiose, di ghiaia, spiagge affollate e spiagge deserte. Spostandovi a nord di Zara troverete la spiaggia di Borik, una distesa di ciottoli e di sabbia molto frequentata. La spiaggia di Zaton è invece una distesa di sabbia e ghiaia dai fondali bassi ed è perfetta per le famiglie con bambini. Lunga un chilometro e mezzo, è contrassegnata dalla bandiera blu.

Sulla vicina isola di Ugljan fate una sosta alla spiaggia Sabusa per addentrarvi sulla spiaggia naturista di Mala Sabusa con un percorso di 10 minuti a piedi. Sulla piccola isola di Levranka nell’arcipelago delle Kornati, c’è la piccola spiaggia bianca di Lojena, uno dei posti preferiti dagli amanti dello snorkeling.

A pochi chilometri dal centro di Biograd non perdete la spiaggia Crvena luka, una distesa di sabbia dorata in una baia fotogenica. A circa tre chilometri dal centro di Biograd c’è un’altra bellissima spiaggia, su un golfo sabbioso circondato dalla pineta. La spiaggia è raggiungibile a piedi dal quartiere Kumenat, oppure con un gommone che potete noleggiare sulla spiaggia di Soline, o in macchina.


 

Condividi su: