Zaanse Schans, la località olandese dei mulini a vento

Zaanse Schans, la località olandese dei mulini a vento, una piccola comunità nota per i suoi musei, le sue case tradizionali e i suoi tanti mulini a vento. Ecco Zaanse Schans

Zaanse Schans, tra storia e mulini a vento

Difficile definire Zaanse Schans. Non è infatti una regione ma non è nemmeno considerata una cittadina. Parliamo di una piccola comunità di sole 40 abitazioni situate lungo la sponda del fiume Zaan, in  Olanda.
I Paesi Bassi sono celebri in tutto il mondo per i musei, per le meravigliose città e per i mulini a vento. Zaanse Schans è infatti la località per eccellenza per quest’ultimi.

In questa regione nel 18° secolo erano presenti oltre 700 caratteristici mulini a vento, molti dei quali ancora in ottimo stato ed ogni anno attirano migliaia di turisti, tanto che qualche tempo fa alcuni di questi vennero adibiti per la visita interna.
Nel 1871, il celebre pittore Claude Monet visitò Zaanse Schans e rimase così colpito dal paesaggio dei suoi mulini, delle case in legno e dello stesso fiume Zaan, che realizzò ben 25 dipinti e 9 schizzi raffiguranti questa località.

Zaans Museum

I mulini a vento di Zaanse Schans

L’interessante Zaans Museum, situato in un edificio moderno, illustra le storiche tecniche olandesi per l’utilizzo dell’energia proveniente dal vento e dall’acqua. 
Numerose sono le mostre interattive che trasportano i visitatori indietro nel tempo, con illustrazioni multimediali, attività interattive e ricostruzioni tridimensionali.
All’interno è possibile osservare una grande mappa raffigurante la posizione dei mulini nel territorio, con le annesse descrizioni e storie.
Da citare anche le numerose attività che possono essere svolte all’interno del centro museale, che permettono di esplorare con cura le varie funzioni dei mulini, dedicate soprattutto ai più piccoli.

Casa del tessitore

La comunità di Zaanse Schans è ricca di numerosi punti d’interesse turistico oltre a quelli collegati ai mulini a vento, una tra queste è la Casa del tessitore.
La Casa del tessitore è un piccola piccola casa-museo dell’organo dello Zaans Museum, visitandola si può scoprire ogni informazione riguardo all’antico mestiere olandese della tessitura di vele, utilizzate sia per le imbarcazioni che per le pale dei mulini.

Nel 18° secolo erano due le famiglie che si occupavano di questo mestiere, e oggi è possibile praticarlo, con i telai originali e con le attrezzature di allora.

Fino al 20° secolo questa era un’abitazione privata, nonché sede degli artigiani che svolgevano questo lavoro. Nel 2015 la casa fu adibita a museo, esponendo ed illustrando ciò che è stato citato prima.

Bottega del bottaio

I mulini a vento di Zaanse Schans

Un altro organo esterno dello Zaans Museum è la Bottega del bottaio, situata nello storico edificio in cui gli artigiani lavoravano. Qua si può scoprire l’antico mestiere della realizzazione di botti e barili.

L’attuale interno della Bottega è stato ereditato dal negozio d’artigianato “S.R. Tiemstra e Figli“, situato nel piccolo paesino di Oostzanerwerf. Con la morte dell’ultimo bottaio del negozio, Jaap Tiemstra, lo Zaans Museum ereditò la bottega completamente intatta.

Numerosi utensili e macchinari caratterizzano la struttura interna della Bottega, con spiegazioni e dimostrazioni pratiche sull’antica arte della realizzazione delle botti, svolte da volontari appassionati.

Olanda, idee di viaggio tra Amsterdam e RotterdamOlanda, idee di viaggio tra Amsterdam e Rotterdam
Olanda, idee di viaggio tra Amsterdam e Rotterdam per visitare la meravigliosa Olanda.

Continua a leggere

Casa Jisper

L’ultimo organo museale è la Casa Jisper. Situato nel piccolo villaggio di Jisp, nello Zaanstreek, la regione industriale più antica d’Europa, la Casa Jisper era un’abitazione del 19° secolo utilizzata da una famiglia di pescatori.

Il villaggio di Jisp è noto per il suo passato strettamente legato alla pesca delle aringhe e alla caccia alle balene, che costituivano le principali fonti alimentari per gli abitanti.

Nella Casa Jisper è possibile osservare la vita degli abitanti e come si vestivano. Proprio le vesti rappresentano una delle attrazioni principali della Casa Jisper. Si ha infatti l’opportunità di indossarle e di emulare lo stile di vita dei tempi.

Le vesti sono una delle principali testimonianze della storia del villaggio, che era caratterizzato da abitanti umili e poveri. Per tale motivo dovevano procurarsi capi durevoli, resistenti ed ad un prezzo conveniente.

Scopri di più:

 

Condividi su: