Immagine aerea sul Wembley Stadium di Londra, fotografia scattata dal drone

Wembley Stadium: lo stadio di calcio di Londra | Storia e consigli per visitare lo Stadio di Wembley di Londra


Condividi su:

Wembley: il leggendario stadio di Londra

Leggi tutti gli articoli del Regno Unito
Mappa dello Stadio di Wembley, Londra
Mappa dello Stadio di Wembley, Londra

Icona articoloIn occasione del LX (60°) anniversario degli Europei di calcio, l’edizione di UEFA Euro 2020 (posticipata, come sappiamo, al 2021 per via della Pandemia) è stata la prima – e unica al momento – organizzata in forma itinerante, quindi con le partite svolte in diversi paesi europei. Per la finale, quanto le semifinali e alcune partite della fase a eliminazione diretta, è stato scelto il leggendario Stadio di Wembley, il più importante di Londra e, senza molti dubbi, uno dei più famosi di tutto il mondo. Inoltre, con la Nazionale di Calcio Italiana partecipe alla finale di UEFA Euro 2020 a Wembley, la visita allo stadio sarà per noi ancor più coinvolgente.

Un vero e proprio tempio per gli amanti del calcio di tutto il pianeta, scelto non solo per la finale di UEFA Euro 2020 ma anche per molti altri importanti match internazionali, oltre che quelli ordinari di Premier League. Nel 2024 ospiterà la finale di UEFA Champions League, mentre in passato ha ospitato le grandi finali della stessa competizione nel 1963, 1968, 1971, 1978, 1992, 2011 e, poco dopo, nel 2013. Insomma, il Wembley Stadium vanta un prestigioso albo di incontri ospitati, che lo ha reso, nel tempo, leggendario.

Dove si trova il Wembley

Stadio di Wembley allestito per la competizione UEFA Euro 2020 nel Giugno del 2021
Stadio di Wembley allestito per la competizione UEFA Euro 2020 nel Giugno del 2021

Il Wembley si trova nella periferia nord di Londra, ancora oggi situato nello stesso medesimo punto di quanto fu costruito originariamente nel 1923, venendo nel tempo ampliato e notevolmente rielaborato sino alla sua forma odierna. L’edificio oggi si presenta con un’architettura contemporanea e linee eleganti che, nell’insieme, rendono la struttura stessa un’icona per la capitale inglese.

Sia perché è il più capiente degli stadi inglesi, sia perché è quello forse più iconico nel paese, è lo stadio utilizzato come base della Nazionale di Calcio Inglese. Sebbene la sua originale funzione, quella di ospitare incontri calcistici, rimanga la principale prerogativa del Wembley, lo stadio è da ormai diverso tempo utilizzato per ospitare grandi concerti ed eventi sportivi di genere vario, come il rugby o l’atletica. Visitare il Wembley Stadium è assolutamente un’esperienza imperdibile se si è in viaggio a Londra: ora ve lo raccontiamo.

Lo Stadio di Wembley è ben fornito dai mezzi pubblici: in particolare ai margini dello stadio si trovano ben 3 fermate della metropolitana: Wembley Central e North Wembley, serviti dalla Bakerloo Line, e Wembley Park, invece servito dalla Jubilee Line. Quindi facile da trovare e raggiungere a ogni ora del giorno.

Cenni storici

Il Wembley Stadium durante un concerto di Taylor Swift nel Giugno del 2018
Il Wembley Stadium durante un concerto di Taylor Swift nel Giugno del 2018

L’originale Stadio di Wembley fu utilizzato come un’enorme spazio polifunzionale, dando modo quindi di raggiungere un duplice obiettivo: quello di ospitare sia gli appuntamenti calcistici delle squadre londinesi, che i grandi eventi di portata mondiale, sportivi e non. Inaugurato nel 1923 in occasione dell’Esposizione Imperiale Britannica,, quindi prossimo a compiere il centesimo anniversario, il Wembley è considerato il più famoso degli stadi britannici al mondo, nonché uno dei più importanti.

È infatti soprannominato come La Cattedrale Mondiale del Calcio e ospitò i Mondiali del 1966 quanto i Giochi Olimpici del 1948 che quelli del 2012. In particolare, per quest’ultimo grande evento fu realizzato lo stadio moderno, inaugurato nel 2007 per offrire al pubblico mondiale un luogo all’altezza delle competizioni olimpioniche, raggiungendo pienamente l’obiettivo. Con la demolizione dell’impianto originale avvenuta nel 2002, il nuovo ambizioso progetto su affidato a Norman Foster, che guidò la realizzazione di questo colosso ingegneristico costato oltre 750 milioni di sterline. E così dopo diversi anni di lavoro incessante, il 9 marzo del 2007 il progetto si potè dire completato.

Dell’originale stadio, però, rimangono i ricordi indelebili non solo degli eventi sportivi, ma anche di quelli musicali: il Live Aid per primo, celebrato nel luglio del 1985. Grandi nomi della musica internazionale tennero concerti al Wembley Stadium, come i Queen, Michael Jackson e Bon Jovi, regalando momenti di gloria eterna anche all’originale stadio. Oggi il nuovo stadio inaugurato proprio per ospitare le Olimpiadi del 2012 vanta una capienza in grado di ospitare fino a 90 mila persone.

Come visitare lo Stadio di Wembley

La Via Olimpica di fronte lo Stadio di Wembley
La Via Olimpica di fronte lo Stadio di Wembley

Se si è appassionati di calcio quella al Wembley è una tappa che assolutamente non bisogna perdersi durante la propria permanenza a Londra. Se invece il calcio non è la vostra più grande passione il Wembley Stadium riuscirà a farvi ricredere e a emozionarvi come pochi altri luoghi nella capitale britannica.

Questo enorme e moderno tempio dello sport è una popolare attrazione turistica, sia durante la celebrazione di qualche evento (partite, concerti o manifestazioni) sia quando invece non è presente nulla in programma nel suo calendario. Questo perché, verosimilmente a tanti stadi nel mondo, l’impianto calcistico è accompagnato da un museo in cui rivivere i momenti di gloria vissuti al Wembley. Sia chiaro, se alla vostra visita mattutina allegate anche la visione di una partita di Premier League il tutto diventa ancora più emozionante e coinvolgente.

In merito alla visita turistica, lo Stadio Wembley può essere visitato attraverso tour guidati giornalieri, realizzati con cura e passione quanto presentati da guide esperte che vi accompagneranno nei luoghi inediti dello stadio. I tour, dalla durata di circa 75-90 minuti, permettono di visitare alcuni luoghi strettamente legati al mondo del calcio, come gli spogliatoi, il tunnel da cui le squadre accedono al campo, le tribune, gli uffici stampa e molto altro ancora.

La visita, oltretutto, comprende anche una sezione museale, dove si potrà ammirare – tra le tante cose – la bandiera originale dei Giochi Olimpici di Londra del 1948 e il Jules Rimet Trophy. Lo stadio, in assenza di competizioni e manifestazioni, è aperto al pubblico dalle 10.00 alle 17.00 dal lunedì al sabato, mentre il costo del tour è di circa 20€ per adulto.


 

Condividi su: