Weekend di Novembre in Svizzera, ecco le migliori destinazioni

Weekend di Novembre in Svizzera, ecco le migliori destinazioni, ricche di attrazioni e panorami mozzafiato. Scopriamo dove passare il weekend.

Weekend in Svizzera, ecco le migliori destinazioni

La Svizzera, nonostante le ridotte dimensioni, è in grado di offrire alternative turistiche in ogni periodo dell’anno.

Novembre è il mese in cui le primi nevi iniziano a scendere ma senza arrivare a dover affrontare temperature glaciali, è il periodo perfetto anche per visitare luoghi al chiuso, come musei o terme.

L’abbondante gastronomia Svizzera inoltre accompagnerà gradevolmente le fredde cene, con prodotti tipici e artigianali, oltre che abbondanti menù invernali nei caratteristici grotti, paragonabili alle nostre trattorie.

Ecco le migliori destinazioni in Svizzera in cui trascorrere piacevolmente un weekend.

Airolo, Ticino

Weekend in Svizzera, Airolo

Airolo è una piccola località situata al confine nord del Canton Ticino con il Canton Uri. Il piccolo paese è famoso per essere la località in cui inizia, o finisce, il tunnel del San Gottardo, uno dei più lunghi di tutto il mondo nonché uno dei più importanti in Europa per il traffico commerciale e turistico.

Il comune, da 1500 abitanti appena, ospita diversi grotti tipici, tra cui anche uno dei caseifici più importanti dell’intero cantone, in cui gustarsi delizie come la Raclette o come la Fonduta.

Per sciare, invece, il comprensorio sciistico di Airolo si estende fino a 2200 metri sul livello del mare da cui si gode direttamente il panorama sul massiccio del Gottardo. Nell’intero territorio si estendono oltre 30 chilometri di piste davvero uniche, che offrono viste uniche e piste di tutte le difficoltà.

Lucerna

Weekend in Svizzera, Lucerna

Più a nord troviamo la città di Lucerna, situata nell’omonimo cantone, sulle sponde del pittoresco Lago dei Quattro Cantoni.
La città è nota per la sua architettura medievale conservata egregiamente, per i tipici mercatini di Natale e per il ponte di legno più antico d’Europa. Quest’ultimo purtroppo però è andato distrutto negli anni ’90 a causa di un devastante incendio.

Nonostante la sua struttura non è l’originale del 13° secolo, il restauro è stato svolto seguendo l’esatto progetto originale, utilizzando le stesse misure e gli stessi materiali. Questo unisce i due lati della città, da quello storico a quello moderno.

La città ospita il Museo dei Trasporti tra i più importanti e grandi del mondo, qua sono illustrati i modelli originali di macchine, treni, aerei, barche e anche una serie di cartelli stradali svizzeri ma non solo.
Da non perdere Il Monumento del Leone, chiamato anche il “Leone di Lucerna”, uno dei monumenti simbolici della città svizzera. Si tratta di un’opera commemorativa realizzata nel 1820 da Lukas Ahorn.

La scultura raffigura un leone morente disteso su un letto di lance e scudi. L’opera è dedicata alle 600 Guardie svizzere massacrate durante la Rivoluzione Francese mentre cercavano di difendere la famiglia reale.

Imperdibile anche Il Municipio, risalente al 1600, è un ottimo esempio di architettura rinascimentale e gotica svizzera. È caratterizzato dalla presenza di una torre quadrata e da un tetto decorato nel tipico stile svizzero.

La storia del Castello di ChillonLa storia del castello di Chillon
Sul lago di Lemano vicino alla città di Montreaux troviamo il magnifico castello di Chillon. Scopriamo la storia di questo castello.

Montreux, Vaud

Weekend in Svizzera, Montreux

Magnifica città situata nel cantone Vaud, da Montreux è possibile avere una delle viste incantate sul lago di Ginevra. Proprio grazie ad una passeggiata sul lungolago si riuscirà ad assaporare il puro carattere tradizionale del luogo.

Nel centro storico trova spazio la città vecchia, dalla quale si riuscirà facilmente a raggiungere la cima di una collina da cui è possibile avere una splendida vista sulla città e sul lago. A livello culturale si potrà conoscere ed apprezzare la storia cittadina nel Museo du vieux Montreux, mentre nella Place du Marchè si potrà osservare la statua del celebre musicista Freddie Mercury, deceduto proprio in questa città.

I Queen trascorsero gli ultimi anni della vita del cantante a Montreux, dove acquistarono lo studio di registrazione Mountain Studios, oggi trasformato in un’eccezionale Museo dedicata alla band, in cui si potrà percorrere la storia del gruppo e in cui si riuscirà ad immergersi completamente nello studio in cui composero gli ultimi album.
Sempre musicalmente parlando qua perse la vita Lucio Dalla dopo essersi esibito nel suo ultimo concerto. Era il 1° marzo del 2012 e Dalla venne stroncato da un infarto dopo la serata nel prestigioso Stravinsky Auditorium che ogni anno ospita il Montreux Jazz Festival.

Perchè in Svizzera si parlano 4 lingue?Perchè in Svizzera si parlano 4 lingue?
Perchè in Svizzera si parlano 4 lingue? Scopriamolo dando un veloce sguardo alla storia della Confederazione Elvetica.

Continua a leggere

Zermatt, Vallese

Weekend in Svizzera, Zermatt

Imperdibile la stupenda Zermatt, ai piedi del Cervino, situata a 1600 metri d’altezza sul livello del mare. La località conserva il puro carattere selvaggio storico che caratterizzava l’intero paese, visto che per raggiungerla sarà necessario prendere un treno che parte da Tasch. La zona antica di Zermatt ospita le storiche case ancora nelle loro strutture originali, viceversa, in quella nuova sono presenti edifici moderni in stile lussoso, caratteristica che rende la città rinomata in tutta Europa.

Le attività qua sono di ogni genere ed adatte a la famiglia, con piste di diverse difficoltà e pendenza ed escursioni di ogni tipologia. Per le famiglie con bambini sono presenti anche i servizi di baby-sitting durante l’intero arco dell’anno presso i centri sciistici.
Imperdibile il Palazzo di Ghiaccio, raggiungibile a partire dalla stazione del Matterhorn Ski Paradise, e che, dopo aver preso due ascensori e un corridoio, si entra nel cuore della struttura sotto il ghiacciaio.

Vale la pena una sosta allo Zermatlantis, il museo della montagna, per conoscere la storia del Cervino e dell’alpinismo. Con una visita interattiva si può anche conoscere la storia delle mazot, le tipiche case vallesane.

Scopri di più:

Oberhofen, borgo più bello della Svizzera 2018
Basilea, la capitale culturale della Svizzera

 

Condividi su: