Weekend di Novembre in Campania

Weekend di Novembre in Campania, quattro località da scoprire per assaporare il gusto vero e tradizionale di una regione che non è solo mare. Ecco dove andare in Campania nel weekend.

Weekend in Campania, dove andare

La Campania è una delle regioni italiane che senza alcun dubbio devono essere esplorate con cura, visto che nel suo interno si possono scoprire alcune località tra le più suggestive.

Se in estate una gita o una vacanza in questa regione è prediletta dalle attività balneari, in un mese di mezza stagione si può scoprire l’affascinante lato storico e culturale.

Ecco alcune destinazioni da non perdersi per un weekend in Campania.

Caiazzo

Caiazzo, panorama
Ph: Comune di Caiazzo

Nella provincia di Caserta è situato il piccolo borgo da 5000 e poco più abitanti di Caiazzo, le cui antiche origini rimangono un mistero non ancora svelato.
In questa piccola, ma graziosa, località da non perdere è la Chiesa di Maria SS. Assunta, un piccolo gioiello che rappresenta egregiamente lo stile tardo barocco napoletano. Un tempo la chiesa probabilmente era adibita come tempio pagano.

La visita proseguirà con il Palazzo Egizi, risalente al 12° secolo, si tratta di uno dei principali edifici appartenti all’omonima famiglia campana. Si suppone che venne completamente restaurato nel 15° secolo. Oggi, da circa mezzo secolo, è sede della scuola elementare.

Anche se le due precedenti strutture stupiscono architettonicamente, la vera anima di Caiazzo la si può toccare con mano tramite alcuni tour enogastronomici.
Bastano infatti poche ore per assaporare alcune delle tante delizie locali, che da sole meritano il viaggio. Contemporaneamente potreste iniziare ad esplorre la cultura locale, suggestiva quanto accogliente. Come tradizione campana.

Castello del Matese

Weekend in Campania, Castello del Matese

Per un altro weekend indimenticabile, Castello del Matese è una meta altrettanto peculiare come il borgo di Caiazzo, la cui distanza è abbastanza ridotta.
Nonostante ambedue siano situati nella provincia di Caserta, presentano una pianta urbana molto differente: Castello del Matese è prediletta la visita per il panorama indimenticabile, tra i più maestosi del sud Italia.

Imperdibile una visita alla chiesa di Sant’Antonio, risalente al 17° secolo, caratterizzata da una semplice cornice con affresco sopra il portale d’ingresso.
Nella sua semplicità riuscirà a trasmettere al visitatore una sensazione di magnificenza affascinante quasi come la più antica chiesa di Santa Croce, risalente al 10° secolo. Questa crollò intorno alla metà del 1600, per poi essere ricostruita interamente seguendo uno splendente stile barocco, tipico di quei tempi nel sud Italia.

Anche se i due edifici sono stucchevoli e pittoreschi, una visita a Castello del Matese è rappresentata principalmente dai resti dell’omonimo castello, in cui a fine 1400 si svolse una tremenda battaglia. Ogni estate qua si svolge la Giostra di Castello del Matese, una vivace celebrazione che obbiettiva a ricordare i tragici avvenimenti della battaglia del 1460.

Roscigno Vecchia

Weekend in Campania, Roscigno Vecchia

Se i primi due borghi erano interessanti anche per la cultura degli abitanti, Roscigno Vecchia invece ha una peculiarità differente. Qua infatti vive stabilmente solo un unico abitante.
Si tratta infatti di un suggestivo borgo fantasma, caratterizzato da poche ma affascinanti costruzioni rurali, totalmente abbandonate.

È Giuseppe Spagnuolo l’unico abitante del luogo, un signore anziano che dopo aver esplorato e vissuto Lombardia e Svizzera, ha deciso di ritornare nel suo paese natale, attirando l’attenzione del National Geographic. Proprio il National ha reso infatti popolare questo borgo praticamente dimenticato ed il suo, oramai celebre, abitante.

Passeggiando tra le vie ghiaiose del paese si riuscirà ad avvertire una sensazione angosciante, di solitudine e, su certi punti di vista, agghiacciante, nonostante il borgo sia da sempre tranquillo e senza mai alcun problema di sicurezza. Il tutto poi amplificato nelle stagioni fredde, dove sembrerà di esplorare una location di un film horror, soprattutto se si ha la fortuna di visitarlo con la nebbia.

Lago di Laceno, una pista sciistica di fronte al mare
Il lago di Laceno, un piccolo capolavoro nella provincia di Avellino. Ecco cosa fare e cosa vedere nel Lago di Laceno, in Campania.

Continua a leggere

Limatola

Weekend in Campania, Limatola

Spostiamoci in provincia di Benevento dove troviamo il piccolo paese di Limatola, sviluppato ad anello. Il paese è piuttosto frequentato anche per i diversi ristoranti presenti, alcuni di assoluta eccellenzza, dove poter assaggiare la gustosa gastronomia campana.

Le sue origini risalgono al 6° secolo a.C., data pressoche certa grazie al ritrovamento di numerosi reperti etruschi. E da lontano il borgo di Limatola offre una panoramica incredibile, quello del castello medievale. Il castello di Limatola, che conserva ancora oggi la sua particolare natura difensiva, si mostra ai visitatori ancora prima dell’arrivo, visto la sua costruzione rialzata rispetto al livello del centro urbano che lo contorna.

Costruito intorno all’11° secolo a.C. dai normanni, oggi è uno dei manieri più affascinanti di tutta la Campania, ritenuto come una delle fortezza più solide ed inespugnabili dell’epoca. Oggi, dopo secoli di abbandono, è interamente restaurato ed ospita un hotel ed un ristorante, perfetti per trascorrere un paio di sere davvero uniche ed ineguagliabili in qualsiasi altro luogo.

Scopri di più:

Ischia, guida turistica di viaggio
Maratea, la più ambita meta del Sud Italia

 

Condividi su: