Ivindo National Park

Visitare Ivindo National Park, Gabon


Condividi su:

Il Parco Nazionale Ivindo

Tutti gli articoli del Gabon
Parco nazionale Ivindo, mappa
© Apple Maps

icona-articoloNell’area centro orientale del Gabon, quasi a metà strada tra la Guinea Equatoriale e il Congo, troviamo il Parco nazionale Ivindo. Si tratta di uno tra i parchi protetti più ampi del paese, circa 3000 chilometri quadrati di territorio tropicale al cui interno è presente una tra le più ricche biodiversità dell’Africa Meridionale. Nel Parco nazionale Ivindo sono anche presenti una quantità di specie faunistiche che da sempre vivono all’interno di questa meravigliosa area protetta.

Oltre a questi dati, l’Ivindo National Park si caratterizza per uno spettacolo naturale da mozzafiato. Altissime e strette formazioni rocciose con micro-foreste alla propria cima lasciano spazio a un contorno ricco di cascate e torrenti di media grandezza. Qui vivono anche numerose specie animali, principalmente elefanti, ma anche numerosi primati, facilmente osservabili anche appena varcata la soglia di ingresso. Imperdibile la Langoué Bai, una delle migliori eco-destinazioni d’Africa, uno tra i territori più antichi del mondo al cui interno è presenta la maggiore densità faunistica del paese. Si tratta di una radura paludosa i cui terreni ricchi di minerali e la vegetazione attraggono un gran numero di elefanti, gorilla, bufali, scimmie e specie di uccelli rari.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Guida di Port-Gentil, la seconda città del Gabon

Cosa vedere all’Ivindo National Park

Le cascate e il territorio

 

Parco Nazionale Ivindo, cascateAltrettanto imperdibili sono le cascate di Kongou, descritte da molti come il Niagara africane. Questi imponenti muri d’acqua si sviluppano su una lunghezza complessiva di circa 3 chilometri e sono caratterizzate da numerosi salti d’acqua. Anche quest’area è particolarmente ricca di animali e, oltre agli elefanti, troviamo decine di specie di pennuti colorati e la peculiare sitatunga, un’antilope sedentaria delle aree paludose.

Per accedere all’area limitrofa alle cascate di Kongou è necessario percorrere l’intera foresta in un tragitto che può durare dalle 3 alle 5 ore. Il tempo impiegato per l’escursione sarà totalmente ripagato dal paesaggio quasi surreale.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Vacanze avventurose nel Gabon

Il Kongou Camp

Non troppo distante troviamo il Kongou Camp, gestito dall’ONG Fondation International Gabon Eco-Tourism e che organizza le visite guidate alle cascate ed alla fauna selvatica. Si tratta di un particolare campeggio realizzato per ospitare circa 14 persone in bungalow di legno con bagni in comune, tuttavia è presente uno tra i migliori ristoranti di tutto il paese, che offre un’intero menù di ricette locali.

Nell’area nord occidentale del parco troviamo le peculiari cascate di Mingouli, meno imponenti di quelle di Kongou ma non meno belle. Queste possono essere osservate seguendo la riva del fiume Ogooué e raggiungibili con 4 o 5 ore in piroga dalle cascate di Kongou.

Il modo più economico e semplice per raggiungere il parco nazionale dalla capitale ⇒ Libreville è prendendo il treno per Booué ad ovest del confine del parco, per poi cambiare con un taxi per Makokou.

Ultimo aggiornamento 25 maggio 2021


 

 

Condividi su: