Visitare i grandi laghi del Nord Italia

I grandi laghi del Nord Italia si trovano sopratutto in Lombardia, la regione che ha più laghi in Italia. Esploriamo, quindi, il Lago Maggiore posto tra la provincia di Varese e quella di Verbania in Piemonte. Da visitare anche il lago tra i più noti nel mondo, il lago di Como, conosciuto anche con il nome di Lario. Il lago di Iseo è, invece, un piccolo angolo di paradiso in provincia di Brescia. Proseguendo verso il Veneto troviamo il lago più grande d'Italia, il lago di Garda noto anche come lago di Benaco. Ecco quali sono i grandi laghi del Nord Italia.

I grandi laghi del Nord Italia

icona-articoloLa Lombardia è la regione italiana con il maggior numero di laghi. Dal più grande, il Garda, diviso anche da Trentino e Veneto, sino ai più piccoli, nelle province di Varese e Como.
I laghi del Nord Italia sono tra le mete più ricercate, da turisti che ogni anno ricercano in questi luoghi pace e relax. Non un caso se i laghi generano, in estate, un traffico turistico pari a quello che ottiene la città di Roma ogni anno.

In aggiunta, la Trenord ha presentato il Discovery Train, un’offerta che permette di esplorare in treno i laghi del Nord Italia, approfittando di prezzi vantaggiosi. Sedetevi comodi e scoprite le migliori gite fuori porta per visitare i laghi del Nord Italia.

Viaggio tra i grandi laghi del Nord Italia

Lago Maggiore, storia e panorami tra Varese e Verbania

Visitare laghi del Nord Italia

Il Lago Maggiore, incastonato tra le alture di Varese, Verbania e Locarno (Svizzera), è il secondo lago per espansione in Italia. Sulla sua costa sono situati alcuni dei comuni più importanti per il turismo tra Piemonte e Lombardia: Stresa, Boveno, Pallanza, Laveno-Mombello e Luino, solo per citarne alcuni.
La caratteristica che contraddistingue il Lago Maggiore è la presenza di 3 piccoli isolotti, noti come Isole Borromee, che possono essere raggiunti mediante i numerosi traghetti che partono da gran parte dei porti del lago.

Consigliato assolutamente il tragitto in traghetto da Stresa a Luino.
Stresa è un piccolo comune di 8000 abitanti, noto per la presenza di sfarzosi hotel 5 stelle, tra i più ambiti in tutta Europa, con panorami spettacolari e lusso sfrenato.
Luino, invece, oltre a residenze storiche ed un lungolago davvero eccezionale, è celebre per il suo mercato. Ogni mercoledì, dal 1541, il mercato propone ai propri visitatori l’incredibile numero di 350 bancarelle in cui vengono venduti prodotti di ogni genere.

Isole Borromee

Isola Madre

Isola Madre del Lago Maggiore

Se invece si prediligono le Isole Borromee, da Stresa ogni circa 30 minuti è presente una corsa che raggiunge le Isole, raggiungendo anche le località site sulla costa del Golfo Borromeo, Baveno, Pallanza e Villa Taranto.
Partendo per l’Isola Madre, la più estesa tra le 3 isole, possiamo immergerci in un’atmosfera rilassante e silenziosa, caratterizzata dalla presenza dell’elegante palazzo storico.
L’edificio conserva tutt’oggi i prestigiosi arredi ed è sede di una peculiare esposizione di marionette. Esternamente l’edificio è contornato da uno splendido giardino, dentro cui sono curate alcune delle piante e fiori più rare d’Europa, oltre ad una fauna alquanto particolare, costituita da pavoni, pappagalli e fagiani.

Isola dei Pescatori

Isola dei Pescatori sul Lago Maggiore

Prosegue l’itinerario presso la più piccola Isola dei Pescatori. Come facilmente intuibile dal nome, l’isoletta ospita un borgo, sviluppato su quasi l’intera superficie, il cui commercio principale nei secoli passati era la pesca.
Oggi l’Isola pullula di ristoranti, che offrono eccezionali preparazioni locali, proponendo anche una vista spettacolare sul circondario locale. Inoltre, per gli amanti degli animali, l’Isola dei pescatori è la casa di una vasta colonia di gatti selvaggi, tutelati da diversi decenni poiché parte integrante della cultura locale. Non temete: buona parte dei felini sono dolci e si fanno accarezzare senza problemi. Visitare l’Isola dei Pescatori non richiede molto tempo, ma recandosi con l’obiettivo di gustarsi un ottimo pranzo e di passeggiare nelle strette viuzze del borgo renderà l’esperienza davvero ottima.

Isola Bella

Isola Bella sul Lago Maggiore

La nostra gita al Lago Maggiore termina presso l’incantevole Isola Bella. L’ultima delle tre isole è una perla per la sua variegata natura, resa ulteriormente interessante dai giardini fioriti e dalle varie opere d’arte che punteggiano il territorio.
Il Giardino dell’Isola Bella è la rappresentazione per eccellenza del ‘Giardino all’Italiana’. Realizzato nel 17° secolo e sviluppato a terrazze, questo piccolo polmone verde incontaminato preserva numerose specie floreali esotiche, dai colori e profumi vivaci.
Di alto interesse architettonico è anche lo storico palazzo, realizzato in un magnifico stile barocco, dove i visitatori hanno l’opportunità di osservare il tipico ambiente elegante del Rinascimento Italiano. Mobili, statue, dipinti, decorazioni e non solo: primi tra tutti spiccano i mosaici che adornano i vari ambienti.

onemag Logo Ultra Micro
Isole Borromee, paradisi nel Lago Maggiore

Lago di Como, lo scenario manzoniano per eccellenza

Lago di Como conosciuto anche come lago di Lario

Il Lago di Como è molto probabilmente, tra tutti i laghi del Nord Italia, quello più noto a livello globale. Celebrità come George Cloneey e Bruce Springsteen hanno prediletto la bellezza e il fascino del Lago di Como.
Le colline boschive che lo contornano e la pace assoluta che caratterizza le sue sponde periferiche rendono il Lago di Como una splendida meta per gustarsi l’eterna armonia della pace assoluta.
Tra tutti i laghi, quello di Como è noto per il consistente numero di residenze storiche che punteggiano l’intera costa. Insomma, lo sappiamo, Manzoni non scelse casualmente quel ramo di Como.

Proseguendo sull’intera sponda comasca, una delle località di assoluto pregio e di fama internazionale è Bellagio. Il comune, situato nell’angolo tra i due rami del Lago di Como, su un piccolo promontorio, è famoso per le viuzze lastricate, gli eleganti edifici ed il Parco di Villa Serbelloni, un giardino terrazzato del 18° secolo con vista spettacolare direttamente sul lago.

Amate i panorami? Allora a pochi chilometri da Como, a Brunate, prendendo la funicolare diretta, avete la possibilità di spaziare il vostro sguardo direttamente da sopra il lago. Un panorama dalla qualità eccelsa, che si gode appieno in giornate soleggiate e che difficilmente si dimenticherà.

Se la stessa città di Como offre ricche opportunità per svagarsi, lo stesso è per la costa settentrionale. Infatti, oltre al più piccolo Lago di Mezzola (diretto affluente del Como) possiamo passeggiare lungo la costa della Riserva Naturale Pian di Spagna.
Spiagge sabbiose, acque a tratti leggermente color turchese ed una ricca avifauna. Proprio le numerose specie di uccelli sono la ragione per cui, Regione Lombardia, ha deciso di istituire una riserva protetta in questa piccola lingua di territorio nel 1983.

Questo poi, per coloro che decidessero di fermasi una o più notti fuori casa, è un ottimo punto di partenza per raggiungere le località montane di Sondrio. La bellezza di Morbegno, Livigno, Bormio è pressoché irraggiungibile, e trovarsi in sosta in un punto ottimo come la costa nord del Lago di Como rasenta la perfezione per i weekend.

Non da meno anche la città di Lecco e la sua immediata periferia. Spesso la città viene scelta dalle coppie per celebrare il proprio matrimonio, visto la possibilità di festeggiarlo anche in dimore storiche.

Lago di Iseo, il piccolo angolo di paradiso

Lago di Iseo in provincia di Brescia

Il più piccolo tra i maggiori laghi lombardi. Ma come molti luoghi ci hanno insegnato ( Borghi d’Italia docet), il piccolo ha il suo grande fascino. Partendo dall’omonimo comune (Iseo), situato nella sponda meridionale sul lato bresciano, possiamo scorgere all’unicità del luogo.
Iseo è davvero un comune unico nel suo genere. A testimoniarlo sono i particolarissimi nomi di alcune vie (Vicolo Malinconia ne è d’esempio), ma non solo. Ad Iseo è presente quel che viene definito come uno dei più bei lungolago d’Italia, con una vista che spazia sull’intero lago.

Come non poter citare poi Sarnico, il più celebre comune del Lago d’Iseo. A Sarnico i veri protagonisti sono i colori: palazzi storici con stupende facciate perfettamente conservate e curate dalle più vaste tonalità di colori sono la caratteristica comune. Giallo, rosso, arancione e rosa, gli edifici possono essere scambiati per arcobaleni e la pentola piena di monete d’oro alla sua fine non è altro che lo stupendo lungolago.

Inoltre, il Lago d’Iseo è divenuto globalmente celebre per un evento che sicuramente in molti si ricordano: il The Floating Piers. Parliamo di un’opera temporanea installata nel 2016 nel lago, letteralmente.
Il giorno dell’inaugurazione oltre 40.000 persone accorsero a Sulzano, altro stupendo borgo del lago, per poter percorrere il primo sentiero galleggiante installato in un lago. L’idea originale risale al 1969, per mente di Christo e Jeanne-Claude, la coppia di coniugi artisti tra i maggiori esponenti della Land Art.

Lago di Garda, il più grande d’Italia

Lago di Garda

Per parlare del Lago di Garda non basterebbe neanche un libro intero. Il Benaco è il vero paradiso fatto ‘in lago’: dal medievale Castello di Sirmione ai grandi viali di Bardolino, sino a Tremosine, dove troviamo la più bella strada del mondo.

Non è particolarmente nota come informazione, ma nei soli 21km che collegano Desenzano del Garda, comune più popolato tra quelli nella costa del lago, a Castelnuovo ogni anno è presente una tra le più dense affluenze turistiche del mondo.
Si conta l’esorbitante numero di 5 milioni di presenze nel 2018, che aumentano a 8 milioni se comprendiamo l’intero lago, lo stesso numero di turisti che ha avuto Milano sempre nel 2018.
Non possiamo sorprenderci d’altronde. Desenzano del Garda è una variopinta opera d’arte urbana, con un centro storico da cartolina che sicuramente in qualche angolo del mondo qualcuno starà sognando di visitare. La ‘capitale del Lago di Garda’ inoltre è la casa del più antico aratro del mondo ed è il punto di riferimento per il turismo in tutto il lago: verso est si raggiunge uno dei borghi più belli del mondo e verso nord si percorre invece la strada più bella del mondo, desiderate altro?

Parliamo di Sirmione: un piccolo centro urbano sviluppato lungo una stretta penisola che si addentra nelle calme acque del Benaco. I visitatori vengono accolti dall’imponente fortezza, tra i simboli più fotografati del lago, e si addentreranno sino a raggiungere, a nord, le Grotte di Catullo che, contrariamente a quanto si possa intuire, rappresentano i resti di un’antica villa romana, datata 1° secolo a.C.

La Strada della Forra, che attraversa il borgo spiovente di Tremosine, viene internazionalmente definita come la più bella del mondo. Lo scenario che si percorre è da pelle d’oca ed il panorama circostante è ancora migliore.

Il lago di Garda nel Veneto

La sponda veneta del Lago di Garda, città di Bardolino

Recandoci in Veneto sorge spontaneo parlare di Gardaland, il più importante parco divertimenti d’Italia. Inaugurato nel 1975, oggi Gardaland è l’ottavo parco in Europa per estensione ed attira annualmente circa 3 milioni di visitatori. Da qualche anno è in progetto una consistente espansione, con l’obiettivo di scalare la classifica europea.

Poi il Lago di Garda è sinonimo di centri termali, più di qualsiasi altro lago italiano. Infatti nelle vicinanze di Lazise, in Veneto, è situato Aquardens, il più esteso parco termale d’Italia, nonché tra i più gettonati, con oltre 300.000 presenze registrate nel 2013, anno di inaugurazione.

Voglia di passeggiate? Il Benaco offre veramente tutto. Tenendo da conto che per alcuni può risultare stancante, vista la lunghezza di circa 4km, da non perdere è la passeggiata sul lungolago che congiunge i comuni di Garda e Bardolino, che offrono una diretta visuale sul lago.

Scopri di più:

Salò, la tranquilla cittadina affacciata sul Garda
Lago di Como, tra natura e castelli
Orta San Giulio, una gita al Lago d’Orta
Manerba del Garda, dalla Rocca alle spiagge

 

Condividi su: