Visitare Brno, la seconda città della Repubblica Ceca

Cosa vedere a Brno, la seconda città per dimensioni della Repubblica Ceca e anche la capitale della Moravia. Davvero tante le cose da visitare a Brno tra cui merita ricordare l'edificio religioso per eccellenza, la Cattedrale di San Pietro e Palo, costruita nel 1296 e che in seguito ha subito numerose ricostruzioni in stile barocco fino a diventare il monumento più bello dell'Europa dell'Est. Tra le altre cose da visitare a Brno merita una passeggiata al castello Špilberk e all'unico monumento dell'UNESCO a Brno, la Villa Tugendhat. Ecco cosa visitare a Brno, la seconda città della Repubblica Ceca.

Brno, guida della capitale della Moravia,
Repubblica Ceca

icona-articoloBrno è senz’altro una delle città che meglio dipinge lo splendore unico della Repubblica Ceca.
La capitale della Moravia, infatti, ha il grande merito di regalare al turista una cartolina molto evocativa già al primo impatto: un fascino inconfondibile, migliorato da un’architettura gotica e spettrale, che i letterati riassumerebbero in un’unica crasi: fantasmagotica.
E se le lunghe falangi della modernità stanno inglobando tutte le capitali europee fino a farle assomigliare l’una con l’altra, Brno sembra non cadere in facili tentazioni e riesce a conservare senza grossi patemi lo stile più antico e genuino della Repubblica Ceca.

Siamo per dimensioni nella seconda città della Repubblica Ceca e per vedere le cose da visitare a Brno non avrete difficoltà a muovervi a piedi o, eventualmente, con il tram che conduce praticamente ovunque.

Cosa vedere a Brno

Brno, Repubblica Ceca

Una volta raggiunta la città più importante della Moravia vi sarà possibile ammirare un mondo nuovo, ma intriso di un fascino antico, finora ancora sconosciuto al grande pubblico. Uno stile unico e inclassificabile, l’esatto equilibrio tra gotico e barocco, dato che Brno è più vicina a Vienna che a Praga.

Ma la città affonda le sue radici in una storia troppo antica per prendere esempio dagli altri: Brno, infatti, può vantare millenni di cultura, dal momento che le prime testimonianze di una civiltà che ha abitato la zona risalgono addirittura al neolitico.

Cosa visitare a Brno

Da allora una lunga storia si insegue sulle strade della Moravia: con la splendida Brno che ringrazia per l’enorme patrimonio artistico lasciato in eredità.

La cattedrale di Pietro e Paolo

Cosa vedere a Brno, la cattedrale di San Pietro e Paolo

Tra le cose da vedere a Brno troviamo l’imperiosa cattedrale di Pietro e Paolo, costruita la prima volta nel 1296 ma che ha subito un’infinità di ricostruzioni in stile gotico e in stile barocco, fino a diventare il monumento più bello dell’Europa dell’Est.
Le guglie gemelle a spillo che raggiungono gli 84 metri di altezza, la cattedrale si erge su di un’imponente collina che domina e sovrasta tutta la città.

La collina in questione è quella di Petrov, dove la cattedrale, inizialmente intitolata unicamente a San Pietro e solo nel 1500 anche a San Paolo, venne quasi completamente ricostruita dopo la Guerra dei Trent’anni, dal 1618 ed il 1648.
La sua proclamazione è invece risalente al 1777, dopo che a Brno venne concessa la sede vescovile.
Al suo interno sono da ammirare gli arredi in stile barocco e le grandi vetrate posizionante nell’abside.

La Chiesa di San Giacomo Maggiore

Cosa visitare a Brno, la Chiesa di San Giacomo Maggiore

Siamo a pochi passi dalla Piazza della Libertà, la più grande e antica piazza di Brno. Qua troviamo uno degli altri edifici religiosi che inseriamo tra le cose da visitare a Brno, la Chiesa di San Giacomo Maggiore.
La sua costruzione risale al 1400 in quello che in precedenza era un terreno dove sorgeva una chiesa romanica che, dopo essere stata demolita, è stata ricostruita in evidente stampo gotico.
Nel 19° secolo parte della facciata occidentale è stata ricostruita e alcuni edifici, posti proprio lungo il perimetro della chiesa, sono stati eliminati.
Una delle ragioni per cui la chiesa di San Giacomo è da inserire assolutamente tra le cose da visitare a Brno è per il suo ossario.
Durante recenti scavi per la manutenzione dell’edificio sono stati infatti trovati nel 2001 oltre 50.000 scheletri, le cui origini possono essere accreditate tra il 1600 ed il 1700. Con assoluta certezza in precedenza era posizionato un cimitero, probabilmente poi spostato per ragioni di spazio.

Quello che attualmente è il secondo ossario più grande d’Europa, superato solamente da Parigi, è stato aperto al pubblico dal 2012.

Piazza della Liberta

Brno, Piazza della Libertà

In quella che è la piazza più antica di Brno, soprannominata Svoboďák, troviamo il fulcro della città. Caratterizzata da una insolita forma triangolare, la piazza della Libertà è da non mancare tra le cose da vedere a Brno.
Era anche il centro commerciale cittadino: qui si svolgeva infatti il mercato e, da perfetto centro, partono tutte le principali arterie cittadine.
Oggi la Piazza della Libertà è circondata da numerosi edifici, tra cui il Palazzo Klein, un edificio rinascimentale che ricorda proprio la nota famiglia Klein, proprietaria delle ferriere di Sobotín, costruita nel 1848. Il Palazzo è accessibile al pubblico dal 1997, dopo un lungo periodo di chiusura dovuta ad una profonda ristrutturazione.
Sempre in Piazza della Liberta è da visitare anche la Casa dei Quattro Giganti, pregevole edificio costruito nel 1902 che si caratterizza proprio dalla presenza di quattro statue giganti che ne sostengono il peso. Al piano terra dell’edificio ha sede una delle pasticcerie più note di Brno.
Da ammirare, proprio al centro della piazza, la Colonna della peste, costruita nel 1689 in memoria dei tanti deceduti dopo l’epidemia che decimò la popolazione.

Villa Tugendhat

Tra le cose da vedere a Brno merita la Villa Tugendhat, costruita dall’architetto tedesco Ludwig Mies van der Rohe dal 1929-1930 e testimone della nascita dello stile moderno e all’avanguardia di abitazione. E’ considerata una delle ville più famose al mondo ed è anche l’unico monumento dell’UNESCO a Brno.
Posizionata nel ricco quartiere Černá Pole, la villa è stata costruita per volere di due ricchi imprenditori tessili, i coniugi Tugendhat.
I due sposi entrarono ad abitarla nel 1930 ma il loro periodo di vita all’interno della futuristica abitazione durò tutto sommato poco. Già nel 1938 furono infatti costretti ad abbandonarla in seguito all’invasione nazista e non vi fecero mai ritorno.
Durante la seconda guerra mondiale la villa venne sequestrata dalle forze militari e dopo la conclusione del conflitto passò di proprietà allo stato cecoslovacco.
E’ possibile visitarla, anche se il numero ristretto di ingressi prevede una prenotazione anche di lungo termine.

OneMag - Logo Micro
Il Palazzo dei Commerci di Praga

Castello di Veveří

Cosa visitare a Brno, il Castello di Veveri

L’altra fortezza tra le cose da visitare a Brno è quella di Veveří, uno dei castelli più antichi della Moravia e posto a breve distanza dalla città. La sua posizione predominante su un promontorio roccioso da cui domina anche il fiume Svratka, lo rende particolarmente attraente.
Probabilmente la sua funzione originale era di cascinale e trasformato in castello solo nel 13° secolo, dopo circa un centinaio d’anni dalla sua costruzione. L’attuale forma e dimensione deriva da una rivisitazione avvenuta nella seconda metà del XIV secolo, quando divenne anche residenza.
Per un lungo periodo è stato anche abbandonato, provocando danni strutturali di rilevante importanza. Per questa ragione il Castello di Veveří è da diverso tempo in ristrutturazione e, di volta in volta, vengono aperte le aree ammodernate.
E’ anche luogo di svago e cultura, qua vengono infatti organizzate numerose mostre, convegni e concerti.

OneMag - Logo Micro
Il castello di Karlstejn, viaggio nella boemia centrale

Il castello Špilberk

Cosa visitare a Brno, il castello Spilberk

Fondato dal re ceco Premislo Ottocaro II come struttura difensiva di Brno, il castello Spilberk è stato costruito nel tredicesimo secolo e venne particolarmente utilizzato durante la Guerra dei Trent’anni.
In seguito venne acquistato dai nobili della Moravia e ceduto alla città di Brno, che rimase proprietaria fino al 1621, anno in cui venne sequestrato alla città e riportato ai nobili.
Nel 1783 il Castello vide un’importante cambio di destinazione d’uso, divenendo prigione militare per diventare, nel 1820, luogo di detenzione civile.
Siamo al 1855 quando l´imperatore Francesco Giuseppe I abolì le prigioni e il Castello Spilberk divenne caserma militare, in uso fino al 1959.
Dall’anno successivo il Castello è diventato il Museo delle città e solo due anni dopo proclamato monumento nazionale. All’interno dello spazio museale si ha modo di conoscere la storia di Brno e della sua fortezza.

Il mercato dei cavoli

Cosa visitare a Brno, il mesrcato dei cavoli, Zelnak

Noto come ‘vegetable market‘ e soprannominato Zelňák, per lungo tempo è stato il mercato dove gli abitanti si recavano per acquistare frutta e verdura.
Ma in realtà l’attrattiva principale non è il mercato storico, ma la parte sottostante, un labirinto sotterraneo, una serie di passaggi e anche cantine realizzato nel Medioevo.
Tra le cose da vedere a Brno, il mercato dei cavoli stupisce sia per la meravigliosa parte alla luce del sole, con una meravigliosa fontana barocca e con uno degli edifici teatrali più antichi d’Europa, la Reduta, dove è possibile ammirare una statua dedicata a Mozart, sia per la parte sotterranea.

Sotto, invece, troverete una serie di gallerie storiche le cui guide, in costume d’epoca, vi condurranno per scoprire uno degli angoli più misteriosi di Brno.
Qui venivano conservati i prodotti alimentari e le produzioni vinicole ma era anche presente un antico laboratorio di alchimia utilizzato dai primi farmacisti di Brno.
Vi si accede percorrendo una scalinata di 212 gradini che vi porteranno a comprendere molto della vita di Brno in periodo medievale. Sotto, oltre alle cantine e a quanto già descritto, avrete modo di visitare anche una taverna dell’epoca, per ambientarsi completamente nella storia cittadina.
Nel più recente passato erano utilizzati anche come rifugio durante i bombardamenti della seconda guerra mondiale. Solo recentemente si è compreso l’intero percorso, nel 2009, anno in cui è stato aperto al pubblico con delle visite guidate.

OneMag - Logo Micro
Repubblica Ceca, la terra promessa della birra

Il Vecchio Municipio

Cosa visitare a Brno, il Vecchio Municipio

Siamo nel centro storico dove troviamo uno degli altri edifici da inserire tra le principali cose da vedere a Brno. Ci riferiamo al Vecchio Municipio, che oggi ospita una galleria ed una mostra che racconta la sua storia. Da visitare soprattutto nel periodo estivo quando è possibile salire sulla torre di 63 metri e da dove è possibile ammirare una delle meravigliose viste della città.
Si accede attraverso un portale ad arco, anch’essa da ammirare per la presenza di due oggetti tipici della leggenda della città, ovvero il coccodrillo e una ruota.
Il vecchio municipio è rimasto in funzione come edificio amministrativo della città fino al 1935, quando venne trasferito alla Piazza Dominicana, Dominikánské náměstí.

Raggiungere Brno

La Repubblica Ceca è tra i paesi con la più vasta rete autostradale in Europa, concentrate in gran parte nella regione della Moravia meridionale. Raggiungere Brno è abbastanza semplice da tutte le città maggiori del paese, in quanto la città è direttamente collegata con 5 arterie stradali principali, che permettono di essere direttamente collegata con la capitale Praga e con la città di Ostrava.

Da Praga raggiungere Brno richiede circa 2 ore in automobile, un tratto lungo approssimativamente 200 chilometri, ma può essere anche raggiunta mediante la ferrovia, in quanto Brno è un nodo ferroviario molto importante in Repubblica Ceca. Brno può risultare anche un’ottima tappa in un viaggio in Austria, in quanto la città dista solamente un paio di ore di treno dalla capitale austriaca di Vienna.

Quando andare a Brno

Il periodo migliore per visitare Brno è sicuramente durante la stagione estiva. Da evitare nei primi mesi dell’anno, in quanto la temperatura può calare sotto lo zero e le precipitazioni sono frequenti.

L’estate a Brno invece si presenta prevalentemente soleggiata con temperature che di rado superano i 28 gradi, con un’umidità molto bassa e delle leggere brezze che intiepidiscono le giornate.

I mesi di settembre ed ottobre si rivelano adatti al turismo a Brno, in quanto il clima non è rigido (temperatura media attorno ai 15 gradi) e la città non è particolarmente affollata.

Da depennare l’idea di visitarla negli ultimi mesi dell’anno, in quanto la temperatura media non supera i 0° e per metà dei giorni piove.

Gastronomia di Brno

La Moravia meridionale, ed in particolar modo Brno, è protagonista di una variegata cultura gastronomica. Le cene a Brno si basano principalmente sui piatti di carne, spesso accompagnati da vini rossi della Repubblica Ceca, vengono prediletti alimenti ma semplici ma saporiti, come le salsicce e la carne affumicata.

La Moravia meridionale è inoltre celebre per la produzione di birre e di liquori vari, tra cui il celebre distillato di prugne Slivovice. Eccellenti sono anche le preparazioni liquide, in particolare si cita la peculiare zuppa di crauti, molto diffusa nella periferia della Moravia meridionale.

Condividi su: