Visitare Bonn, la città dei ciliegi

Visitare la città di Bonn significa scoprire il fascino e la storia all'ombra dei ciliegi della vecchia capitale della Germania. Tra le cose da vedere a Bonn segnaliamo l'Università, inaugurata nel 1818, la grande Piazza del Mercato e il Vecchio Municipio. Tra le cose da visitare a Bonn ricordiamo la Casa-museo di Beethoven, la Haus der Geschichte, la casa della storia, il Museo Ägyptisches, dedicato alla cultura egizia e il Rheinisches Landesmuseum che racconta la storia della città. Ecco cosa vedere a Bonn, la città dei ciliegi.

Bonn, guida turistica della
vecchia capitale tedesca

icona-articolo

Antica capitale del Bundesrebublik Deutschland, Bonn è una delle città da visitare in Germania per la sua storia e per le sue affascinanti attrazioni. Fondata nel 12° secolo a.C., la piccola cittadina di Bonn è abitata da poco meno di 300.000 persone, rendendola perfetta da molti punti di vista.
Più volte distrutta e ricostruita, è una città dalla lunga storia che merita essere scoperta passeggiando tra le sue tante attrazioni.
Oggi Bonn, situata lungo il Reno, è una città che si rivolge al futuro senza dimenticarsi del suo passato di importante centro commerciale. Durante la sua storia la ricordiamo annessa prima alla Francia e poi alla Prussia.

Ma Bonn è anche una città particolarmente verde, tra le cose da vedere a Bonn troviamo quallo che in molti definiscono un angolo di Giappone a Bonn.

L’angolo di Giappone a Bonn

Cosa visitare a Bonn

Non serve infatti volare in terre d’Oriente per scoprire interi quartieri ricchi di ciliegi in fiore, oltre che pareti di bambù e gallerie di aceri. Qui, infatti, nella Heerstrasse, nota anche come il Viale dei ciliegi, si trova un angolo di Giappone creato dagli alberi di ciliegio. Durante la fioritura la strada viene trasformata in una galleria tutta rosa e profumata, una sorta di cupola che ammirata dall’alto dà l’idea di un fiume di petali lievemente increspato dalla carezza del vento.

OneMag - Logo Micro
Cosa vedere a Fulda, la città con status speciale

Cosa vedere a Bonn

Bonn, Piazza del Mercato

La città che è stata capitale della Germania per oltre cinquant’anni (1949-1990) e che tante attrazioni offre ai propri visitatori.
Il centro storico, per esempio, è un capolavoro caratterizzato da alti palazzi ed osterie tipiche da visitare per non perdere l’occasione di un tour enogastronomico locale.
Nel centro storico, tra le cose da vedere a Bonn, si avrà anche modo di vedere lo splendido Palazzo Universitario, edificio che ha dato istruzioni ad eminenti personaggi, tra i quali Karl Marx, Heinrich Hertz e numerosi premi Nobel.
L’Università di Bonn è stata inaugurata nel 1818 e oggi ospita oltre 30.000 studenti. Una visita in questo ateneo permetterà di passeggiare nel pittoresco cortile dell’Università, dare uno sguardo ai tomi storici della biblioteca e ammirare i dettagli del magnifico edificio storico.

La Piazza del Mercato

Da non perdere anche la grande Piazza del Mercato, il vero fulcro cittadino, dove si affacciano numerosi edifici realizzati in momenti e stili completamente differenti. La Bonner Marktplatz è uno dei principali luoghi di incontro cittadino e oggi anche sede di numerosi eventi citadini.
Qua troviamo l’Altes Rathaus, il Vecchio Municipio, che avremo modo di conoscere più avanti.
Tra le cose da non perdere a Bonn anche l’obelisco posto proprio nel centro della piazza.

Per il resto, Bonn è una città moderna ed accogliente, con strutture sviluppate e attività turistiche di primissimo livello.

OneMag - Logo Micro
Berlino, gli atenei della cultura nella capitale tedesca

Casa-museo di Beethoven

Cosa visitare a Bonn

Numerosi anche i musei nella città natale di Ludwig van Beethoven al quale è stato dedicato un monumento, mentre la sua casa in stile barocco è una meta turistica, insieme all’annesso museo. Inserita tra le prime cose da vedere a Bonn, la casa-museo è all’interno dell’edificio storico dove il compositore è nato. In molte stanze della sua prima residenza è possibile passeggiare tra tanti reperti che lo ricordano.
Nella sezione museale sono conservati vecchi libri di musica, strumenti musicali e varie opere d’arte.

Un’altra casa molto visitata è la Haus der Geschichte, la casa della storia, un museo di storia contemporanea con una mostra permanente sulla realtà della Germania dal 1945 in poi.
Tra gli altri musei da vedere a Bonn segnaliamo il Kunstmuseum, dedicato all’arte moderna, ricco di mostre temporanee oltre che di una esposizione permanente di sicuro interesse.
Se preferite invece la cultura egiziana, il Museo Ägyptisches racchiude al suo interno una serie di cimeli di sicuro interesse mentre uno dei musei più di Bonn è indubbiamente il Rheinisches Landesmuseum che racconta la storia della città.
Uno tra i musei più originali in assoluto è invece Arithmeum, perfetto se avete figli in età scolastica in viaggio con voi. In una formula inedita ed interessante viene proposta la matematica, anche in versione interattiva. Tra le opere conservate sono da vedere diversi cimeli, tra vecchie macchina calcolatrici fino a strumenti antichi e primordiali di calcolo.

I castelli di Bonn

Cosa visitare a Bonn

Al termine di un viale accompagnato da fitti filari di castagni, sorge il Castello di Poppelsdorf, già residenza dell’arcivescovo Clemens August. L’edificio fu costruito sul sito di un altro castello ed è stato eretto in stile barocco. Al suo interno si trova un museo mineralogico mentre alle sue spalle si estende il vasto giardino botanico con 8 mila specie di piante anche rare e protette.

Tra le cose da vedere a Bonn, molto suggestivo è anche il castello di Drachenburg una costruzione arroccata sulla vetta del Drachenfels dichiarata monumento nazionale ed inserita nell’elenco dei beni protetti. Qui il primo sabato di maggio di ogni anno si svolge l’appuntamento con il Reno in fiamme, uno spettacolo di fuochi di artificio e luci che illuminano il fiume e la notte.

OneMag - Logo Micro
Norimberga, i luoghi meno turistici da visitare

Edifici religiosi

Cosa vedere a Bonn, la Basilica di San Cassio e Fiorenzo
La Basilica di San Cassio e Fiorenzo

La Basilica di San Cassio e Fiorenzo è un edificio religioso di pregevole bellezza. È la Bonner Münster, la cattedrale simbolo della città, esempio di architettura romantica tedesca all’esterno e di stile gotico all’interno. Da visitare.
La cattedrale del Nome di Gesù è una tra le attrazioni imperdibili in ambito ecclesiastico, posta a breve distanza all’Università. La cattedrale è da apprezzare non unicamente per la sua architettura ma anche per essere stata spesso visitata dal giovane Beethoven, dove spesso suonava l’organo durante le funzioni religiose.
Un altro edificio religioso degno di nota è la chiesa di St. Martin, situata su unacollinetta al confine con il borgo di Muffendorf, tra gli insediamenti di case in legno e pietra meglio conservati della Renania. Imperdibile nella chiesa è il fonte battesimale impreziosito da decorazioni in rilievo di stile romanico.

Il Duomo di Bonn

Uno dei simboli della città di Bonn è anche uno dei principali edifici storici, una chiesa romanica nota per la sua facciata riccamente decorata. Costruita oltre 2000 anni fa, su quello che in precedenza era un antico tempio romano, il Duomo è intitolato ai santi martiri Cassio e Fiorenzo.
All’esterno merita osservare le tante decorazioni, soprattutto quelle dell’ala ad ovest, la più antica di tutto l’edificio. La torre centrale della cattedrale raggiunge 96 metri di altezza, rendendola visibile da quasi ogni punto della città. Nella piazza sono anche presenti due sculture che celebrano proprio i santi Cassio e Fiorenzo, opere poste solo recentemente come ulteriore tributo ai due soldati martiri che persero la vita proprio nel luogo dove oggi sorge il Duomo.
All’interno, invece, ammirerete la navata centrale del XIII secolo decorata con diversi affreschi romanici e gotici. L’intera chiesa è arredata in stile barocco e particolare attenzione merita il giardino, dove una meravigliosa fontana con sculture romaniche completa l’intero edificio.

OneMag - Logo Micro
Le 5 attrazioni da non perdere ad Amburgo

Municipio Vecchio

Cosa vedere a Bonn, il Altes Rathaus, il Municipio vecchio

Di grande importanza è anche l’Altes Rathaus, il Municipio Vecchio, costruito nella prima metà del Settecento in stile rococò. Il palazzo, già sede del governo tedesco, si affaccia sulla Marktplatz, la piazza che ospita un pittoresco mercatino locale ed è ricca di locali nei quali fae una sosta gustando birre artigianali e pretzel.
E’ da inserire tra le prime cose da vedere a Bonn, al suo interno oggi trovano spazio gli uffici del sindaco e viene utilizzato per particolari eventi di importanza nazionale.
La sua costruzione risale al 1737 e quello che è da non perdere è la meravigliosa scalinata, il luogo dove vari politici, anche internazionali, parlavano alla popolazione. Celebre i discorsi di Gorbačëv e di John F. Kennedy.
La piazza antistante al Municipio è anche dove si svolgevano le manifestazioni di protesta, oggi più che altro nota per essere la sede del mercatino natalizio.

Shopping a Bonn

Ogni viaggio che si rispetti ha il suo momento shopping. Che sia l’acquisto di un souvenir per gli amici, della calamita un po’ kitsch da mettere sul frigo per ricordare quella destinazione o qualcosa di più grande ed impegnativo l’acquisto c’è. Ed a Bonn si compra negli oltre cento negozi su Markplatz, nel centro storico e nella zona studentesca.
Le tante strade pedonali offrono una serie infinita di negozi. Lungo la Sternstrasse, ad esempio, si potranno trovare articoli per ogni gusto, anche se è frequentata soprattutto dagli appassionati di moda.
Anche la Piazza del Mercato è ricca di negozi, tra cui un negozio apprezzato per le sue calzature di qualità, il Görtz 17, noto anche per i suoi prezzi convenienti.
Tra i centri commerciali segnaliamo la Galeria Kaufhof, il più grande della città con quasi 20.000 metri quadri di negozi di ogni tipo.
Non troppo distante troviamo un’altro centro commerciale da visitare il Karstadt, con negozi specializzati per lo sport ma anche con un grande supermercato al suo interno.
Il periodo consigliato per lo shopping a Bonn è quello che inizia ad aprile e si conclude a settembre. In questi mesi, infatti, troviamo in Piazza Rheinauenflohmarkt il più importante mercato delle pulci della città. Occasione ghiotta per concludere buoni affari.

I ristoranti a Bonn

E tra una compera e l’altra ci si può anche concedere una pausa da buongustai in uno dei tantissimi ristoranti famosi per la vasta scelta di pietanze offerte adatte a tutti i palati ed a tutti i portafogli.
Bonn è anche sede di un numero elevatissimo di pub, alcuni dei quali offrono anche simpatiche serate di divertimento con feste a tema, mentre comune rimane la qualità della birra, sempre di altissimo livello.
E’ proprio l’occasione per provare la birra Bönnsch, uno dei simboli gastronomici della città e non reperibile altrove.

OneMag - Logo Micro
Cosa vedere a Karlsruhe in Germania

Parco Rheinaue

Cosa visitare a Bonn

Relax ed ancora natura si trovano nel parco Rheinaue caratterizzato da 45 chilometri di sentieri lungo i quali passeggiare, da un giardino giapponese e da un ampio vitigno coltivato su un rilievo. A proposito di passeggiate: se siete podisti provetti o appassionati del genere, non perdete i 29 chilometri della Bonner Rheinpromenade, la più lunga camminata continua lungo le due sponde del Reno.

Bonn è sicuramente una città da visitare per scoprirne la personalità vivace e ricca di spunti. Anche un breve soggiorno qui, infatti, regala la bellezza di un’esperienza a metà tra la sorpresa e la conferma, ma soprattutto l’incontro con la bellezza di una città ricca di fascino.

Quando visitare Bonn?

Il clima di Bonn è caratterizzato da inverni con poche precipitazioni nevosi ma con temperature che spesso possono scendere sotto lo zero, anche se sono pochi i giorni in cui anche la minima scende sotto tale limite.
Nel mese di gennaio, il più freddo dell’anno, la temperatura media è di 2°C mentre in luglio, il mese più caldo, la media è di poco inferiore ai 20°C.
L’area di Bonn si colloca tra le più calde di tutta la Germania, a causa del suo posizionamento in fondo ad una valle, che la protegge da qualsiasi tipologia di escursione termica.
Il periodo migliore è comunque durante la primavera fino ad autunno inoltrato, ovvero tra aprile e inizio novembre.

OneMag - Logo Micro
Ulma, la città natale di Einstein

Come arrivare a Bonn

Raggiungere Bonn dall’Italia è molto semplice.
Il modo migliore e più rapido è con un volo in direzione dell’Aeroporto Internazionale di Colonia-Bonn, che si trova a circa 16 km dal centro abitato. Una volta atterrati, si potrà raggiungere Bonn in maniera semplice, veloce ed economica grazie ad una stazione ferroviaria che conduce direttamente al centro della città.

In bus il migliaio di km che separa Milano da Bonn si può percorrere con Flixbus (anche con destinazione Colonia), raggiunto giornalmente con diverse linee in una tempistica media di poco superiore alle 12 ore. E’ indubbiamente il modo più economico, visto un costo che parte da circa 35€ in base al giorno e all’ora prescelta.

In auto il percorso di circa 800 km si percorre con diverse alternative, da Milano si raggiungerà Basilea e quindi Bonn; oppure attraversando la Svizzera in direzione Chur, quindi entrando in Austria per proseguire in direzione Monaco, Stoccarda e quindi Bonn con una percorrenza di 860 km.

Condividi su: