0
Condividi su:

Il Museo Egizio, Il Cairo

icona-articoloLa capitale  dell’Egitto, sul fiume Nilo, è in grado di entusiasmare qualsiasi viaggiatore. Proprio in centro città, nella Piazza Tahrir, troviamo il Museo Egizio, una delle immancabili attrazioni al Cairo.

Il Cairo, facciata Museo EgizioLa sua fondazione risale al 1863 e al suo interno trovano spazio quasi 300.000 reperti anche se quelli visitabili sono meno della metà.
Piazza Tahrir ci riporta ai recenti momenti della rivolta egiziana con i suoi atti di contestazione e d’insurrezioni avvenute dal gennaio del 2011.

Il Museo, a differenza di quanto si potrebbe forse pensare, non è estremamente esteso e potrebbero bastare poche ore per visitarlo anche se per una visita approfondita, assolutamente consigliata, l’intera giornata è il minimo da preventivare.

La mostra è distribuita su due piani collegate un corridoio e quello che qua al suo interno è conservata la più grande esposizione a tema di tutto il mondo. Il secondo museo per importanza è invece proprio quello di Torino.

Cosa vedere al Museo Egizio, Il Cairo

Il museo egizio al Cairo

Dopo aver superato l’ingresso e i relativi controlli di sicurezza accederete alla parte sottostante le cupole del Museo.
Qui inizia una esposizione di oggetti posti in rigoroso ordine cronologico e di fronte avrete modo di osservare l’atrio centrale con le tante sculture in pietra risalenti a epoche diverse.

Dopo aver raggiunto l’atrio scenderete di qualche gradino per ammirare la collezione di sarcofaghi mentre è da notare il pavimento dell’atrio, dipinto in epoca amarniana, che anticipa le figure del re Amenhotep III, la regina Teye e le loro figlie.

Da qui avrete modo di percorrere le varie Gallerie, le prime con le statue del faraone Micerino e proseguendo arriverete alla statua di Chefren, importante costruttore di piramidi, mentre continuando la visita arriverete alle Gallerie del Medio Regno.

Il Cairo, Museo EgizioIn questa galleria potrete ammirare la figura di Mentuhotep Il, primo faraone del periodo storico.
Il percorso proseguirà con la Galleria Amarniana e i reperti ritrovati del tempo di Akhenaton, il faraone amante dell’arte qua raffigurato con la famiglia.
Il piano terra si conclude con la sezione dedicata alle opere sequestrate dal mercato illegale.

Salendo invece al primo piano troviamo le Gallerie di Tutankhamon dove ha sede la biglietteria per l’ingresso alla Sala delle Mummie. Una volta entrati troverete una esposizione di reperti a tema, come sarcofaghi, letti e un carro funebre. La più visitata è naturalmente la mummia di Ramses II.
Ricordate che per accedere dovrete essere muniti di Lire Egiziane, quindi conviene cambiare prima di entrare al Museo.

Il museo è aperto tutti i giorni e al suo interno non è possibile fare alcuna fotografia.


 

Condividi su:

Like it? Share with your friends!

0