Villeneuve-d’Ascq, la città più popolosa del Mélantois

Villeneuve-d’Ascq, la città più popolosa del Mélantois, fa parte della città metropolitana di Lille ed è famosa per il numero dei studenti. Ecco la guida di Villeneuve-d'Ascq in Francia.

Guida di Villeneuve-d’Ascq, Francia

icona-articolo

Siamo nella città metropolitana di Lille dove troviamo Villeneuve-d’Ascq, una cittadina con 60.000 abitanti e quasi altrettanti studenti. E’ una delle zone preferite proprio dai giovani che qua vengono per studiare, sopratutto nel settore della tecnologia.
Villeneuve-d’Ascq è infatti ricca di musei ed è conosciuta proprio per una struttura museale, il LaM ma anche alle tante strutture con attrazioni all’aperto che riportano alla preistoria e al periodo medievale.
Il centro storico di Lille è a pochi minuti e non sarà quindi difficile trovare il modo per trascorrere una serata.

Guida ai musei di Villeneuve-d’Ascq

Il Museo di Lille Métropole è la principale attrazione culturale. L’esposizione è dedicata all’arte moderna, contemporanea e straniera. E’ sopratutto incentrata nei secoli XX e XXI con opere di Picasso, Miró, Kandinsky, Modigliani e altri ancora.
Da non perdere anche il padiglione dedicato al movimento Art Brut dei primi decenni del 20° secolo o il meraviglioso giardino di sculture.

Altro edificio museale è il Musée De Plein Air, un classico museo all’aperto creato come un piccolo borgo composto da 23 case rurali tradizionali recuperate dalle demolizione. Sono edifici recuperati da diverse zone della Francia e trasferite qua agli inizi degli anni ’90 e il più antico edificio risale al 1500.

Il Musée des Moulins, posto nel quartiere delle Cousinerie, è caratterizzato da due mulini a vento del XVIII secolo. Entrambi hanno raggiunto il quartiere per diventate una attrazione aperta al pubblico. E’ possibile conoscere tutti gli aspetti tecnici della macinazione e della produzione di olio oppure fare un piccolo viaggio tra la storia della fresatura, partendo dalle prime macine a quelle più moderne utilizzate nei giorni nostri.

Nel Musée du Terroir si avrà invece modo di ammirare una fattoria tipica del XVIII secolo, annoverata tra i monumenti storici della Francia. Qui tutto è come lasciato a suo tempo, con la cucina, il caseificio per la produzione del formaggio ad uso personale e le varie officine dei fabbri che realizzavano selle e zoccoli per cavalli. E’ un museo particolamente indicato ai più giovani che potranno, in questo modo, scoprire tutto sulla vita del XVIII secolo.

Altro edificio particolarmente rivolto ai giovani studenti è il Forum Départemental Des Sciences, un centro culturale indirizzato alle materie scientifiche e tecnologiche. Con le sue tante mostre temporanee, il centro diventa momento continuo di attrazione grazie anche al planetario, che durante il weekend rende accessibili gli spazi con spettacoli specifici.

Il Palazzo delle Belle Arti, infine, è un museo che eccelle particolarmente nel Rinascimento e nel Barocco con opere di Donatello, Veronese e Jacob Jordaens, giusto per citarne alcuni. Da non perdere anche le enormi mappe militari fiamminghe realizzate in 3D del 17 ° e 18 ° secolo.

Le altre attrazioni di Villeneuve-d’Ascq

Ma il comune francese è anche ricco di verde grazie al Parc Du Héron, un giardino naturale posto proprio a fianco il Museo LaM. Il suo nome deriva dalle tante riserve regionali dedicati proprio agli aironi e anche qua non sarà difficile trovarne. Ma gli aironi sono solamente una delle oltre 235 specie di uccelli qua presenti.

Qui troviamo anche un’altro museo all’aperto. Parliamo di Asnapio, uno spazio dedicato all’archeologia con la replica di una serie di abitazioni storiche usate nel tempo, dalla tenda del periodo paleolitico alla cascina di epoca medievale.
Il più grande edificio presente è la Villa Romana dove i bambini potranno divertirsi indossando una delle celebri armature, mangiare le pietanze preparate in epoca medievale ma anche gareggiare con l’arco oppure imparare a realizzare oggetti tipici dell’artigianato di varie epoche.

Per conoscere tutte le attrazioni di Villeneuve-d’Ascq ci si può recare all’ufficio turistico, anch’esso una vera e propria attrazione. E’ infatti ospitato presso il Château De Flers, una deliziosa villa realizzata in stile fiammingo e costruita nel 1661. Una volta dentro, prima di recarvi alla ricerca di informazioni turistiche, date uno sguardo ai soffitti in legno a cassettoni laterali, davvero memorabili.

Da visitare anche il Mémorial Ascq 1944, non un vero e proprio museo per come normalmente lo concepiamo. Trattasi infatti di un memoriale che ricorda un episodio buio capitato verso la fine dell’occupazione tedesca in Francia.
Le mostre nel museo raffigurano il viaggio nel villaggio di Ascq attraverso il 20° Secolo: si inizia con la Prima Guerra Mondiale e si conoscerà la ricostruzione, la Seconda Guerra Mondiale, gli anni sotto l’occupazione ed infine il clima che costruisce il massacro del 1° Aprile 1944.

Lo stadio

Villeneuve-d’Ascq, nonostante il forte numero di edifici museali, è sopratutto noto per essere la sede della squadra di calcio, il Lille OSC. Qui ha infatti sede lo stadio Pierre-Mauroy con i suoi poco più di 50.000 posti a sedere in un edificio che assomiglia ad una cattedrale e dove sono state giocate alcune partite di EURO 2016.

Scopri di più:

 

Condividi su: