Vienna curiosa, il museo delle pompe funebri

Vienna curiosa, il museo delle pompe funebri, una struttura decisamente particolare situata nel Cimitero Comunale. Il curioso Museo delle Pompe Funebri di Vienna si estende su una superficie di 1800 metri quadrati e ospita una biblioteca audiovisiva, delle sale cinematografiche e circa 500 metri quadrati di vera e propria esposizione. Scopriamo nel dettaglio il Museo delle Pompe Funebri di Vienna.1 min


0
Museo del cimitero di Vienna

Vienna, il Museo delle Pompe Funebri

icona-articoloCi troviamo a  Vienna nel Cimitero Comunale dove riposano cittadini, anche illustri come i grandi artisti della musica austriaca. Al suo interno è ospitata una
struttura decisamente particolare: il Museo delle Pompe Funebri.

Vienna è stata la sede del primo centro per la prevenzione ai suicidi del mondo.
Nel 1948 il museo fu fondato dal medico Ringel, conosciuto anche “dottor Suicidio”. Ringel era uno specialista di Psichiatria e Neurologia, che nel 1954 divenne capo del reparto psichiatrico femminile di Vienna.
La creazione del Museo delle Pompe Funebri nacque esclusivamente per passione.

Il museo delle Pompe Funebri

Il centro museale si estende su una superficie di 1800 metri quadrati e ospita una biblioteca audiovisiva, sale cinematografiche e circa 500 metri quadrati di vera e propria esposizione.

Nel “Bestattungsmusem” sarà possibile scoprire tutto ciò che si cela attorno ai funerali.
E’ situato in uno degli edifici vicino al cancello principale, il Tor 2. L’accesso, a pagamento di pochi Euro, permetterà di visitare questa piccola esposizione, ma ben curata, ricca di stampe storiche, quotidiana, avvisi di celebrazioni funebri, tante fotografie e molto altro.

Se volete esplorarlo, vista la sua durata vi servità al massimo 1 ora, preparatevi anche ad alcuni reperti davvero macabri.
Se la carrozza adibita al trasporto delle salme non vi pare abbastanza, addentratevi per trovare il coltello ideale per pugnalare, con successo, al cuore.
Sono anche presenti alcuni accessori per evitare di seppellire dei vivi: una campanella-sveglia da essere suonata in caso di risveglio. Parrà insolito ma non era poi cosi raro che venissero tumulati dei defunti solo in apparenza tali.

Prima di uscire ricordatevi di acquistare un souvenir: una tazza del caffè realizzata appositamente per il Bestattungsmusem è disponibile come ricordo della visita.


 


Like it? Share with your friends!

0