Viaggio tra i castelli più belli d’Italia

Viaggio tra i castelli più belli d'Italia, le migliori strutture difensive che possono sia riportarci in epoche medievali o anche farci sognare in alcune delle location più fiabesche d'Italia. Tra i castelli più belli d'Italia impossibile non inserire il Castello Miramare di Trieste, location della fiction dedicata alla Principessa Sissi, il Castel Monteriggioni posto in Toscana e il il castello di Fenis, poco distante da Aosta. Tra gli altri castelli più belli d'Italia impossibile non ricordare Castel Sant'Angelo e lo Sforzesco di Milano. Viaggio tra i castelli più belli italiani.

Piccola guida ai migliori castelli d’Italia

icona-articoloPur non essendo ai livelli di  Francia o  Germania, per esempio, anche  l’Italia ha un discreto patrimonio di edifici fortificati, alcuni davvero imponenti.
Il Castello Sforzesco di  Milano, per esempio, o Castel Sant’Angelo a  Roma senza dimenticarsi tutte le altre bellezze storiche utilizzate, in tempi passati, come struttura difensiva.

Indubbiamente molti di loro ci possono anche ricordare immagini fiabesche, quelle più classiche con cavalieri e principesse, non necessariamente ed unicamente episodi più violenti e tristi.
Enormi o piccolissimi, i castelli italiani sono spesso collocati su alture ma anche nei centri storici o anche distanti chilometri dall’attuale centro abitato. Ogni struttura, ogni edificio ha una sua storia, una sua origine ed un suo scopo.

I castelli più belli d’Italia

I castelli più belli d'Italia

Da nord a sud, da est a ovest, l’Italia ha indubbiamente un patrimonio storico di edifici fortificati. Tra i più belli castelli italiani non possiamo non ricordare il Castello Miramare di Trieste, location della fiction dedicata alla Principessa Sissi. Ma come non perdersi fra le mura del Mausolo di Adriano, meglio conosciuto come Castel Sant’Angelo, un vero e proprio monumento che da solo merita una visita.

In Toscana troviamo Siena ed il suo Castel Monteriggioni, un vero e proprio luogo suggestivo come altrettanto, per raggiungere quasi un estremo a nord del Paese, il castello di Fenis, poco distante da Aosta. In questa regione, una tra le più importanti a livello di strutture difensive d’Italia, troviamo uno dei castelli che più di ogni altro raccoglie visitatori provenienti da ogni parte d’Italia e non solo. Parliamo di oltre 70.000 visitatori che ogni anno si mettono in viaggio per ammirare questo capolavoro dotato di una doppia cinta muraria con diverse torri che avevano lo scopo di garantire un monitoraggio completo del territorio.

Ma come poi non pensare di visitare il Castello Scaligero di Sirmione, una delle mete più romantiche d’Italia posto giusto sul Lago di Garda nel punto più estremo, quasi a ridosso del  Veneto.
Ma, sempre in tema di romanticismo, come non pensare ad una visita al Castello di Gradara, nel circondario di Pesaro Urbino, indubbiamente uno tra i più castelli più belli d’Italia. Qua la storia mista a leggenda ci riporta a Dante e al tragico rapporto narrato tra Paolo e Francesca.

OneMag - Logo Micro
Castello di Brunico, l’altura della Val Pusteria

I castelli più belli d’Italia nei borghi

I castelli più belli d'Italia

Insolito pensare a piccole località, a volte anche poco conosciute, come meta di costruzioni difensive, anche di una certa rilevanza e alcuni dei quali da inserire sicuramente tra le fortezze più belle d’Italia.

E’ il caso della Rocca Borromeo di Angera, in provincia di Varese, che si erge magnifica sulle sponde del Lago Maggiore e che venne costruita per controllare i traffici. La sua proprietà passò dai Visconti, proprio originari della zona del Lago Maggiore nella sua sponda piemontese, a quella dei Borromeo, la cui proprietà è ancora oggi mantenuta.
Una visita alla Rocca ci permetterà di ammirare le sue sale storiche che oggi accolgono anche il Museo della Bambola e del Giocattolo, la più grande esposizione d’Europa in tema che racconta il giocattolo anche da un punto di vista educativo. Ma prima di lasciarvi alle spalle la Rocca passeggiata anche nel magnifico Giardino Medievale dove i mastri giardinieri hanno realizzato un luogo che rappresenta la concezione di giardino all’epoca medievale.

E come non ricordare, tra i castelli più belli d’Italia, il Castel del Monte ad Andria, in  Puglia, a circa 60 km da Bari e inserito, dal 1996, nella lista dei 54 siti italiani UNESCO. La sua costruzione risale al XIII secolo per mano di Federico II di Svevia a forma ottagonale. E’ uno degli esempi superlativi di castello medievale.
Ovunque nel mondo, infatti, ci si riferisce al Castello di Andria come ad un esempio geniale di quella che era l’architettura medievale. La planimetria mostra degli stili differenti di realizzazione, passando al gotico al romanico fino all’arte classica, osservabile nei fregi interni della struttura difensiva.

Ma in questo edificio fortificato anche qualcosa di islamico è rappresentato, grazie ai suoi imperdibli mosaici.

Castel Coira ci porta invece in Alto Adige, in Val Venosta, tra il passo Resia e  Merano, dove troviamo uno dei castelli meglio conservati di tutta la regione con una loggia da ammirare e con all’interno la più grande armeria privata. E’ da inserire sicuramente tra i castelli più belli d’Italia.
Le sue note ci riportano al febbraio del 1259 dove il Vescovo di Coira, vincitore di una faida ontro i balivi di Matsch, ottenne il diritto di costruire una fortezza in luogo a lui preferito.

Oggi il castello, di proprietà privata e aperto generalmente tra marzo e ottobre, è in stato diverso rispetto alla costruzione originaria. Dal 16° secolo, infatti, l’edificio perse la sua struttura medieale per essere completamente ammodernato e ampliato, grazie alla realizzazione di un cortile e di alcuni edifici abitativi. Proprio intorno alla metà del 16° secolo, quindi, la fortezza si trasforma per diventare una ricca residenza rinascimentale.

OneMag - Logo Micro
La storia del castello di Chillon

I castelli più belli d’Italia nelle grandi città

I castelli più belli d'Italia

Sostanzialmente due le strutture che gli appassionati di storia non possono perdersi.

La prima è Castel dell’Ovo, a Napoli, dove è facilmente ammirabile vista la sua dimensione. La leggenda ci riporta a Virgilio che al suo interne nascose proprio un uovo che aveva lo scopo di far mantenere salda la struttura dell’edificio. La sua rottura, infatti, avrebbe provocato il crollo del Castello ma a questo sarebbero poi successi ulteriori catastrofi all’intera città di Napoli.

Il Castello Sforzesco di Milano, uno dei veri simboli di Milano, è stato costruito da Francesco Sforza nel Quattrocento per opera dell’architetto Antonio Averlino detto Il Filarete, originario di  Firenze.
Nel Cinquecento il Castello passò sotto il dominio spagnolo che lo trasformò in una vera e propria cittadina militare, peculiarità che rimase in essere anche durante il successivo dominio asburgico e napoleonico.

Oggi il Castello Sforzesco è di proprietà del Comune di Milano che lo ha ulteriomente valorizzato rendendolo sede anche di alcuni tra i più importanti musei della città. Qui hanno infatti sede il Museo Egizio, il Museo degli Strumenti Musicali, la Pinacoteca, l’Archivio storico e Biblioteca Trivulziana e la Biblioteca d’Arte.
Da vedere come uno tra i più belli castelli d’Italia durante una visita alla scoperta di Milano.

Condividi su: