Viaggio nelle Americhe popolari e di nicchia

Viaggio nelle Americhe tra le destinazioni popolari e quelle di nicchia che si adattano alle vostre esigenze emotive. Ecco cosa si può fare viaggiando per le Americhe.

Viaggio nelle Americhe: tra destinazioni popolari e di nicchia

icona-articoloLe Americhe sono da sempre una destinazione ambita e di successo e, considerata la loro vastità, offrono una scelta quasi infinita di destinazioni interessanti ed affascinanti. L’importante è pianificare un viaggio lungo per non rischiare di tralasciare località oppure concentrarsi su mete alternative o al contrario su una scelta di quelle più gettonate.

Le destinazioni popolari e meno note dell’America

L’America del nord

L'America del nord

– La California

Nell’America del nord, per esempio, la California è sicuramente famosa per le città di  Los Angeles, la città più importante al mondo dalla quale arriva il 90 per cento della tecnologia contemporanea. La città di  San Francisco, più vivibile e moderna con il Golden Gate Bridge che è indubbiamente uno dei capolavori ingegneristici più famosi.  San Diego, città caldissima che rappresenta la vera essenza dell’intero stato ed è famosa per il suo zoo tra i più grandi al mondo ed il Sea World l’esperienza di interazioni con le forme di vita nell’oceano.

Ci sono poi le cosiddette ghost towns, le città fantasma. Bodie è quella meglio conservata con casette di legno tipiche del selvaggio west, saloon e miniera in collina. Calico Ghost Town, sottoposta ad interventi di restauro che hanno eliminato alcuni edifici originali, offre un pittoresco tour in locomotiva che permette la visita delle vecchie miniere. Carmel by the Sea, invece, è una cittadina dall’atmosfera da favola con una spiaggia incantevole ed una vocazione profondamente artistica.

– La Louisiana

Anche la Louisiana è una terra da scoprire andando oltre gli stereotipi più classici. New Orleans è sicuramente la città più grande dello Paese. La New Orleans è famosa per la sua tradizione artistica e culturale, nutrita da musica e cucina. Baton Rouge, nota anche come Red Stick, è la capitale. Si caratterizza per un’offerta universitaria impressionante e per i siti turistici di spessore culturale come l’Old State Capitol, lo Shaw Center of the Arts, l’LSU Rural Life Museum e gli Indipendence Park Botanic Gardens.

Lake Charles, inoltre, è la capitale dei festival della Louisiana con un centinaio di eventi distribuiti nel corso dell’anno. Tra i più celebri ci sono i Contraband Days, 12 giorni ad inizio maggio con concerti, stand gastronomici ed intrattenimento dal vivo. La parata storica Mardi Gras, il Cajun Music and Food Festival, il Marshland Festival e la Veteran’s Day Parade sono gli eventi da non perdere.

L’America centrale

L'America centrale

Il Belize

Anche l’America centrale rappresenta un concentrato di mete da scoprire. Cominciamo dal Belize, il Paese pieno di bellezze naturali e ricchezze archeologiche affacciato sul Mar dei Caraibi con una delle barriere coralline più belle e più lunghe del pianeta. Un viaggio in Belize non può trascurare la visita dei siti Maya, meno famosi rispetto a quelli messicani, ma ugualmente importanti. Tra questi è imperdibile Lamanai, con il particolare Tempio della Maschera, raggiungibile solo guadando il fiume New.

Meta obbligata è Belize City, maggiore città del Paese. Qui sarà possibile visitare il Baron Bliss Lighthouse, il faro con la sua magnifica vista sul porto. Di notte diventa un punto di osservazione di specie animali visibili solo con il buio. Ci sono, poi, la Cattedrale di St. John che richiama le architetture inglesi. Il Museo di Belize, allestito in un’antica prigione, che custodisce preziosi reperti archeologici.

L’America latina

L'America latina

– La Colombia

Sempre alla ricerca di mete particolarmente suggestive, il viaggiatore che sceglie il nuovo continente come meta, non può trascurare l’America latina.
E qui pullulano le località dal fascino ineguagliabile caratterizzate da siti di pregevole bellezza.
Las Lajas Sanctuary nel canyon del fiume Guáitara a sud della  Colombia, per esempio, è un luogo estremamente bello dall’architettura dettagliatissima inserita in un contesto naturale meraviglioso.
La città più antica della Colombia è Santa Maria, ricca di attrazioni come il Museo di Bolivar che espone numerosi oggetti preziosi. Ma a Santa Maria imperdibile è anche la Villa de San Pedro Alexandrino, del 17° secolo, dove Simon Bolivar ha trascorso gli ultimi anni della sua vita.

Ma la Colombia è anche nota per le sue meravigliose spiagge, tra cui quelle di Santa Marta e di Cartagena, spiagge tutto sommato piccole e le cui località sembrano più tipicamente esotiche.
Se amate l’atmosfera romantica allora prendete come punto di riferimento San Andreas e Providencia, due spiagge la cui peculiarità è quella di avere una sabbia bianca e candida come la neve.

– Il Perù

Così come la Valle Sacra degli Incas sulle Ande del  Perù con importanti monumenti archeologici e villaggi indigeni ricamati intorno a numerosi corsi d’acqua che scendono in piccole valli creando scenari incantevoli.
Atmosfera particolare a Cabo Polonio, in  Uruguay: un luogo incantevole che è anche un villaggio piccolissimo senza elettricità nel quale, però, non si avverte la mancanza di nulla. Tutt’intorno spiagge deserte, dune di sabbia bianchissima, leoni marini e tramonti da favola.

Ma torniamo subito al Peù in quello che è uno dei centri più importanti della cultura Nazca, ovvero Cahuachi, proprio nel deserto di Nazca. In passato uno dei più importanti centri di pellegrinaggio, oggi Cahuachi è annoverato tra i siti patrimonio mondiale dell’UNESCO.
Del resto il Perù è da sempre definito uno dei paesi più misteriosi al mondo, grazie alla presenza di antiche civiltà. Ma è anche un paese ricco di parchi nazionali, tra cui merita ricordare Pisac, in alta montagna. Qua è dove arrivare per ammirare paesaggi unici e magnifici ma anche per scoprire le strutture preistoriche create dagli Inca migliaia di anni fa e ancora oggi visibili.

– Ecuador

Baños de Agua Santa, o più semplicemente Baños, è la meta ideale per chi cerca avventura alla scoperta della Natura. La cittadina si trova nella provincia di Tungurahua, nel cuore  dell’Ecuador. Centro di pellegrinaggio cattolico, è famosa per le sorgenti calde di acqua minerale e per La Casa del Arbol, una casa sull’albero nota in tutto il mondo per “l’altalena alla fine del mondo”.
Imperdibile anche la città di Cuenca, nota per il suo fiume, il Tomebamba. La città è nota per i tantissimi edifici storici e le sue piazze, molte della quali si affacciano proprio sulle rive del fiume.
Anche qua sono imperdibili i parchi nazionali, tra cui il più noto è quello di El Cajas, ricco di laghetti e di lagune, ma anche il luogo dove trovare uno dei centri religiosi più noti del paese, Ingapirka.

Tra le attrazioni naturali dell’Ecuador impensabile non citare il vulcano Chimborazo, la cui cima è raggiungibile dopo un lunghissimo viaggio in treno di ben 8 ore. Se si vuole raggiungere  più velocemente la cima è assolutamente suggerito raggiungerlo in auto.
Da visitare in Ecuador anche le Isole Galapagos, altra importante attrazione turistica. Sono isole la cui natura cambia frequentemente, alcune sono ricoperte da boschi di mango mentre altre, al contrario, sono più simili ad un territorio desertico la cui unica presenza è quella dei cactus. Tutte, però, hanno delle spiagge meravigliose e per questo da inserire tra le cose da vedere nell’Ecuador.

 

Condividi su: