Viaggio nel Parco Nazionale di Gede Pangrango

Viaggio nel Parco Nazionale di Gede Pangrango con la scalata del vulcano attivo Gunung Gede alto oltre 2950 metri. Ecco come visitare il Parco Nazionale di Gede Pangrango.

Ecco il Parco Nazionale di Gede Pangrango

La attrattiva principale del Parco Nazionale di Gede Pangrango, ampio 15.196 ettari, è la possibilità di scalare la vetta del vulcano attivo Gunung Gede, alto oltre 2950 metri.

Nelle giornate di cielo limpido, dalla vetta del Gunung Gede è possibile scorgere Giacarta e la costa meridionale di Java. Trovandosi piuttosto vicino a Giacarta, questo vulcano è la meta indonesiana preferita da molti escursionisti.
Occorre però considerare che il numero di persone che possono accedervi è limitato e che a volte in alta stagione viene stilata una lista di attesa.

Al contrario, negli altri periodi è in genere possibile presentarsi direttamente sul posto e affrontare la scalata il giorno successivo. Una volta arrivati all’ingresso dei giardini, bisogna registrarsi e farsi rilasciare dall’ufficio il permesso per la scalata, il costo è di 250.000Rp, poco meno di 15 euro.

Questo ufficio gestisce un centro informazioni che distribuisce volantini sul parco, famoso per la sua foresta alpina e per la sua ricca avifauna, che comprende anche il raro Spizaeto di Giava, un raro uccello rapace.

Ufficialmente, dovreste si dovrebbe assumere una guida che vi accompagni sulla vetta, il cui costo per due giorni andata e ritorno è di 500.000Rp.
In pratica il sentiero risulta facile da seguire e spesso viene evitata la seppur contenuta spesa.
Il Gunung Gede è chiuso agli escursionisti in caso di temporali, di norma da gennaio a marzo e spesso anche in agosto.

L’escursione

Parco Gede Pangrango, escursione

Partendo dai vicini giardini di Cibodas, il sentiero passa accanto al Telaga Biru, un lago dalle magnifiche tonalità azzurro-verdi. Nei pressi del sentiero principale si trovano le Cascate di Cibeureum. La maggior parte degli escursionisti che intendono fare un picnic non si spingono oltre questo punto, ma alcuni proseguono fino alle sorgenti termali, situate a tre ore e mezzo di cammino dall’ingresso del parco.

Il sentiero continua a salire fino a Kandang Badak, dove è stato costruito un rifugio sulla sella che collega le vette del Gunung Gede e del Gunung Pangrango, alto oltre 3000 metri.

La scalata per la cima

Parco Gunung Gede

Per compiere l’impegnativa scalata di tre ore che conduce sulla vetta del Pangrango bisognerebbe prendere il sentiero situato sulla destra. In realtà il sentiero che quasi tutti scelgono è quello a sinistra, più agevole anche se altrettanto ripido. In questo modo però in circa 90 minuti si raggiungerà la sommità del Gunung Gede, dalla quale è possibile ammirare un panorama spettacolare.

Corea del SudCosa occorre sapere della Corea del Sud
Cosa occorre sapere della Corea del Sud, lo stato asiatico confinante unicamente con la Corea del Nord. Consigli e suggerimenti per visitare la Corea del Sud.
Continua a leggere


Sotto la vetta si trova il Cratere del Gede, dal quale si può proseguire fino al Prato di Suryakencana. Dal momento che il percorso di 10 km che raggiunge direttamente la vetta del Gunung Gede richiede tra andata e ritorno almeno 12 ore di cammino, è consigliato mettersi in marcia il più presto possibile e di portarsi con se degli indumenti caldi visto che le temperature possono farsi molto rigide.

In genere gli escursionisti si mettono in cammino alle 2 di notte, in modo da poter raggiungere la vetta al mattino presto, prima che venga avvolta dalla foschia. Importante ricordarsi, quindi, la torcia elettrica.

Scopri di più:

Giappone, queste le città da visitare
L’anima cosmopolita del Qatar

 

Condividi su: