Condividi su:

Cosa vedere a Verucchio | Il borgo tra i più belli d’Italia

Leggi tutti gli articoli della provincia di Rimini
Mappa di Verucchio
Mappa di Verucchio | Cartina geografica su dove si trova Verucchio | @Apple Maps

Icona articolo onemagUn vero capolavoro dell’architettura urbanistica della Romagna, Verucchio è un piccolo borgo di collina dall’aspetto medievale, modellato nei secoli passati dalla omnipresente famiglia romagnola dei Malatesta, che durante il medioevo ebbe forte influenza su tutto questo territorio. Giusto pochi minuti di passeggiata servono per scorgere della bellezza di questo piccolo villaggio, da scoprire passo dopo passo, anche senza una precisa meta. Il panorama che si gode dalla cima di esso è davvero immenso, che spazia su vaste lande di dolci alture dai toni giallognoli e verdastri.

A rendere ancor più interessante questo borgo della periferia riminese è la breve distanza da molti degli altri luoghi d’interesse della ⇒ Riviera Romagnola. Questo rende tale meta della Via Marecchiese una tappa ancor più imperdibile. Le pareti degli storici edifici che costellano il centro cittadino celano un passato intrinseco di famiglie feudatarie e grandi progetti urbanistici, come quello della Rocca Malatestiana. Potessero però parlare queste mura andrebbero a raccontare per certo le tante tradizioni e la caratteristica cultura locale dei suoi cittadini.

È un luogo vivo, animato giorno e notte, nonostante le sue piccole dimensioni, che accoglie i visitatori a scoprirlo durante ogni stagione, da quella estiva, con il suo piacevole clima, a quelle di passaggio, dove il paesaggio si pastella di colori incredibilmente pittoreschi. Stuzzicati dalle immagini che presentano il borgo è tempo di avventurarci a scoprire cosa vedere a Verucchio, attraverso alcune delle più importanti attrattive della Romagna intera.

Cenni storici

Verucchio è un concentrato di storia millenaria. Le sue origini infatti non si riescono collocare in un momento esatto, bensì su un periodo esteso: dei reperti rinvenuti in questo sito confermano la presenza di un centro abitato già nel lontano X secolo a.C., probabilmente opera delle civiltà villanoviane, precedenti a quelle etrusche.

Comprensibile però che quello del X secolo a.C. fu un luogo ben diverso dal Verucchio che conosciamo oggi. Infatti, per vedere nelle alture romagnole il borgo, così per come lo stiamo conoscendo, occorre fare un salto temporale di duemila anni. Dopo che il primo centro abitato ben sviluppato, che fu non altro che una fortezza romana creata per respingere le invasioni barbariche, cadde in rovina, bisognò attendere l’arrivo dei Malatesta per finalmente veder nascere il borgo odierno. La potente famiglia medievale, infatti, diede al luogo il fasto che si meritava, e con esso l’intera Romagna.

Ma ciò che più tra tutti gli altri borghi rende Verucchio importante, a livello storico, è che, secondo alcune fonti, si tratta della culla dei Malatesta, il luogo natio di questa importante famiglia. Nel medioevo questa località fu ben nota nel mondo feudale e dai personaggi di un certo rilievo, tanto che Dante Alighieri in persona accennò nella Divina Commedia la sua esistenza, trascrivendo il Mastin Vecchio come condottiero di questa importante famiglia.

È così, i secoli passarono e il luogo conservò a lungo il suo splendore, rimanendo sorprendentemente conservato dai pericoli naturali e bellici. Comprensibile che, sebbene questo luogo custodisca avidamente il proprio nucleo antico centrale, l’avvento dell’era moderna abbia modulato parte del comune, facendo nascere una frazione periferica incentrata sull’industria e sul settore terziario, giusto ai piedi dell’omonimo colle Verucchio.

OneMag-logo
Link-uscita icona Cosa vedere a Santarcangelo di Romagna | Il medioevo romagnolo

Cosa vedere a Verucchio | Itinerario completo su cosa visitare

Cosa vedere a Verucchio, Piazza Malatesta
Cosa vedere a Verucchio, Piazza Malatesta

Ed è proprio dal nucleo storico che il nostro emozionante viaggio si concentra. La sontuosa Piazza Malatesta è il cuore pulsante di Verucchio, intitolata alla casata che le diede il massimo del suo splendore. L’urbanistica della piazza conserva la tipica struttura del medioevo, ma con strutture rinascimentali, di pregevole fattura settecentesca, tra cui lo stesso Municipio, che almeno esternamente merita essere ammirato.

Appena pochi minuti di passeggiata che si riesce a comprendere i vari motivi per cui questo sia un comune insignito nel circuito de I Borghi più Belli d’Italia, con tanto di premiazione di Bandiera Arancione conferita dal Touring Club Italiano, prestigioso titolo assegnato a pochi luoghi d’élite.

L’ubicazione del borgo, nel cuore della Valmarecchia, ha contribuito nel far sì che il borgo assumesse il suo attuale aspetto, con file di edifici che via via salgono sulle pendici del colle. Questo collinoso territorio è stata la casa di diverse popolazioni preromaniche, abituali a praticare riti funebri, come testimoniato dal rinvenimento di diversi reperti archeologici. Molti di questi reperti sono oggi ben esporti nel Museo Civico Archeologico.

La Piazza Malatesta, assieme ad altre piazze del centro storico, sono teatro di uno dei più importanti eventi della Valmarecchia, il Verucchio Music Festival, a tema appunto musicale, che attira turisti provenienti da tutta Italia.
E così, uscendo dalla centrale piazza andiamo a scoprire la Chiesa Collegiata di San Martino, insignita come una delle principali cose da vedere a Verucchio. Quest’opera è una delle massime espressioni di architettura religiosa nella Valmarecchia, di fattura ottocentesca e custode di diverse inestimabili opere d’arte, tra cui due crocifissi in legno.

OneMag-logo
Link-uscita icona Cosa vedere a Brisighella | Il borgo colorato in Romagna

Rocca Malatestiana di Verucchio

Cosa vedere a Verucchio, Rocca Malatestiana di Verucchio
Cosa vedere a Verucchio, Rocca Malatestiana di Verucchio

Simbolo per eccellenza del borgo è la Rocca Malatestiana, talvolta indicata anche con il nome di Rocca del Sasso, nome derivata dalla sua posizione arroccata su uno sperone di roccia, che ne sembra quasi il naturale innalzamento. Di questa splendida opera architettonica se ne cita l’esistenza sin dal 962 d.C., alche fa presupporre a una datazione ancor più antica. Questa fu, nelle narrazioni dantesche della Divina Commedia, la residenza del Mastin Vecchio, che rese celebre Verucchio e l’area limitrofa in tutto il mondo. L’edificio fu nel corso dei secoli fortificato e rimaneggiato, con un susseguirsi di opere di costruzione volute dapprima dai Malatesta, poi da Sigismondo Pandolfo. Quest’ultimo, noto Signore di Rimini, fece erigere nel XV secolo quelle che ancora oggi, a tratti, si possono ammirare in tutto il loro splendore: le mura difensive. Oltre che per visite guidate, la Rocca Malatestiana di Verucchio è adibita per ospitare appuntamenti speciali, come eventi, feste e cene medievali: imperdibile.

OneMag-logo
Link-uscita icona Coriano, Rimini | Cosa vedere a Coriano

Convento di Santa Croce

Ultima, importante, attrazione da visitare a Verucchio è il Convento Francescano di Santa Croce, importante meta di pellegrinaggio nonché sito turistico di alto valore. A caratterizzare questo luogo di suggestione è il chiostro dove riposa il Cipresso di San Francese. Si tratta di un vero e proprio monumento naturale, un albero di 800 anni, nato dal bastone piantato dal Santo di Assisi durante il suo cammino da Rimini a ⇒ San Leo verso La Verna.


 

Condividi su: