Cosa vedere a Varenna,
il borgo gli innamorati

Tutti gli articoli della provincia di Lecco

icona-articoloQualche casa colorata con uno sfondo imperdibile delle montagne è una delle descrizioni che più identificano Varenna, cittadina da scoprire sulla sponda lecchese del lago di Como. Poche centinaia di abitanti hanno scelto di viverci, in una località ancora poco nota e che spesso risulta all'ombra della più visitata → Bellagio, giusto a fianco. Ecco quindi l'occasione perfetta per andare alla scoperta di uno dei brghi più romantici della Lombardia, ricca di vicoli e di un breve percorso pedonale noto come la passeggiata degli innamorati. Si tratta di una passerella a sbalzo sull'acqua che permetterà di raggiungere Varenna giusto dopo essere scesi dal traghetto, se avete scelto questa modalità per visitarla.

Meta perfetta quindi per un weekend di assoluto romantico relax, Varenna è splendida in ogni stagione, anche per eventualmente trascorrere unicamente una giornata fuori porta. Se avete modo, sceglietela magari in primavera quando i giardini sono fioriti e colorati ma anche in autunno, scoprendola magari durante il periodo del foliage. Qualunque sia il periodo prescelto, avrete modo di visitare un borgo ricco di ristoranti e con ville storiche da sogno, spesso proprietà di turisti stranieri che hanno scelto di trascorrere qua parte della loro vacanza. Pronti quindi a scoprire cosa vedere a Varenna?

 

 

Cosa vedere a Varenna

Prima di iniziare a scoprire le cose da vedere a Varenna ricordiamo che le sue origini sono davvero antiche, risalenti al periodo gallico. Dopo essere stata territorio romano, furono i Longobardi a governarla, realizzando qua il Castello di Vezio come difesa di tutta la costa. La sua storia la ricorda anche alleata di Milano contro Como e dopo che quest'ultimi distrussero l'isola Comanica, gli abitanti scelsero Varenna per trovare rifugio, rendendola presto economicamente florida.

Dopo questa veloce panoramica, iniziamo a passeggiare proprio dal suo centro storico e dalla Piazza San Giorgio, la principale del borgo lecchese. Qui ha sede proprio l'omonima chiesa, realizzata nel XIII secolo su un precedente edificio di culto. Proprio dopo averla visitata si potranno percorrere i tanti vicoli in direzione del lago, caratterizzati da botteghe e negozi dove magari fare un primo acquisto come ricordo del viaggio.

 

Villa Monastero

Cosa vedere a Varenna, splendidi giardini di Villa Monastero
Splendidi giardini di Villa Monastero a Varenna

Una volta raggiunto il lungolago sarete sicuramente attratti dalle tante terrazze affacciate sul lago, spesso annesse ai ristoranti che le propongono come giardino estivo.

Tra le attrazioni del centro storico meritano sicuramente una visita → Villa Monastero e → Villa Cipressi.

La prima, di proprietà della Provincia di Lecco, è una delle principali attrattive del territorio per la sua posizione strategica, immersa nel verde con di fronte a sé il pittoresco lago. Il cuore della Villa è la Casa Museo. In questo l'ingresso dell'atrio introduce a 14 sale, totalmente arredate secondo il gusto e lo stile di ben quattro secoli di storia. Durante questi secoli nella villa sono passati numerosi ospiti illustri nel panorama culturale e artistico italiano ed europeo. Al suo interno troviamo anche  un centro convegni, conosciuto a livello internazionale per le lezioni di fisica tenute nel 1954 dal Premio Nobel Enrico Fermi. Ogni anno la Società Italiana di Fisica organizza a Villa Monastero i propri corsi.

 

Giardini di Villa Cipressi

Cosa vedere a Varenna, giardini di Villa Cipressi
Giardini di Villa Cipressi a Varenna

Il complesso di Villa Cipressi è caratterizzato da vari edifici, costruiti principalmente tra il XV e il XIX secolo. Immersa nel verde, Villa Cipressi offre ai suoi visitatori un percorso botanico che scende fino alle rive del lago. I suoi giardini, tra l'altro, custodiscono specie rare e di altissima importanza botanica mondiale.

Da Villa Cipressi inizia un viaggio che attraversa innumerevoli profumi e sensazioni affascinanti. Questo perché non si tratta di un normale giardino botanico, bensì si trasforma in un capolavoro di design con piante autoctone che convivono con quelle che hanno fatto la storia del parco.
Grazie al clima dell'Insubria, molto simile a quello ligure, il giardino a terrazze rivolte verso il lago esplode in tutta le sue tonalità colorate: dal carpino nero, palma del Giappone, fino all'alloro.

 

Brunate, la terrazza di Como
Brunate, pochi km da Como, è una località posta a 700 metri di altezza raggiungibile con la funicolare Como-Brunate e dove poter ammirare, da una...

Sorgente del Fiumelatte

Cosa vedere a Varenna, Fiumelatte
Fiumelatte a Varenna

Dopo aver visitato il centro storico, merita proseguire per scoprire le cose da vedere a Varenna attraverso una serie di sentieri e passeggiate.

Diverse sono le escursioni che possono essere praticate, in base al tempo a vostra disposizione, ma fra tutte risultano imperdibili quelle che vi condurranno al Castello di Vezio e alla sorgente del Fiumelatte, poco sopra il centro abitato.

Per raggiungere il → Castello di Vezio si potrà percorrere un sentiero oppure, più semplicemente, arrivarci in auto. Qua su un promontorio trovate il Castello di Vezio, voluto dalla regina Teodolinda durante il periodo longobardo di Varenna. Dalla sua posizione si monitoria l'intero Lago di Como e per secoli ha protetto i suoi abitanti e che dopo un restauro avvenuto alla metà del secolo scorso è oggi visitabile anche al pubblico. La sua apertura è generalmente da marzo a novembre ma meglio accertarsene sul sito ufficiale prima di trovarlo non aperto per eventi riservati o altro.

L'altra passeggiata è quella invece al Fiumelatte, una sorgente di solo 250 metri di lunghezza, uno dei corsi d'acqua più brevi in Italia. Il suo nome deriva dalla regolare intermittenza, una pendenza che gli ha reso proprio il candido colore e che è anche noto come fiume delle due Madonne. Per vedere la sorgente, da Piazza San Giorgio, nel centro del paese, si deve proseguire a sud per circa 200 metri fino al piazzale del cimitero.
Da qui, una scaletta ripida conduce al sentiero che corre a mezza costa parallelo al lago raggiungendo la sorgente dopo 1 km.

 

Cosa vedere a Cernobbio
Cernobbio, la spettacolare cittadina ubicata lungo le rive del Lago di Como, con alle spalle il Monte Bisbino, e popolata da circa...

Il Museo Ornitologico

Interessante tra le cose da vedere a Varenna anche il Civico Museo Ornitologico Luigi Scanagatta. Si tratta di una tra le raccolte ornitologiche più importanti della regione, fondato nel 1962 proprio dal naturalista Luigi Scanagatta, noto esperto botanico, che qui ha raccolto vari esemplari dell'avifauna sia stanziale che migratoria della zona.

Al suo interno sono presenti numerosi volumi di alto valore scientifico e una visita permetterà di comprendere anche gli ambienti naturali presenti nei dintorni di Varenna. Merita anche un sguardo la sala denominata laboratorio dei sensi, posta giusto accanto all'esposizione museale vera e propria, dove si potranno scoprire le occasioni di scambio tra l'uomo e l'ambiente.

Continua a scoprire la provincia di Lecco:

Ultimo aggiornamento 28 Luglio 2022