Condividi su:

Valtournenche, il borgo pittoresco
della Valle d’Aosta

icona-articoloValtournenche è un comune della Valle d’Aosta di 2.000 abitanti circa, meraviglioso almeno quanto le vallate vicine.
Il suo turismo è principalmente dovuto alle piste sciistiche, specialmente quella di Breuil-Cervinia.
In cima alla valle, infatti, si innalza uno dei monti più famosi di tutta la catena alpina, il Cervino.

Il borgo si sviluppa a nord della Valle d’Aosta a partire da Chaillon, un comune francese di 99 abitanti situato nel punto dove la S406 inizia la sua ascesa della vallata. Dopo circa 7 km di ripida salita, la strada raggiunge Antey-St.-André, un comune costituito da sparsi gruppi di case, vicino al fiume e lungo le pendici circostanti.

Cosa vedere a Valtournenche

Valsesia, turismo nella valle più verde d’Italia, il paesaggio

Tra le cose da vedere a Valtournenche, la più importante è la Chiesa parrocchiale, eretta nel 12° secolo ma accuratamente restaurata negli ultimi 200 anni.
Il campanile, staccato dal corpo dell’edificio, risale al 15° secolo ed è stato costruito trasformando una torre difensiva risalente a un periodo precedente.

Al di sopra del villaggio, una stradina si inoltra serpeggiando tra le montagne a est, fino a La Magdeleine, piccola località ricca di hotel con spettacolari panorami e alcuni mulini ad acqua antichi, alcuni oltretutto ancora in attività, che macinano la farina per il tradizionale pane nero locale.

Sul versante opposto della vallata, troviamo un’altra strada tortuosa, quella che da Antey-St.-André porta alla piccola località turistica di Torgnon. Qui merita visitare la chiesa parrocchiale di San Martino, ornata internamente con sculture rinascimentali.

Valsesia, turismo nella valle più verde d’Italia, il complesso sciistico
L’impianto sciistico di Valtournenche

A nord di soli pochi chilometri dalla S406, precisamente a Buisson, ha capolinea la funivia per il piccolo e isolato paesino di Chamois, che non ha accesso stradale. A Chamois sarà possibile ammirare un panorama spettacolare dell’intera catena montuosa.
Panorami simili si possono ammirare anche dagli impianti che partono da Valtournenche, impianti noto per l’alto numero e l’ottima professionalità delle guide alpine.

Da Breuil-Cervinia, stazione sciistica più moderna della zona, partono diverse funivie per raggiungere le cime circostanti. Da lassù, in estate si può seguire uno dei numerosi sentieri, e in inverno avrete accesso a più di 175 chilometri di piste sciistiche.


 

Condividi su: