Vacanze in Val di Fiemme in Trentino, la montagna in estate

Val di Fiemme, attività nelle Dolomiti del Trentino


Condividi su:

Cosa vedere nella Val di Fiemme

Tutti gli articoli del Trentino Alto-Adige

Icona articolo onemagLa Val di Fiemme si estende tra due parchi naturali del Trentino Alto-Adige, incantevole vallata confinante con la Valsugana, la Val di Fassa e la Val d’Ega. Frequentata in inverno grazie alle piste sciistiche, in estate viene riscoperta per le escursioni e le passeggiate che possono essere svolte anche nei suoi dintorni, nel Parco del Monte Corno e nel Parco Naturale di Paneveggio Pale di San Martino. Oltre alle due principali aree protette, il territorio della Val di Fiemme è composto da 11 comuni tra cui Tesero, Predazzo e Cavalese, i principali.
Territorio storico, la Val di Fiemme è nota tra l’altro per aver fondato una comunità, quella omonima, che nel XII secolo ha inaugurato una forma di autogoverno autonomo. In inverno la zona viene frequentata per le sue cinque aree sciistiche e due centri dove è possibile praticare invece sci di fondo. Pronti a scoprire cosa vedere e cosa fare nella Val di Fiemme?

 

Val di Fiemme in estate

Val di Fiemme in estateLa Val di Fiemme in estate è perfetta per effettuare delle escursioni oppure passeggiare nelle già citate aree protette. Grazie a una ricchezza di flora e fauna, avvalorato dall’imperdibile panorama delle Dolomiti, la Val di Fiemme si rivela imperdibile anche nella stagione calda. Oltre alle escursioni si può portare i propri piccoli a visitare Cermislandia, un parco giochi interamente immerso nel verde dove sia figli che genitori potranno divertirsi in un contesto sicuro e ludico. Se amate la bicicletta, e sopratutto la mountain bike, non mancate allora al Bike Park Cermis, luogo ideale per praticare freetime. La Val di Fiemme in estate ha davvero tanto da offrire.

Se apprezzata la cultura moderna allora cercate a Cavalese il Centro d’Arte Contemporanea. Siamo in uno dei luoghi ideali da visitare magari in giornate di pioggia per soddisfare, anche durante la propria vacanza, la voglia di conoscere l’arte e la cultura locale della zona. Interessanti i dintorni rappresentati dai borghi che offrono la vera storia e l’arte della Val di Fiemme. In questo caso merita sicuramente una visita a San Michele all’Adige al Museo degli usi e costumi della Gente Trentina. Questo è il museo ideale per conoscere la cultura degli abitanti della valle.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Visitiamo Mezzano, il borgo delle cataste di legno

Dove sciare in Val di Fiemme

Cosa vedere nella Val di Fiemme, Skimap
Val di Fiemme, Skimap – © Flickr – Ph. lpvva1

La Val di Fiemme è una delle più importanti zone delle Alpi italiane per lo sci.

La valle dolomitica conta un totale complessivo di circa 110 chilometri di piste, con una cinquantina di moderni impianti di risalita e per un totale di cinque aree sciistiche. Grazie all’evoluta rete di innevamento programmato, la Val di Fiemme offre ai visitatori la possibilità di sciare ininterrottamente da circa metà novembre ad aprile inoltrato. La Val di Fiemme, come per gran parte delle Dolomiti, è rinomata per il bel tempo. Negli ultimi anni, infatti, si sono registrati una media di 7-8 giorni di sole su 10, garantendo un meteo stabile ideale per gli sport invernali.

L’intera valle è dotata di piste e discese adatte a ogni grado di esperienza, da quelle amatoriali sino alle più adrenaliniche. Numerose sono anche le strutture attrezzate per istruire grandi e piccoli alle prime armi con lo sci e lo snowboarding.

A impreziosire ancor di più la Val di Fiemme c’è indubbiamente la possibilità di sciare al chiaro di luna, con alcune piste che organizzano attività fino a sera inoltrata. Il più grande comprensorio sciistico è lo Ski Center Latemar, che si estende fino in Alto Adige con la skiarea di Obereggen. Panorami spettacolari si possono godere dall’Alpe Lusia, sopra il piccolo comune di Bellamonte. I tre passi di Lavazé, Oclini e Rolle completano la ricchissima offerta sportiva della Val di Fiemme, con una particolare vocazione per lo sci nordico.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Il Lago di Ledro, il bacino Patrimonio UNESCO nell’estremo sud della regione

Le località della Val di Fiemme

Cavalese

Cavalese, Val di Fiemme, TrentoLa prima cittadina della Val di Fiemme è Cavalese, il principale centro turistico, il luogo che ospita gli eventi della stagione estiva con numerose strutture ricettive. Proprio dal centro cittadino parte la funivia che raggiunge il Cermis, uno dei principali impianti di risalita della Valle. Questa è una prerogativa unica di Cavalese che permette di raggiungere facilmente la vetta sia per gli sport invernali che per praticare escursioni estive di ampio respiro. Alla partenza troverete un comodo parcheggio ma è anche raggiungibile da praticamente ogni bus dalle località di vallata che a Cavalese transitano o effettuano capolinea.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Soraga, visitiamo il borgo della Val di Fassa

Predazzo

Val di Fiemme, Predazzo

Predazzo è la seconda cittadina come numero di abitanti dell’intera Valle. Da qui partono diverse strade percorse sopratutto in inverno per raggiungere le località sciistiche ma Predazzo è interessante da visitare proprio come borgo in sé.

Il centro storico è un piccolo gioiello in grado di offrire eventi e spettacoli che animano l’estate turistica. Ideale da percorrere anche per persone con difficoltà motorie o anziani, Predazzo offre infatti un territorio pianeggiante semplice da fare.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Selva di Val Gardena, lo splendore delle Dolomiti

Tesero

Tesero è considerata una località turistica di punta non solo per la Val di Fiemme, ma per tutto il Trentino.

Il piccolo centro abitato, che conta pressapoco tremila residenti, è noto soprattutto per l’idilliaco paesaggio circostante, per l’architettura tipicamente rustica e per il folclore locale ricco di tradizioni. Capitale del benessere e delle attività sportive, Tesero offre numerose possibilità turistiche sempreverdi, da godersi in estate, in inverno o in entrambe le stagioni. Le vaste distese di prati verdi si compongono per sentieri e percorsi ciclistici ed escursionistici, in cui cimentarsi in avventure rigeneranti respirando l’aria pura della Val di Fiemme.

Puntando lo sguardo verso l’alto, invece, Tesero è abbracciata da lunghe, imponenti, creste montuose, ricche di piste sciistiche e impianti di risalita di primo livello. Il moderno impianto di innevamento artificiale garantisce neve perenne da fine novembre/inizio dicembre sino a marzo inoltrato, un periodo considerevolmente lungo se ci si ricorda di trovarsi a nemmeno 900 metri d’altitudine. Il Centro del Fondo Lago di Tesero ospita annualmente le competizioni di Coppa del Mondo FIS di Sci di Fondo, oltre alle tappe finali del Tour de Ski e di Combinata Nordica. Non solo: Tesero ha ospitato in ben tre occasioni, nel 1991, nel 2003 e nel 2013, i Campionati Mondiali di Sci Nordico. Inoltre, la cittadina sarà uno degli “host sites” dei XXV Giochi olimpici invernali di Milano-Cortina 2026.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Val di Racines e Val Ridanna

La gastronomia della Val di Fiemme

La gastronomia della Val di FiemmeQualunque sia la scelta tra gli 11 paesi della Valle, in ognuno sarà possibile trovare una forte identità gastronomica. La tradizione culinaria è quella tipica contadina con prodotti semplici tra cui patate, miglio, grano e crauti, tutti ingredienti che forniscono le materie prime per alcuni piatti della tradizione. Da provare la zuppa d’orzo e la polenta ma anche i canederli e la versione locale del gulash.

Merita percorrere la Strada dei Formaggi delle Dolomiti per scoprire le tante varietà qua prodotte come il Fontàl ma anche il noto Caprino di Cavalese, entrambi da provare con uno del miele qua prodotto. A livello di salumi, molti gli insaccati prodotti anche questi da provare con il miele ma anche una delle varie conserve tipiche di queste latitudini. Per concludere con la gastronomia tipica della Val di Fiemme merita provare la selvaggina e i funghi. Se volete entrare nelle tipiche antiche tradizioni degli allevatori e conoscere meglio i prodotti autoctoni, partecipate alla Desmontegade di Cavalese e Predazzo, organizzata nel mese di settembre.


Contenuti suggeriti per te:

C

 

Condividi su: