Vacanze a Valencia in Spagna, tutto quello che devi sapere

Valencia, la terza città della Spagna è un tripudio di attività e di curiosità. Se vuoi esplorare la cultura spagnola ecco la città che potrebbe proprio fare al caso tuo. Queste le cose che devi sapere in un viaggio a Valencia.

Valencia, la guida turistica

La terza città della Spagna è Valencia, una meta tra le più tradizionali e piuttosto distante dalle due città principali, Barcellona e Madrid.
E’ una città non invasa dal turismo di massa e in grado di offrire una atmosfera tipicamente spagnola, frequentata dagli studenti e dalle famiglie. E’ una di quelle mete in grado di offrire tanto in arte, storia e cultura.
Ma non solo, naturalmente.

Cosa vedere a Valencia

Una vacanza a Valencia dovrebbe comprendere una visita alla Ciudad de las Artes y las Ciencias. E’ una collezione di edifici che oggi rappresentano uno dei simboli della città. Con una estensione di oltre 2 km, la Città delle Arti e Scienze ospita 6 edifici, tra cui il più grande acquario d’Europa ed un meraviglioso giardino meritevole sicuramente di una visita.

Di sera tutta l’area viene egregiamente illuminata trasformandosi nel luogo ideale dove fare una passeggiata.

Guida turistica di Valencia, Ciudad de las Artes y las Ciencias

 

Il fiume Turia

Fino agli ultimi mesi degli anni ’50, Valencia era costeggiata dal Turia, un fiume che attraversava l’intera città. In quel periodo però a causa di un grande allagamento, venne coperto e trasformato in uno dei più grandi parchi urbani della Spagna.

La sua lunghezza di ben 9 Km lo rendono ideale per una passeggiata o per una escursione in bicicletta.
Lungo il percorso numerosi i luoghi dove sorseggiare una birra, degustare i tapas o anche assistere a concerti. Imperdibile.

Qualcosa di più classico e culturale è sicuramente la Cattedrale di Valencia. Si trova tra Plaza de la Virgen e Plaza de la Reina, l’imponente cattedrale di Valencia racconta un’affascinante storia di storia tra le sue mura.
L’edificio colpisce anche per la presenza di 3 differenti stili architettonici: barocco, romanico e gotico.

Nel suo interno potrete salire sulla torre da cui ammirare la vista dell’intera città.
Questo particolare, tra l’altro, inserisce la Cattedrale tra le attrattive turistiche più note di Valencia.

Guida turistica di Valencia, Cattedrale

 

Da non perdere anche il Mercado Central, il sogno di ogni persona che apprezza il cibo.
Lunghe file di pasticcini, prodotti artigianali e tantissimi souvenir speciali.
Attenzione a non andarci troppe volte: il rischio di perdere la propria linea e di accumulare tanti regalini è praticamente assicurata.

Diversi anche i musei da visitare, tra tutti l’Iber Museo de los Soldaditos de Plomo, troverete a più grande collezione di soldatini di tutto il mondo. Anche la ricreazione storica in cui vengono inseriti merita una rilettura della storia.

leggi anche:

Barcellona, surrealismo e divertimento sfrenatoBarcellona, surrealismo e divertimento sfrenato
Barcellona, la capitale della Catalogna è una città ricca di arte ma anche di divertimento. Ecco cosa vedere a Barcellona.

Cosa mangiare a Valencia

La cucina spagnola varia da località e da regione.
Ma indubbiamente è qui che si deve provare la paella, nella sua città d’origine.
Trovate anche dei corsi in grado di insegnarvi come preparare la vera ed originale paella e di portare a casa poi l’esperienza.
Immancabile anche il tanto pesce fresco. Qui si trovano davvero tanti locali in grado di proporti il pescato del giorno e non avrai difficoltà a trovarne nei vari mercatini se preferisci cucinarlo a casa.

Scopri di più:

I migliori piatti da provare in Spagna
Il Museo del Prado di Madrid

 

Condividi su: