Vacanze a Trento alla scoperta di natura, storia e tradizioni

Vacanze a Trento alla scoperta di natura, storia e tradizioni per scoprire la Basilica di Vigilio, il Palazzo Pretorio, la Torre Civica e gli affascinanti dintorni. Ecco cosa vedere a Trento e dintorni

Viaggio a Trento

Situata nella valle del fiume Adige, caratterizzata da notevoli diversità territoriali e di popolazione, la città di Trento è poco conosciuta. Eppure il capoluogo del Trentino Alto Adige ha bellezze architettoniche e naturali degne di nota. 

La città ha una storia intensa: prima autonoma, poi asburgica e poi italiana, ed in essa permangono conflitti mai appianati, mentre molto più armonici risultano i rapporti con la meravigliosa natura locale, l’architettura e l’arte cittadine ben fermate nei monumenti cittadini. 

Cosa vedere a Trento

Cosa vedere a Trento, la fontana

Su Piazza Duomo, per esempio, si affaccia la Basilica di San Vigilio patrono della città, chiesa principale della città che nella seconda metà del Cinquecento ha ospitato il Concilio di Trento. Il Duomo oggi si presenta come un edificio armonioso ricostruito con l’aggiunta di elementi gotici e barocchi che rendono ricco ed unico l’edificio. Caratteristico è il rosone che illumina la navata centrale, la Ruota della Fortuna, e le due scale ramanti che portano ai campanili.

Anche il Palazzo Pretorio e la Torre Civica si affacciano su Piazza Duomo in tutta la loro maestosa bellezza pregna di storia. Nel Palazzo è ospitato il tesoro della Cattedrale ed il Museo Diocesano Tridentino con quadri che raffigurano gli avvenimenti del Concilio di Trento. Nelle fondamenta del palazzo è visibile l’area archeologica con la porta Veronensis e  la via Augusta che arriva da Verona.

La Torre Civica è caratterizzata da un grande orologio funzionante e dalla campana della Renga, al suo interno, che originariamente annunciava le condanne a morte che venivano eseguite sulla piazza. La Torre è visitabile e salendo i 156 scalini presenti all’interno si arriva a godere di una splendida vista sulla città e sulle montagne circostanti.

Il Castello del Buonconsiglio è un’altra meta imperdibile caratterizzato da alte mura e da una posizione lievemente sovrastante sulla città. Esso rappresenta un polo museale  che con Castel Beseno e Castel Stenico conserva ricche collezioni di dipinti, sculture e tante testimonianze di arte e cultura locali.

Cosa vedere nei dintorni di Trento

Cosa vedere a Trento, lago di Toblino

Tra le bellezze naturali di Trento e dintorni, spicca Monte Bondone, noto come l’Alpe di Trento, che con i suoi 2100 metri di altezza domina sulla città. Le cime del monte rientrano nella Riserva Naturale Integrale dove è possibile trovare sport e svago in estate ed in inverno grazie allo Snowpark con oltre 20 chilometri di piste da sci e da pattinaggio su ghiaccio, alle attività di parapendio e deltaplano, le escursioni a cavallo, in mountain bike o a piedi, e le arrampicate.

A circa 15 chilometri di distanza da Trento, si trova il Lago di Toblino, uno dei più suggestivi e romantici della regione. Abbracciato da boschi e vigneti, il lago compare all’improvviso agli occhi dei visitatori con un’immagine quasi fiabesca grazie alla presenza del suo Castello. Lungo le sponde del lago crescono gli ulivi, mentre tutt’intorno c’è l’habitat ideale di molti uccelli migratori come Il gemano reale e l’airone cinerino.

Le migliori spa del Trentino Alto AdigeI migliori hotel spa in Trentino Alto Adige
Le migliori spa del Trentino-Alto Adige, tutte situate all’interno di hotel prestigiosi della regione e completamente dedicati al benessere del visitatore.

I mercatini di Natale e la gastronomia

Cosa vedere a Trento, mercatino di Natale

Trento è famosa anche per i mercatini di Natale, resi tipici dai manufatti unici e tante idee regalo, stand di gastronomia locale oltre a danze e cori tipici. Uniche le decorazioni per gli alberi natalizi e tutta l’oggettistica rigorosamente locale.

Una volta in città sarà piacevole gustare le specialità locali come la carne salà, salume tipico, il Puzzone di Moena, formaggio molto famoso, i canederli, palline di pane, speck e formaggi serviti in brodo di carne o con salvia e burro fuso, il  Brò brusà denso brodo abbrustolito a base di acqua e farina e olio.

E per soggiornare si possono scegliere hotel, bed&breakfast, appartamenti, senza perdere l’occasione di sperimentare la nota ospitalità di locande e baite molto tipica ed anche più economica.

Scopri di più:

Il castello di Wewelsburg in Germania
Hotel ultra low cost, dormire spendendo poco

 

Condividi su: