Vacanza in albergo? I consigli per pulire a fondo la camera

Spesso ci capita dormire in una stanza d'albergo per motivi di lavoro o relax. Ma siamo sicuri che la stanza dove trascoriamo la notte è cosi pulita? Il personale delle pulizie dell'albergo possono essere bravissimi nel pulire la camera, sistemare i letti e piegare accuratamente la biancheria da bagno, ma per quanto riguarda la sanificazione? Purtroppo i germi si nascondono nei posti dove meno li aspetti. Ecco alcuni semplici trucchi e consigli per rendere la camera dell'hotel ancora più pulita.

Come rendere la camera dell’hotel ancora più pulita

icona-articoloLa camera d’albergo spesso diventa una seconda casa sia quando siamo in viaggio di lavoro oppure beatamente a goderci le meritate vacanze.
La differenza ovviamente è palese: nella nostra casa temporanea hanno dormito in tanti. Nonostante il personale utilizzi prodotti professionali e sempre più spesso le pulizie sono accurate, difficilmente viene applicata una sanificazione della camera.

Numerosi studi hanno dimostrato che i germi possono nascondersi nei punti anche meno sospettabili della stanza, come interruttori della luce, telecomandi o telefono che utilizziamo per chiamare la reception, ad esempio.
Venire a contatto con queste minuscole, ma sgradevoli, particelle può provocare raffreddori, attacchi allergici e, in altri casi, problemi intestinali.

Ecco alcuni consigli per una camera d’albergo più pulita possibile

Leggere le recensioni

Leggere recensioni

Non esistono standard internazionali per la pulizia degli alberghi.
Il prezzo, la posizione o le stelle attribuite non garantiranno certo che la camera sia stata pulita davvero a fondo e, almeno di tanto in tanto, sanificata.
A volte un piccolo hotel ha una pulizia davvero impeccabile, migliore di quella di blasonati brand.

La cosa migliore è informarsi prima, molti siti di recensioni hanno una voce apposita sulla pulizia della camera. Avrete modo di farvi già una piccola idea su come potreste trovare, ogni giorno, la vostra camera d’albergo.

Usare salviette igienizzanti

Salviettine igienizzanti

Chiunque di noi vorrebbe avere la certezza, quantomeno la speranza, di trascorrere le proprie notti in albergo nella migliore pulizia possibile.
Per prevenire e anche tranquillizzarsi, munitevi di semplicissime salviettine igienizzanti e passatele, volendo anche ogni giorno, proprio su quelle superfici che pensiamo possano essere più a rischio.

Abbiamo già citato in precedenza telecomandi, telefono, interruttori della luce, ma possiamo utilizzarle anche su maniglie, rubinetti del bagno e, indubbiamente sull’asse del WC.
Non abbiate timore a usarle ogni qualvolta vi sentite potenzialmente non sicuri.
Sulla salute è sempre meglio prevenire.

OneMag-logo
Gli oggetti indispensabili da portare in viaggio

Lavarsi le mani

Lavare le mani

E’ stato dimostrato che il frequente lavaggio delle mani diminuisce drasticamente la trasmissione di virus. Per questa ragione una pulizia accurata, che comprenda dalle dita al gomito, diminuisce drasticamente la possibilità di trasmettere virus.
Lavarsi accuratamente le mani non serve solo per evitare di trasmettere potenziali batteri. Eviterà, infatti, che andremo a distribuirli nel nostro corpo toccandoci naso, occhi o bocca.

OneMag-logo
Colazione in hotel: ecco cosa occorre sapere

Non usare il copriletto

Copriletto d'albergo

Probabilmente sei già a conoscenza che i copriletti non vengono certo lavati dopo ogni ospite. Se siamo quasi certi che lenzuole e federe vengano portati in lavanderia, copriletti o runner difficilmente vedranno acqua e sapone se non raramente, magari una volta al mese.

In questo caso non escludete di portarvi una vostra personale coperta da sostituire a quella esistente. Allo stesso modo non escludete di portare da casa anche il vostro cuscino. Se la federa sarà stata sicuramente lavata, il cuscino non avrà subito lo stesso trattamento. Sarà inoltre, probabilmente, più facile addormentarsi sul vostro guanciale preferito.

OneMag-logo
Come lasciare la casa sicura quando siamo in vacanza

Evita i bicchieri di vetro

Bicchiere in albergo

Anche se stentiamo a crederlo, non escludiamo che i bicchieri e le tazze presenti in camera siano stati realmente puliti con cura.
Non potremo mai avere alcuna garanzia che non siano semplicemente stati risciacquati con dell’acqua oppure che vengano passati con la stessa spugna già usata per altre pulizie.

Se non potete farne a meno (magari volete sorseggiare un drink del vostro minibar e farlo su un bicchiere di plastica non ha certo lo stesso effetto), prendete una semplice precauzione. Lasciate scorrere l’acqua del rubinetto finché non sia molto calda e ponetevi tazze e bicchieri per un paio di minuti.
In questo modo avrete ucciso la maggior parte dei batteri.
Se però dovete semplicemente sorseggiare acqua o una bibita meglio scegliere bicchieri di plastica (ancora meglio se disponibili quelli di carta). Allo stesso modo potrete utilizzarli per l’igiene orale quotidiana.


I recenti casi di contagio avvenuti negli ultimi anni hanno dimostrato che non è mai eccessiva la precauzione sanitaria. Anche se potreste pensare che quanto scritto sia eccessivo, ricordate che sarà meglio perdere qualche minuto della vostra vacanza piuttosto che ritrovarsi a letto con qualche problema intestinale o virale.
Altrettanto non esitate a chiedere in reception una pulizia più accurata, qualora non abbiate trovato la camera come ve la sareste aspettata.

Condividi su: