Utrecht, alla scoperta della sue strutture

Utrecht, Paesi Bassi | Cosa vedere a Utrecht, la quarta città dei Paesi Bassi


Condividi su:

Cosa vedere a Utrech, Olanda

Tutti gli articoli dei Paesi Bassi
Cosa vedere a Utrecht, mappa
© Yandex maps

icona-articoloA meno di mezzora di treno da Amsterdam, 45 km se percorsi in macchina, troviamo Utrecht, capoluogo dell’omonima provincia. Sono poco meno di 300.000 gli abitanti della quarta città dei Paesi Bassi, un piccolo centro urbano le cui dimensioni non raggiungono i 100 km quadrati e città ricca di storia e con l’immancabile fascino dell’architettura olandese. Fondata nel 47 a.C. dai romani, la città venne da subito incaricata di proteggere il fiume Reno, prima di essere abbandonata a se stessa.

A differenza della capitale, Utrecht è una città con meno turisti, una città a misura d’uomo dove il principale mezzo di trasporto è la bicicletta, ottimo modo per conoscere ogni singolo dettaglio senza difficoltà di parcheggio. Se volete conoscere la vera essenza della cultura olandese, è proprio questa la città da visitare, magari dopo la più visitata Amsterdam che ritroverete in parte proprio passeggiando lungo i vicoli del centro storico.

Pronti a scoprire cosa vedere a Utrecht?

 

Cosa vedere a Utrecht, Paesi Bassi

Cosa vedere a Utrecht, centro storico

Iniziamo a scoprire cosa vedere a Utrecht partendo dal suo elegante centro storico, antico e ben curato, sovrastato dall’imperiosa Torre del Duomo, l’edificio più alto di tutta la nazione grazie ai suoi 112 metri. Il Duomo di Utrecht (Domtoren) si trova a brevissima distanza dall’altro edificio religioso simbolo della città, la Torre di San Martino (Domkerk), edificio in stile gotico ancora oggi incompleta.

Il Duomo ha una struttura interna di ben 32 metri con una navata larga 12, facile comprenderne le dimensioni per una città tutto sommato non così grande. La mancanza di fondi ma anche i tanti episodi bellici hanno compromesso la realizzazione di quella che, nelle intenzioni, sarebbe dovuta essere la Cattedrale cristiana più grande di tutti i Paesi Bassi. A questo si aggiunse una terribile tempesta che nel 1674 fece crollare la navata centrale, distruggendo anche le varie statue contenute al suo interno. Per questa ragione oggi il Duomo è separato dalla sua Torre, oggi uno dei tratti caratteristici della città.



La Torre del campanile è visitabile al suo interno e salendo si potrà ammirare un panorama unico ed esclusivo del centro città. Facile scorgere, nelle belle giornate, Amsterdam e tutti i dintorni di Utrecht, complice anche l’assenza di rilievi montuosi.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Visitiamo la Torre del Duomo di Utrecht

Il centro storico di Utrecht

Il centro storico di Utrecht è accogliente, ospitale ed elegante, un susseguirsi di strade e palazzi eleganti, decorati nei minimi dettagli. La presenza dei vari canali, proprio come nella capitale, rendono una passeggiata da queste parti imperdibile. Tra i canali che meritano essere visitati, l’Oudegracht verso Wijde Doelen è assolutamente consigliato. Siamo in un piccolo e basso corso d’acqua che attraversa tutto il centro cittadino, passando di fronte a numerosi negozi e botteghe, ideali per fare shopping e scoprire anche l’artigianato locale. Tra una passeggiata e l’altra non dimenticatevi di camminare lungo il fossato storico della città, situato sopra Manenburg fino a Agnietenstraat.

Se volete provare un’esperienza unica, pensate a un giro tra i canali con un battello, ve ne sono diversi che propongono delle piccole crociere dalla durata di circa un’ora. Durante la traversata una guida, in inglese, vi racconterà la storia della città da una prospettiva diversa, quella appunto dei canali.

Sempre in zona non perdetevi il Miffy Museum, un edificio al cui interno tutto è pensato per i più piccoli. Le sue mostre sono infatti dedicate proprio ai giovanissimi e riscuotono un grande successo. Altra possibilità è invece di entrare, a breve distanza, al Centraal Museum, posto proprio di fronte e al cui interno troverete invece opere d’arti di artisti locali ma anche proposte di respiro internazionale. Essendo nel centro storico della città sarà anche facile trovare uno dei tanti localini in grado di farvi riprendere dalle fatiche con un caffè o anche con uno spuntino come quello proposto da Stach che propone deliziosi panini, alcuni dei quali davvero originali.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Zaanse Schans, la località dei Paesi Bassi dei mulini a vento

Chiese e cattedrali di Utrecht

Cosa vedere a Utrecht, panorama del centro storico

Tantissimi i monumenti da inserire tra le cose da vedere a Utrecht. Da non perdere la Cattedrale cattolica di Santa Caterina, la Chiesa di San Pietro e la Chiesa di San Giovanni, tutti esempi di arte gotica che possono vantare quasi mille anni di storia.

Molto interessanti, infine, anche i fortini di Utrecht: su tutti il Sonnenborgh, divenuto oggi un osservatorio astronomico, e i fortini della Waterlinie, ancora visitabili e inseriti nella lista dei Patrimoni dell’Umanità dell’UNESCO. Ma il vero vanto di Utrecht è senz’altro il castello De Haar che risale al XIII secolo e che ancora oggi rappresenta il castello più grande di tutti i Paesi Bassi.



 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Cosa vedere ad Hoorn, la città dei musei e ristoranti

L’Università

Cosa vedere a Utrecht, Università

Utrecht è una città giovane anche grazie alla sua prestigiosa università, oggi frequentata da quasi 40.000 studenti di provenienza internazionale. Posta in pieno centro storico, a breve distanza dalla Piazza del Duomo, la sua fondazione risale al 1636 e oggi è considerata una delle più grandi università europee. Premiata come Migliore Università dei Paesi Bassi, si trova nelle prime dieci posizioni in Europa e tra le prime cinquanta a livello mondiale.

L’edificio che oggi possiamo ammirare risale alla fine del 1800 quando venne ristrutturato in stile neorinascimentale. Ogni giorno è possibile presenziare a un tour gratuito che permette la visita dell’intero campus universitario e la guida è uno studente che si presta a raccontare i dettagli ai suoi visitatori. Oltre alla descrizione storica e architettonica, la guida vi illustrerà anche una giornata tipo dello studente. Questo tipo di guida, in lingua inglese, è rivolta non solo ai turisti ma anche agli studenti che vogliono iscriversi in una delle sette facoltà di studi.

 

Castello de Haar

Cosa vedere a Utrecht, Castello de Haar

Spostiamoci dal centro cittadino per raggiungere il castello più grande dei Paesi Bassi, il castello De Haar. Siamo in un’area dove la natura è assoluta protagonista, raggiungibile in treno dalla stazione centrale oppure anche con vari bus che partono da diverse zone del centro urbano. Una volta raggiunto, oltre all’imponente struttura, sarete richiamati dai magnifici giardini, spesso sede di mostre e di altri eventi culturali. Il castello De Haar risale al XIII secolo e in passato era di proprietà esclusiva della famiglia van Zuylen e più recentemente qua hanno soggiornato personalità come Coco Chanel, Roger Moore, Maria Callas e Yves Saint Laurent.

Il castello è visitabile ogni giorno dalle 11 alle 17 esclusivamente con una guida che saprà ricordare anche la sua storia e gli aneddoti più insoliti di questo maniero che oggi è una vera e propria opera d’arte olandese.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Visitiamo Edam, la città dell’omonimo formaggio

La nightlife

 

Cosa vedere a Utrecht, nightlifeTra ristoranti e locali gastronomici non sarà certo difficile cenare in una città come Utrecht. Se volete andare a colpo sicuro recatevi lungo il canale Oudegract dove avrete solo l’imbarazzo della scelta sia con proposte tipicamente olandesi ma anche con cucina internazionale, da quella europea (italiana naturalmente compresa) a quella asiatica o anche fusion. Se volete provare la tipica cucina olandese prendete in considerazione Graaf Floris su Vismaarkt.



Per una serata di musica niente meglio che recarsi a Tivoli Vredenburg, un edificio a più piani in grado di ospitare diverse sale da concerto individuali e numerosi concerti con artisti di fama internazionale.

 

I consigli delle nostre guide

OneMag - Guide / Esperti | Sophie Pisani
Sophie Pisani

Non tutti conoscono questa piccola località di periferia non molto distante di Amsterdam, ma è nota in tutto il mondo per un vanto non certo indifferente. Aalsmeer è infatti famosa nel mondo per essere la “città dei fiori”. O più correttamente, la città della più grande asta di fiori al mondo. È il Flower Auction, un magazzino grande quanto una città in cui vengono vendute, all’ingrosso, ogni genere di fiori esistenti. Imperdibile!

 

Dove dormire a Utrecht

Cosa vedere a Utrecht, veduta notturnaNessun problema qualunque sia il vostro budget: Utrecht ha sistemazioni che partono dagli ostelli condivisi fino ad arrivare agli hotel di lusso a 5 stelle.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Visitiamo Giethoorn, il borgo olandese senza nemmeno una strada

Una delle possibilità più comuni è quella di affittare un’appartamento o anche una casa singola per la vostra permanenza. Utrecht può essere oltretutto anche una base di partenza dove alloggiare, a costi anche più economici, per visitare l’intera nazione.


Condividi su: