Condividi su:

Monte Baldo, 2000 metri di emozioni sul Lago di Garda

Leggi tutti gli articoli del Veneto

icona-articoloUna cima che simboleggia la grande bellezza naturalistica del ⇒ Lago di Garda: il Monte Baldo. Il Monte Baldo è uno dei più grandi altopiani della costa orientale del Benaco, in provincia di ⇒ Verona, apprezzato durante l’intero arco dell’anno per il gran numero di attività qua disponibili.

Oltre a un panorama spettacolare, il Monte Baldo è anche una delle cime con la maggior biodiversità in Italia. Infatti, durante la glaciazione, il Monte Baldo riuscì a mantenere un clima abbastanza mite, senza nevi che lo ricoprissero. Questo ha permesso lo sviluppo di piante e animali unici in tutta Europa.

Informazioni pratiche

La cima si caratterizza per ben quattro fasce meteorologiche, ognuna delle quali presenta una vegetazione differente. La prima fascia è quella più bassa, la cosiddetta zona mediterranea, presente fino ai 700 metri e ricoperta da boschi cedui e spontanei. La seconda, tra i 700 e il 1500 è presente invece il tratto montano, caratterizzato dalla caratteristica faggeta. La penultima area, tra i 1500 e i 2000 metri, è la zona boreale, che lascia infine spazio alla fascia alpina sopra i 2000 metri, con specie endemiche, pino mugo e arbusti capaci di resistere a condizioni estreme.

Il Monte Baldo è senza dubbio la migliore meta per gli amanti dell’eco-turismo e della botanica in generale. Infatti, il paesaggio è inserito in un contesto naturalistico davvero eccezionale, perfetto per entrare in contatto diretto con la natura incontaminata. Preparatevi a vivere lunghe e rigeneranti passeggiate, sentieri perfetti per le mountain bike o ancora attività a cavallo: qualunque cosa voi cerchiate, il Monte Baldo può offrirvela.

In molti definiscono il Monte Baldo come il giardino botanico d’Europa, grazie alla rigogliosa flora che qua trova il proprio habitat ideale. Infatti, contando ogni singola tipologia di pianta, l’altopiano ospita più di seicento specie floreali, tra uliveti, pini mughi, querce, palme, aranci, rododendri, latifoglie oltre a diverse specie rare e fiori millenari.

OneMag-logo
Link-uscita icona Valpolicella, tra Verona ed il Lago di Garda con gusto

Cosa fare al Monte Baldo

Attività estive: escursioni da non perdere

Cosa fare al Monte Baldo in estateCome già visto, questo polmone verde della provincia veronese è, turisticamente parlando, perfetto durante l’intero arco dell’anno.
In estate le attività protagoniste sono le escursioni, tra cui il trekking, l’hiking e il nordic walking. Lungo l’intera parete rocciosa si sviluppano numerose tipologie di sentieri, adatti a tutte le esigenze ed esperienze. A Malcesine, comune del ⇒ fiume Aril (il più corto d’Italia), partono numerosi sentieri, caratterizzati da continui saliscendi che si inerpicano tra rupi, canali e pascoli alpini.

Lungo la pendice veneta del monte, inoltre, è presente un percorso tra i più estremi d’Italia. Lo consigliamo esclusivamente ai professionisti del Skull Trail: un sentiero fino a poco tempo fa inutilizzato oggi è il paradiso per gli amanti dell’adrenalina in BMX, con un dislivello che tocca i 2000 metri, con salti, curve e tratti scoscesi. Sebbene molti dicono sia facilmente percorribile anche dai neofiti, noi consigliamo comunque di avere un po’ di esperienza in questo sport.

OneMag-logo
Link-uscita icona Parco Naturale Tre Cime | Il territorio incontaminato nelle Dolomiti

Attività invernali: sciare al Monte Baldo

Cosa fare al Monte Baldo in invernoIl clima mite e piacevole dell’estate lascia spazio all’inverno, che con le sue basse temperature imbianca gran parte dell’altopiano. Il Monte Baldo offre infatti un’eccezionale comprensorio sciistico, diviso tra ⇒ Veneto e ⇒ Trentino Alto Adige, con un totale complessivo di 11 chilometri di piste sciistiche. Sebbene non sia la principale meta sciistica delle due regioni, il Monte Baldo offre agli amanti dello scii uno spettacolare panorama sul Lago di Garda: davvero unico al mondo.

Recentemente è stata inaugurata la funivia Malcesine – Monte Baldo, una delle più moderne d’Italia, con cabine rotanti che offrono una spettacolare vista a 360° sull’intero circondario. La funivia parte ogni mezz’ora, accompagnando i visitatori a 1800 metri di altezza in pochi minuti, passando dall’azzurro del Lago di Garda al bianco del Monte Baldo.

Proseguiamo il nostro viaggio presso i punti panoramici di Bocca di Navene e Cima Valdritta, a 2220 metri d’altezza. Da qua la veduta è davvero spettacolare, praticamente introvabile altrove. Infine, ultima tappa imperdibile in questo altopiano è presso il Santuario Madonna della Corona, in località Spiazzi di Ferrara di Monte Baldo. Si tratta di un edificio religioso ‘incastonato nella roccia’ a 775 metri, che dà l’impressione di essere sospeso in aria.


 

Condividi su: