Condividi su:

Cosa vedere a Turku | Guida completa

Leggi tutti gli articoli della Finlandia

Mappa di Turku, Finlandia
Mappa di Turku, Finlandia

Icona articolo onemagNella costa meridionale della Finlandia troviamo Turku, città medievale affacciata sull’arcipelago finlandese, composto da centinaia di isolette sia urbanizzate che disabitate. La città è attraversata dal corso del fiume Aura ed è posta circa al confine immaginario tra il Golfo di Finlandia e il Golfo di Botnia, da cui giungono correnti che mitigano il clima durante l’intero arco dell’anno. Tuttavia, Turku è una città dalla prerogativa estiva, dato che in inverno è comune che le temperature scendano sotto i 0°C con abbondanti precipitazioni nevose.

La città di Turku è capoluogo della regione di Varsinais-Suomi, nonché maggiore centro abitativo, con più di 190 mila residenti in costante crescita. La città gode di splendore nell’economia e nelle industrie. Questo dato ha permesso, negli ultimi decenni, di far diventare Turku una delle preferite dai migranti europei, italiani per primi, rendendola una località dinamica e multietnica, ricca sotto l’aspetto economico ma anche culturale.

Il centro storico è dominato dalla Piazza Grande, in passato il fulcro dei commerci cittadini, interamente contornata da file di edifici storici davvero ammirevoli. La principale attrattiva della località, che conosceremo nel dettaglio poco avanti, è il Castello di Turku, un’esempio di architettura militare molto particolare per il territorio finlandese.
Turku è divisa tra l’area storica, con vicoli acciottolati e grandi palazzi neoclassici, e quella moderna, in cui si trovano grandi edifici dall’architettura contemporanea, oltre che parchi e aree residenziali.

Di Turku se ne hanno testimonianze sin dal lontano 1229, quando il primo insediamento comparì per la prima volta nelle mappe. Tuttavia, Turku ha origini persino più antiche, che conosceremo a breve.

Cenni storici

Si hanno prove della presenza di insediamenti umani già nella preistoria, nel Neolitico.
Occorre però attendere il 1154 per avere prova scritta della presenza di Turku, in una nota che cita la presenza di un villaggio in questo sito. È solamente nel 1229 che gli storici riconducono la fondazione di Turku. A Koroinen, nei pressi dell’odierno centro città, venne fondato un piccolo insediamento cattolico e la città fu insignita come sede vescovile.

Nello stesso periodo nel centro abitato furono costruite sia la Cattedrale che il Castello, oggi le due più importanti attrazioni storiche della città. Ci vollero pochi anni per vedere Turku crescere in importanza, favorita dalla strategica posizione a ridosso dal fiume Aura. Già tra il XIV e il XV secolo la località fu di primaria importanza nei commerci, tanto che per lungo tempo fu la capitale politica e principale centro culturale del paese. Nel 1640 fu fondata la sua università, annoverata come una delle più importanti della Scandinavia.

Anche sotto il regno di Svezia Turku fu inserita come capitale della Finlandia, fino al 1812, anno in cui si ricorda la conquista della Russia, da cui la capitale venne trasferita a Helsinki, rimanendo tale anche con l’ottenimento dell’indipendenza dall’inizio del XX secolo. L’Università fu trasferita a Helsinki e ciò fece perdere splendore a Turku, arrestando anche i forti commerci che per secoli caratterizzavano la città e la regione. Solamente nel 1918 fu ri-fondata una nuova Università cittadina, in lingua svedese, e occorse attendere il 1920 per avere la creazione di un’Università in finlandese.

Nel secondo dopoguerra la città ottenne un nuovo boom economico, da cui furono costruite diverse industrie e aperte diverse attività commerciali. È inoltre sede dell’Arcivescovado della Finlandia.

OneMag-logo
Link-uscita icona Oulu, Finlandia | Cosa vedere a Oulu, l’ombelico della Finlandia

Cosa vedere a Turku

Cosa vedere a Turku - Kiss My Turku
Cosa vedere a Turku – Kiss My Turku | @mark lockitt / Flickr

Turku è una delle città di maggior rilievo della Finlandia in ambito turistico. Turku racchiude nei suoi confini tutte le caratteristiche principali da località medievale, tra cui il suo pittoresco Castello risalente al XIII secolo. Oltre al ricco patrimonio storico-culturale, Turku è una città contemporanea e dinamica, con un’eccellente Università (📌 indirizzo) tra le prime in Scandinavia.

OneMag-logo
Link-uscita icona Il mese ideale per visitare la Finlandia

Castello di Turku

Per molto tempo abbiamo visto essere stata la città di residenza di alcuni Re di Svezia, che trascorrevano la vita appunto dentro il magnifico castello duecentesco. Il maniero è stato inoltre teatro di vari avvenimenti misteriosi e macabri, che hanno permesso di far ereditare all’edificio un fascino ancor più unico. Il Castello di Turku (📌 indirizzo) si caratterizza per una struttura esterna composta da uno stile architettonico che difficilmente lo si potrebbe ricondurre a un maniero militare.

Basta però solcare il limite imposto dalla cinta muraria per immergersi in un’atmosfera del tutto diversa, ben conservata e d’epoca medievale. Oltre a tour guidati, nel Castello di Turku si trova un’interessante museo dedicato alla sua storia, con reperti e racconti che permettono di scoprire i segreti di questo magnifico edificio. Infatti, in origine fu costruito come castello militare, venendo trasformato in seguito come palazzo rinascimentale, sotto il dominio del Regno di Svezia. La struttura è semplice, con mattoni a vista, composta da due torri e due ale laterali, che formano una pianta rettangolare, al cui centro vi si trova il cortile.

OneMag-logo
Link-uscita icona Scopri tutto sul Castello di Turku

Cattedrale di Turku

Cosa vedere a Turku - Cattedrale di Turku
Cosa vedere a Turku – Cattedrale di Turku | @Giuseppe Milo / Flickr

Nel centro città si trovano diversi edifici di culto, molti dei quali moderni e dall’architettura contemporanea. La Finlandia è di maggioranza luterana. In passato, sotto il dominio della Russia, il credo imposto fu quello ortodosso. Per secoli il paese vide una contrapposizione di culti cristiani che impattarono molto anche sull’architettura religiosa in tutto il territorio. Oggi, solamente l’1% della popolazione finlandese è di credo ortodosso, mentre è in costante crescita la quantità di atei e agnostici, che arriva quasi a toccare il 30%.

Nella città si trova una storica chiesa che più tra tutte merita essere visitata: la cattedrale cittadina (📌 indirizzo). Già al tramontare del XIII secolo il sito presentava una piccola chiesa in pietra, costruita per sostituire una preesistente ancor più antica costruita in legno. L’edificio fu consacrato con il titolo alla Beata Vergine Maria e di Sant’Enrico, il primo vescovo di Finlandia. La struttura in questione presentava dimensioni molto più ristrette rispetto l’odierna.

Durante l’intero corso del medioevo furono numerosi i lavori di ampliamento, rimaneggiamento e restauro: nel XIV secolo fu costruito un nuovo coro e dei pilastri gotici. Nel XV secolo invece nei lati nord e sud della navata furono aggiunte alcune cappelle laterali. In epoca moderna la Cattedrale di Turku assunse il suo odierno aspetto, eccezione fatta per il campanile, anch’esso ricostruito diverse volte, perlopiù a causa di frequenti incendi.

La torre campanaria attuale è frutto dei lavori postumi al Grande Incendio di Turku, il più grande e devastante della storia dei paese scandinavi, nel 1827, e raggiunge la notevole altezza di 101 metri.
Dentro la chiesa è custodita la tomba di Karin Månsdotter, celebre regina di Svezia ben voluta dal popolo.

Musei di Turku

Ricco a Turku è il patrimonio culturale, testimoniato dai vari musei che omogeneamente ricoprono il territorio comunale. Nei pressi del Castello si trova il Focus Marinum, ovvero il Museo Marittimo (📌 indirizzo), situato all’interno di un antico granaio restaurato e riadattato per ospitare l’esposizione museale. La mostra è dedicata alla storia marittima di Turku, con documenti e reperti che ne impreziosiscono il valore. A completare l’offerta del Museo Marittimo è il tour presso le navi ormeggiate sul fiume.

Ci sono anche altri centri espositivi che meritano essere citati, tra cui il primo il Museo dell’Artigianato (📌 indirizzo), ospitato in originali abitazioni artigianali di legno sopravvissute all’incendio del 1827. Il Museo Sibelius (📌 indirizzo), intitolato al compositore finlandese Jean Sibelius e situato vicino alla Cattedrale di Turku, è l’unico museo dedicato alla musica in tutto il paese. Imperdibile è anche il Museo d’Arte (📌 indirizzo), uno dei principali della Finlandia, posto dentro un’imponente edificio rinascimentale.

Immagine in evidenza: @Dmitry Sakharov / Flickr

Condividi su: