Condividi su:

Turismo a Castel di Sangro
Cosa vedere a Castel di Sangro

icona-articoloUn piccolo comune in provincia de L’Aquila in Abruzzo: l’adorabile Castel di Sangro è un importante centro turistico.
Apprezzato particolarmente in inverno, Castel di Sangro propone alcune tra le più belle piste sciistiche del centro Italia. Ma anche in estate è amato, grazie alla sua aria pulita, quella tipica dell’alta quota, oltre all’importante patrimonio culturale e tradizionale che caratterizza la città.

Dove si trova Castel di Sangro

Cosa vedere a Castel di Sangro, mappaIl magnifico borgo di Castel di Sangro con i suoi poco più di 6.500 abitanti si trova nel Sannio, nell’estremo dell’Abruzzo. E’ il principale centro dell’Alto Sangro, la zona dove tra l’altro sorgono anche Roccaraso e Rivisondoli.
La sua posizione è sulla sponda dell’omonimo fiume Sangro, incastonato fra i Parchi Nazionali d’Abruzzo, Lazio e Molise.

Castel di Sangro può vantare una storia antichissima, ancora percepibile con un semplice giro nel centro storico: da sempre è un importante punto di passaggio dell’Italia appennina tanto da essere stata nominata la Porta d’Abruzzo.

Tradizioni culinarie e artigianali sono facilmente riscontrabili in ogni angolo della città, taverne e locande vi faranno venire l’acquolina in bocca soltanto passandovi davanti; sarà inevitabile per le vostre signore, fermarsi ad ammirare i processi di tessitura di arazzi e tappeti che rendono le strade di Castel di Sangro così caratteristiche.

OneMag-logo
Idea di viaggio, visitiamo Chieti, la città abruzzese dalla rara bellezza

Cosa vedere a Castel di Sangro

Cosa vedere a Castel di Sangro

La storia di Castel di Sangro contribuisce ovviamente a rendere speciale il piccolo centro abruzzese.

Basterà passeggiare per scoprire la bellezza delle sue chiese, come la Basilica di Santa Maria Assunta, dove al suo interno è custodita la scultura bronzea del Battesimo di Cristo, attribuita alla scuola del Cellini. Una strepitosa architettura barocca con due campanili gemelli ai lati, che all’interno ospita importanti opere d’arte della scuola napoletana settecentesca.
Altro edificio religioso a cui prestare attenzione è la Chiesa della Madonna degli Eremiti, la cui storia la ricorda distrutta dal terremoto del 1456 e, dopo il restauro del 1696, nuovamente parzialmente rovinata dai bombardamenti della seconda guerra mondiale.

Bellissimo anche il Castello, che dà il nome alla città: tale fortificazione risale all’XI secolo e presenta ancora le tre torri circolari da cui fa capolino la splendida chiesa dei Santi Cosma e Damiano.
Interessanti anche i musei di Castel di Sangro, il Museo Civico Aufedinate dentro l’ex convento della Maddalena e la Pinacoteca Patiniana, intitolata all’artista locale Teofilo Patini.

Oltre ai musei e agli edifici storici, Castel di Sangro conserva le sue tradizioni, rappresentate anche dai vari eventi organizzati. Durante il mese di agosto si celebra l’Estate Organistica, atta a valorizzare gli organi del ‘600 all’800 presenti nelle varie chiese dell’Aquilano.
Tra gli altri eventi la celebrazione del Santo Patrono, il 27 agosto
.

OneMag-logo
Visitiamo una delle città più antiche d’Abruzzo, ecco Teramo

Lo sport a Castel di Sangro

Castel di Sangro, sport

Castel di Sangro è anche una zona molto apprezzata per i suoi incredibili percorsi da trekking: eccezionali sentieri che si arrampicano nei boschi e nelle foreste più rigogliose.

Gli appassionati delle due ruote, invece, troveranno pane per i loro denti lungo la pista ciclabile che costeggia il fiume Sangro. Gli amanti della natura non potranno fare a meno di visitare lo spettacolare Bioparco faunistico d’Abruzzo, dove è possibile ammirare un’infinità di animali differenti e praticare anche pesca sportiva nell’apposito laghetto artificiale.

 

Ultimo aggiornamento: 11 Giugno 2020


 

Condividi su: