Tunisia, guida turistica di viaggio

Tunisia, guida turistica di viaggio per conoscere uno degli stati africani più visitati insieme alla sua capitale Tunisi con le sue spiagge e le sue attrazioni.3 min


0
Guida turistica della Tunisia
Condividi su:

Guida turistica della Tunisia

Tunisia, Africa. Ecco la guida turistica e le principali informazioni per visitare Tunisi e le altre città e spiagge tunisine.

La Tunisia è uno stato del nord Africa. La sua capitale Tunisi è situata nella costa nord del paese. Il paese confina ad est con la Libia e ad ovest con l’ Algeria.
Lo stato è principalmente frequentato per le sue spiagge paradisiache e per la capitale, che offre ai propri visitatori mercati tipici e edifici unici.

La capitale conta 1.000.000 di abitanti ed è nota per le sue rovine romane, che si mescolano con imponenti moschee dall’architettura stupefacente.
Il territorio tunisino è composto a nord dalla catena montuosa dell’Atlante, con vette modeste che si aggirano tra i 600 e i 1500 metri d’altezza.

Nell’Atlante si dirama il Majardah, l’unico fiume della nazione che sfocia nel golfo di Tunisi.
A sud invece il territorio è quasi completamente caratterizzato dal deserto del Sahara.
Il turismo in Tunisia è quindi ricco di proposte, anche alternative, che possono soddisfare qualsiasi turista.

Informazioni generali

Guida turistica della Tunisia

Le lingue ufficiali della Tunisia sono il tunisino e il francese, ma l’italiano è molto diffuso visto la stretta vicinanza con la Sicilia e con il numero alto di turisti italiani.
La moneta ufficiale è il Dinaro tunisino, qui puoi trovare il cambio attuale.

È necessario possedere il passaporto con validità residua di almeno tre mesi. In caso di residenza nel Paese oltre i 90 giorni consentiti, è necessario richiedere, tramite il Posto di Polizia territorialmente competente, un permesso di soggiorno, motivandone le ragioni.

L’economia è molto precaria e continua ad essere la principale causa di tensioni sociali, scioperi e manifestazioni, che però di rado hanno luogo in località turistiche.
Eventi di microcriminalità come furti e borseggi sono in leggero aumento nelle zone periferiche e nei quartieri più poveri. Anche in questo caso alloggiando in località turistiche non si dovrebbero riscontrare disagi.

Negli ultimi due anni, dopo gli eventi terroristici del 2015 nel Museo del Bardo a Tunisi e in una spiaggia di Sousse, la polizia tunisina ha adottato nuove e rigide misure antiterroristiche nella capitale e nel resto del Paese. Le forze armate e di polizia controllano tutto il giorno i siti sensibili. Le misure di sicurezza sono state ulteriormente rafforzate presso i punti di interesse porti, aeroporti, e le grandi arterie di comunicazione.

Gli ospedali pubblici, diffusi in tutto il territorio, sono molto affollati e poco attrezzati in fronte ad emergenze, specie nelle aree extraurbane.
È pertanto consigliato farsi medicare in cliniche private, che raggiungono gli standard europei. Molti dei medici qua presenti sono francesi, questi hanno oltretutto studiato nelle migliori università francesi.

OneMag-logo
Guida del Museo Nazionale del Bardo, Tunisi

Clima

Guida turistica della Tunisia

Il clima in Tunisia è di tipo mediterraneo. Gli inverni sono miti ma piovosi, rispetto alle estati calde ed aride. Nelle zone dell’entroterra invece il clima è desertico, le piogge sono quasi totalmente inesistenti e la temperatura è elevata durante l’intero arco dell’anno.

Su tutto il tratto costiero in inverno si hanno massime intorno ai 15 gradi, e intorno ai 32/33 °C in estate.
Sulla costa settentrionale in estate il clima è prevalentemente sereno, da ottobre ad aprile sono comuni le giornate nuvolose.

Le precipitazioni sono di tipo mediterraneo sulla costa, simili a quelle del sud Italia, quindi più abbondanti nel semestre freddo, mentre sono molto rare nella tarda primavera e in estate. Esse sono più abbondanti nella costa settentrionale, che è più esposta al passaggio delle perturbazioni di origine atlantica o mediterranea: a Tunisi ammontano a 520 millimetri l’anno, la maggior parte dei quali cade da ottobre ad aprile, mentre in estate non piove praticamente mai; a Biserta, nell’estremo nord, sono un po’ più abbondanti e ammontano a 570 millimetri l’anno.

OneMag-logo
Guida di Mahdia, la città portuale della Tunisia

Cosa vedere in Tunisia

Guida turistica della Tunisia

Il viaggio in Tunisia inizierà dalla capitale Tunisi, che però non sarà al centro della visita, qua meritano la visita il Museo del Bardo e la Moschea di ez-Zitouna.
Poco distante da Tunisi è situata Dougga, o Thugga, un’antica città romana di cui son rimaste le rovine, l’ideale per ripercorrere la storia antica dell’Impero Romano.
Si potrà proseguire il viaggio a Kairouan, una delle città sante della nazione.
Qua furono costruite oltre 300 moschee, la più importante tra queste è la Grande Moschea, caratterizzata da un ampio cortile e dall’abside rivolto verso La Mecca.

Da non perdere il Side Blu Zaid, con i suoi cortili fioriti, vicoli e strette scalinate. Qua sorge il fiabesco palazzo Ennejma Ezahra, una delle strutture più rappresentative dell’architettura nord africana.
Ed infine il Parco nazionale di Ichkeul, situato attorno all’omonimo lago. Questo è il parco protetto più importante e famoso della nazione, la tappa perfetta per gli amanti del birdwatching vista la grande migrazione di centinaia di specie di volatili.

Condividi su:

Like it? Share with your friends!

0