Tropea, cosa vedere nella rinomata località balneare della Calabria

Guida di Tropea, la splendida località balneare in Calabria, a circa 30 minuti di strada dal capoluogo Vibo Valentia. Tropea è una città eccezionale e completa sotto ogni punto di vista per il turismo, dalle spiagge di fine sabbia bianca sino al suo centro urbano, sviluppato sulla cima di un promontorio. Tra le cose da vedere a Tropea citiamo il Santuario di Santa Maria dell'Isola, caratterizzato da una storia millenaria, il Museo Diocesano, noto per la sua raccolta di arte devozionale, e la Cattedrale Normanna, realizzata nel 12° secolo. Ecco cosa vedere a Tropea.3 min


0
Condividi su:

Guida di Tropea

icona-articoloAffacciata sulle cristalline acque del Tirreno, Tropea è una delle più esclusive località della Calabria, collocata a circa mezz’ora di strada dal capoluogo Vibo Valentia. Tropea è una località nota prettamente per la balneazione, grazie ai 3 km di spiagge sabbiose che si alternano tra quella pubblica e quelle private e ben attrezzate.
Tuttavia, Tropea è tutt’altro che una località solo da ‘sole e mare’, è infatti caratterizzata da uno dei più bei centri storici della regione, da cui è possibile godere un panorama altrettanto mozzafiato.

A rendere Tropea ancor più unica è la sua morfologia. La cittadina è divisa in due principali aree, la marina, quella sul livello del mare in cui trovano spazio il porto e le spiagge, e quella superiore, dove invece troviamo il vero e proprio centro urbano. L’area superiore si sviluppa lungo la cima di un promontorio che dà a ridosso sul mare e da cui, come facilmente immaginabile, di gode di un panorama da pelle d’oca. A dividere la marina e il centro città troviamo la rupe, una vertiginosa scogliere da cui si scorge sulle spiagge e interamente edificata, con edifici spioventi proprio al limite della rupe.

Cosa vedere a Tropea

La storia in breve

Cosa vedere a Tropea

Tropea seppur relativamente piccola ospita alcune attrazioni degne di nota, di cui alcune anche imperdibile in ogni viaggio in questa cittadina.
Seppur tradizione e leggenda vogliano che sia Ercole ad aver fondato Tropea, del centro urbano si hanno prime notizie durante il periodo romano. Durante i primi di secoli di vita, Tropea svolse un ruolo centrale nei commerci e nelle milizie antiche.
Nel susseguirsi degli anni, Tropea venne dominata dapprima dai bizantini, poi dagli arabi, dai normanni, periodo in cui la città ebbe notevole sviluppo, e infine dagli Aragonesi.  
Ecco cosa vedere a Tropea, il borgo balneare in provincia di Vibo Valentia.

Attrazioni di Tropea

– Santuario di Santa Maria dell’Isola

Santuario di Santa Maria, Tropea

Arroccato su uno scoglio di arenaria, il Santuario di Santa Maria dell’Isola è uno dei più importanti simboli di Tropea. Si tratta di un complesso religioso costruito sul sito di un preesistente insediamento di monaci greci.
La sua storia ultra millenaria ci riporta indietro nel tempo, all’inizio dell’11° secolo, quando venne ricostruito a seguito dei danni subiti in seguito a numerose incursioni. In questa occasione il Santuario di Santa Maria dell’Isola vide un completo restyling architettonico.
Seppur per molti anni il Santuario rimase invariato, all’inizio del 1900 divenne indispensabile ricostruirlo per gran parte, a causa di un terremoto che lo danneggiò gravemente. 
Complice la notevole affluenza turistica, il Santuario di Santa Maria dell’Isola subì un accurato lavoro di restauro tra il 2010 e il 2011.

– Museo diocesano

Museo diocesano Tropea

Collocato in pieno centro storico, a due passi dalla Cattedrale Normanna, il Museo diocesano trova spazio in una struttura sobria ed elegante, ideata per concentrare il visitatore sul percorso nel museo.
Le opere qua esposte risalgano al periodo compreso tra il medioevo e il XIX secolo, con cimeli realizzati da molti dei più importanti artisti dell’Italia meridionale. Non meno interessanti sono anche le decorazioni interne del Museo Diocesano, composte da affreschi e statue. Il Museo Diocesano entra di diritto in uno dei più importanti centri culturali della Calabria, focalizzando il proprio percorso all’arta devozionale.

– Cattedrale Normanna – Maria Santissima di Romania

Cattedrale Normanna, Tropea

Principale edificio religioso di Tropea, la Cattedrale di Maria Santissima di Romania, nota anche come Cattedrale Normanna, è una delle tre attrazioni turistiche di maggiore rilievo in centro città.
La Cattedrale Normanna venne edificata nel XII° secolo, per volere, appunto, dei normanni, che poco tempo prima conquistarono la località Nonostante la sua pianta risalga al XII secolo, l’attuale struttura è opera di rimaneggiamento avvenuto nel XVI secolo, che conferì alla cattedrale uno stile barocco. In realtà furono numerose le occasioni di rimaneggiamento dell’edificio. Tropea essendo dichiarata zona pericolo terremoti, in passato la cattedrale subì numerosi danni, finché non assunse il suo attuale aspetto.
L’interno si compone in tre navate di cui spicca l’icona della Vergine di Romania, opera creata per mano di un’allievo di Giotto.

Condividi su:

Like it? Share with your friends!

0