0
Condividi su:

Triple Frontier, la meta geopolitica sud americana

icona-articolo Una particolare area a tre confini caratterizzata da una forma a T che ricalca la congiunzione tra Paraguay, Argentina e Brasile, dove convergono i fiumi Iguazú e Paraná. Il punto si chiama Triple Frontier e qui tutto è suggestivo e triplicato.

Sulla tripla frontiera, infatti,  la popolazione è concentrata in tre differenti città poste al confine e nell’area metropolitana del Paraguay. Ma ciò che stupisce è che la Triple Frontier è un’importante area turistica nella Región de las Aguas Grandes.

Lo scenario che si apre agli occhi dei visitatori è davvero impressionante con le enormi masse d’acqua dei fiumi che qui si incontrano mentre lambiscono le sponde di tre Stati differenti. E proprio pensando a questa peculiarità geografica si scatena ancor dipiù la sensazione di enormità del luogo.

Perché essere al confine con tre Paesi diversi genera inevitabilmente una reazione a metà tra lo stupore e la curiosità. Non solo, alla Triple Frontier i visitatori possono anche vedere il ponte Tancredo Neves che collega Puerto Iguazú, in Argentina, con la vicina Foz do Iguaçu, in Brasile.

L’area del Triple Frontier

Triple Frontier, l'area che divide tre paesi

Caratteristica è la presenza degli obelischi costruiti da ognuno dei Paesi sulla convergenza dei confini. Ogni obelisco, inoltre, porta i colori nazionali del Paese in cui si trova e tutti e tre gli stati possono essere visti da ogni obelisco. Intorno ad ogni menhir, inoltre, sono state create delle strutture francescane.

La tripla frontiera è anche l’elemento che accomuna episodi di serie televisive, film e romanzi. La particolare convergenza di confini, infatti, è ripresa e citata grazie alla sua maestosa e particolare bellezza.

Particolarmente suggestivo è lo spettacolo del tramonto che si distende su questa area incredibilmente affascinante. In zona ci sono anche i resti di una chiesa gesuita da poter visitare.Se decidete di visitare questo luogo caratteristico probabilmente lo potreste fare solo per  attraversare il ponte Tancredo Neves. Qui naturalmente avrete modo di scattare una bella foto, volendo anche senza fermare la macchina, oppure sentirsi emozionati per il solo fatto di esserci.

Fatto sta che arrivando alla tripla frontiera ci si sente un po’ protagonisti di un momento di onnipotenza ridicola e divertente potendo stare con un piede in due Paesi differenti. Sono quelle sensazioni irrazionali che strappano un sorriso involontario e creano un ricordo buffo.

Condividi su:

Like it? Share with your friends!

0