Torre di Seul, il simbolo della città

La Torre di Seul è il simbolo della capitale della Corea del Sud nata nel 1969 come la trasmittente radiotelevisiva. La Torre di Seul è una delle più imponenti opere ingegneristiche dello scorso secolo, svettante ed ambiziosa, creata originariamente come impianto per le trasmissioni radiotelevisive nel 1969 con un'altezza complessiva di 237 metri. Oggi la Torre di Seul è sede di un osservatorio da cui si può godere di uno splendido panorama sulla città. Scopriamo la Torre di Seul.2 min


0
Cosa visitare a Seul
Condividi su:

Torre di Seul,
il simbolo della capitale sudcoreana

Icona articoloCaotica ma non dispersiva, svettante ma non poco tradizionale, ricca di attrazioni turistiche e garante di un viaggio indimenticabile. Questa è  Seul, capitale della  Corea del Sud, luogo in cui grattacieli e tecnologie all’avanguardia si mescolano a templi buddhisti e mercati di strada.

Il simbolo della capitale sudcoreana

Cosa visitare a Seul

In questa imperdibile città è impossibile non citare l’attrazione che per eccellenza simboleggia la capitale sudcoreana: la Torre di Seul. Parliamo di una delle più imponenti opere ingegneristiche dello scorso secolo, svettante ed ambiziosa.

L’opera ingegneristica della Torre di Seul nasce come impianto per le trasmissioni radiotelevisive nel 1969, divenendo la prima del genere nel paese. Già dalla sua inaugurazione l’immagine di Seul veniva associata alla sua Torre, grazie alla sua ambiziosa altezza di 237 metri ed alla sua posizione peculiare nella vetta del Monte Namsan.

Oggi la Torre di Seoul, alta sempre 237 metri, ospita un’eccezionale osservatorio, da cui è possibile godere di una splendida vista panoramica che spazia sulla città e sulle aree circostanti.

La sua inaugurazione è datata al 1969, tuttavia solamente nel 1980 viene aperta al pubblico e nel 2005 la torre ha iniziato ad essere caratterizzata dalle sue peculiari luci, che la simboleggiano.

Cosa visitare nella Torre di Seul

Cosa visitare a Seul

Sulla vetta della torre è situato il poc’anzi citato osservatorio, da cui è possibile godere del panorama a 360° sulla città, definito il migliore di tutta la Corea del Sud.

Ma non è una semplice passeggiata in un semplice punto panoramico: infatti qua è situato anche un eccezionale ristorante francese ‘rotante’. Prenotando il posto nel locale è possibile osservare come durante i 48 minuti del giro completo il panorama cambi. 

A questo si aggiunge anche un centro museale: il cosidettato Museo dell’Orsacchiotto, caratterizzato da un’eccezionale esposizione di giocattoli di peluche.

La Torre di Seul è anche una tappa necessaria da fare se si è in coppia. Infatti è tradizione che le neo-coppie si rechino qua per aggiungere il proprio lucchetto alla terrazza panoramica dell’N Plaza, oppure lanciando monetine a forma di cuore nel cosiddetto Pozzo dei Desideri, situato all’interno della Torre.

Altra caratteristica sorprendente: la Torre di Seul è dotata anche di quel che parrebbe essere uno dei bagni pubblici più alti del mondo, situati al secondo piano della costruzione.

Dal 2005, le luci che illuminano e caratterizzano la Torre rappresentano un vero e proprio spettacolo. È possibile ammirare il magnifico gioco di luci dal Monte Namsan oppure, più semplicemente, alzando lo sguardo ai piedi della struttura.

Il modo migliore per raggiungere la torre è attraverso la funivia di Namsan, che ha capolinea nella stazione di Hoehyeon-dong. La stazione funziona regolarmente e conduce alla vetta del monte in soli tre minuti, da cui in poi è possibile raggiungere la Torre facilmente a piedi.

Scopriamo Seul

Seul, la capitale dell’Estremo Oriente
Palazzo di Changdeokgung a Seul
Teatro Chongdong di Seul
Gyeongbok, il palazzo reale di Seul
Il Cheonggyecheon di Seul
Palazzo Deoksugung di Seul
Quartiere Hongdae di Seul
Mercato di Dongdaemun di Seul
Museo del Kimchi di Seul
Palazzo Changgyeonggung di Seul

 

Condividi su:

Like it? Share with your friends!

0