Sri Mariamman di Singapore
Condividi su:

Tempio Sri Mariamman, Singapore
Il tempio hindu più antico

Tutti gli articoli di Singapore

Mappa del Tempio Sri Mariammanicona-articolo

Uno dei luoghi di culto di Singapore e contemporaneamente monumento nazionale, il Tempio Sri Mariamman è una delle principali attrazioni della città-stato asiatica.
Realizzato nel 1827, il tempio è dedicato alla dea Mariamman, nota per il suo potere nel curare malattie endemiche e nel tempo ha dato anche rifugio ai tanti immigrati indiani. Per diversi anni è stato l’unico tempio dove i sacerdoti potevano celebrare i tipici matrimoni hindù. Si trova nel cuore del quartiere Chinatown di Singapore.

Storia del Tempio Sri Mariamman

Tempio Sri Mariamman di Singapore, interno

Il Tempio Sri Mariamman è il più antico e affascinante santuario di Singapore, nonché uno dei luoghi di culto hindù di maggiore importante di tutto il sud-est asiatico. Costruito in onore della Dea Mariamman il Tempio è un progetto realizzato da Naraina Pillai, uno storico commerciante indiano. Oltre a essere luogo di culto, il tempio è anche centro d’accoglienza per i pellegrini migranti delle comunità indù dell’India Meridionale.

Durante l’era coloniale il Tempio Sri Mariamman era un importante centro per le attività comunali indù e veniva utilizzato per i matrimoni. Questo perché era l’unico luogo sacro hindù in cui era possibile formalizzare le unioni. A partire dal 1973 il Tempio Sri Mariamman è dichiarato Monumento Nazionale e oggi viene gestito dalla Hindu Endowments Board. Il tempio è un punto di riferimento multietnico e culturale, nonché eccezionale attrazione turistica.

Struttura del Tempio Sri Mariamman

Tempio Sri Mariamman di Singapore, particolare

Esternamente Tempio Sri Mariamman si presenta con una architettura in stile dravidico, con la torre monumentale, il Gopuram, visibile anche da distanza. Ai suoi lati troviamo le immagini di Lord Muruga e Lord Krishna. La torre si sviluppa in un crescendo di decorazioni che rappresentano varie divinità hindu, ognuna particolarmente dettagliata e curata. Ogni livello è leggermente più piccolo del precedente, volutamente realizzata per fornire l’illusione di un’altezza superiore di quanto lo sia in realtà.

Il Gopuram originale era composto da unicamente tre livelli e quella che oggi invece ammiriamo, da sei, venne costruita nel 1925. Il Gopuram è affiancato da due divinità Tamil, Murugan sulla destra e Krishna sulla sinistra. La prima divinità e quella protettrice della terra mentre Krishna è il dio della compassione e dell’amore.

Alla base della torre monumentale troviamo una coppia di cancelli in legno, impreziositi da due piccole campane d’oro. I fedeli, prima di accedere al tempo, suonano una delle due campane per annunciare il loro arrivo. All’uscita dovranno essere nuovamente suonate per annunciare la propria uscita. Interessante anche ammirare i frutti appesi, banane e mango freschissimo, simbolo di prosperità e felicità.

Superata la porta di accesso si troverà un disimpegno, al coperto, dal quale è possibile accedere poi alla sala di preghiera. E’ qui dove i devoti e i sacerdoti presenziano agli antichi rituali e dove raccolgono le offerte, tra cui proprio mango e banane viste all’ingresso. Prima di iniziare ogni celebrazione nel tempio viene issata una bandiera che annuncia l’imminente inizio.
Un passaggio al coperto permette di collegare i santuari principali. Il soffitto è decorato con immagini di Lord Ganesha e della dea Saraswati, insieme a un mandala, il simbolo che rappresenta l’integrità e l’armonia.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Alla scoperta della gastronomia di Singapore, guida ai sapori locali

Il Vimana

Tempio Sri Mariamman di Singapore, particolare

All’interno della sala di preghiera principale si possono notare diversi santuari la cui cupola, a forma di cipolla, li caratterizza. Ognuno delle cupole sono chiamate Vimana e sotto quella centrale ha sede il santuario di Mariamman affiancate dalle due divinità secondarie, Rama e Murugan.
Nel Mandapa centrale, la sala esterna caratterizzata da pilastri e utilizzata per i riti religiosi pubblici, sono presenti altri Vimana dedicati ad altre divinità. L’interno complesso è protetto da un muro di cinta con varie sculture di vacche, animale sacro nella religione hindù.

L’edificio sacro si affolla notevolmente di devoti durante il Festival di Thimithi, ogni anno tra la metà di Ottobre e quella di Novembre, una cerimonia che consiste nel camminare a piedi nudi su carboni ardenti.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Voglia di fare il bagno a Singapore? Ecco Sentosa Island, l’isola del relax

Informazioni utili

Il Tempio di Sri Mariamman di Singapore, Ingresso

L’accesso al Tempio di Sri Mariamman è permesso a persone di ogni credo religioso, quindi merita sicuramente annoverarlo tra le possibili tante cose da vedere a Singapore.
Per accedervi dovrete, come tradizione, togliervi le scarpe e depositate in un’apposita area all’ingresso. A livello di abbigliamento dovrete essere coperti sia alle spalle che alle gambe. Anche se non si esclude che prima di accedervi possa esservi dato un copricapo adeguato, se possibile meglio andare sul sicuro vestendovi già adeguatamente.

L’ingresso è gratuito ma se vorrete scattare delle fotografie o fare delle video riprese dovrete acquistare un pass fotografico che vi permetterà di poterle scattare senza problemi. Il pass dovrà essere visibile e si consiglia di evitare di scattare foto o riprese senza averlo prima acquistato.

Il periodo migliore per visitare il Tempio di Sri Mariamman di Singapore è sicuramente le prime ore del mattino e quelle dopo il tramonto. Evitate se possibile di visitarlo in pieno pomeriggio: la ressa ma soprattutto il sole non renderanno agevole la visita. Ricordate anche di essere a piedi nudi.
Gli orari di accesso sono dalle 7 alle 11.30 di ogni mattina e dalle 18 alle 21 la sera. Se passate in altri orari e lo vedete aperto provate a domandare, non si esclude che vi consentano l’accesso.

Alcune altri usi richiamano quello già sopra indicato. Prima di accedere, e quando uscirete, ricordate di far suonare le campane. L’ingresso prevede la purificazione, si dovrà quindi lavare accuratamente le mani e bagnarsi anche la testa. Infine, come ovvio, se incontrate un sacerdote dategli il massimo del rispetto e all’interno, qualunque sia la vostra destinazione, rispettate il più rigoroso silenzio.

Scopriamo Singapore

Singapore, la città-stato del Sud-Est asiatico
Museo Peranakan, la cultura ibrida del sud-est asiatico
Le spiagge di Singapore, benvenuti a Sentosa Island
Benvenuti nell’aeroporto del futuro, Singapore Changi
Singapore Flyes, l’attrazione più amata dai turisti
Gardens by the Bay, il giardino sospeso di Singapore
Little India, il quartiere indiano di Singapore
Il quartiere Chinatown di Singapore
Clarke Quay, l’imperdibile quartiere di Singapore
Strada del Mercato di Chinatown a Singapore
Singapore, guida alla cucina locale
Parco Hong Lim di Singapore
La passeggiata a Fort Canning Park
Orchard Road, lo shopping a Singapore

 

Condividi su: