0
Condividi su:

Il Teatro Rendano di Cosenza

Icona articoloNel pieno centro storico di Cosenza, troviamo il Teatro Alfonso Rendano, struttura storica inaugurata nel 1909 dopo una lunga lavorazione iniziata nel 1877.
La prima opera che diede il via alla stagione teatrale fu l’Aida di Verdi e il pubblico, entusiasta finalmente della sua apertura, ebbe modo di scoprire la struttura.

Il Teatro era composta da una grande sala con tre ordini di palchi, decorata con pitture e stucchi mentre il suo soffitto era riccamente dipinto con varie figure allegoriche. La prima cosa che colpì il pubblico, tuttavia, fu il sipario che rappresentava Luigi III d’Angiò e la sua bella sposa Margherita di Savoia.
Scopriamo il Teatro Rendano di Cosenza.

OneMag-logo
Link-uscita icona Teatri storici: scopri il leggendario Bolshoi di Mosca

Cenni storici

Storia del Teatro Rendano di Cosenza
Storia del Teatro Rendano di Cosenza

Dopo la prima inaugurazione del Teatro e le prime stagioni teatrali arrivò la Prima Guerra Mondiale. Lo storico edificio fu adattato a caserma militare e gli spettacoli furono del tutto sospesi. Ripresi gli spettacoli a partire dal 1920, quindici anni più tardi il teatro venne intitolato al compositore Alfonso Rendano.

Nella Seconda Guerra Mondiale, nel ’43, il teatro fu vittima di un bombardamento, originariamente diretto al Castello Normanno-Svevo. La bomba distrusse il soffitto e provocò gravi danni agli arredamenti interni.

Nel 1953 cominciarono i lavori di restauro, che diedero alla struttura il caratteristico stile neoclassico del modello originale. Con i lavori gli interni furono egregiamente abbelliti con stucchi e decorazioni varie. Con i lavori di restauro venne realizzata l’atrio – all’ultimo piano – intitolato al compositore Maurizio Quintieri. Il 7 Gennaio del ’67 venne inaugurato il nuovo Teatro Rendano, con la rappresentazione della Traviata di Giuseppe Verdi.

Visitare il Teatro Rendano di Cosenza

Visitare il Teatro Rendano di Cosenza
Visitare il Teatro Rendano di Cosenza

Il Teatro Rendano di Cosenza è uno dei più importanti luoghi culturali di tutta l’Italia meridionale. Si tengono stagioni di musica classica come lirica, ma anche jazz e generi contemporanei, ospitando nei propri palchi alcune delle più prestigiose orchestre sinfoniche al mondo. Oltre alla musica si tengono spettacoli di danza e musical internazionali. Non solo spettacoli: il Teatro Rendano è anche sede di convegni socio-culturali, scientifici e storici, alché lo rende un punto di riferimento nel suo genere in Calabria.

La struttura del teatro si presenta con il caratteristico stile neoclassico, tipico delle tendenze tardo-ottocentesche. Troviamo ben tre ordini di palchi a forma di ferro di cavallo, con una capienza complessiva di 800 posti a sedere. Molto pregevoli sono le decorazioni, stucchi e pittura principalmente, realizzate dall’artista Enrico Salfi.

La facciata dell’edificio si caratterizza per il suo porticato sorretto da tre pilastri. Il primo piano si contraddistingue per la presenza di lesene e di una cornice che contorna l’intero perimetro, mentre la balaustra traforata presenta al centro lo stemma civico.


 

Condividi su:

Like it? Share with your friends!

0