Suriname, la patria dell’ecoturismo

Suriname, la patria dell'ecoturismo, dove poter ammirare un territorio ricco di biodiversità, una vasta fauna e una vivace flora.2 min


Suriname, la patria dell'ecoturismo

Cosa vedere nel Suriname, l’incontaminata terra nel Sud America

Il Suriname è uno stato piuttosto piccolo che confina con il mar dei Caraibi, il Brasile e la foresta amazzonica. Il suo territorio ospita molti parchi naturali di grande interesse scientifico  e di incredibile bellezza.

In queste aree protette le specie animali vivono nel proprio habitat protette e tutelate come quelle vegetali. Per tutte vige la massima attenzione affinché siano rispettati i delicati equilibri della loro esistenza.

Già durante il periodo della colonizzazione olandese, il Paese aveva cominciato ad individuare le zone protette e le riserve naturali sul proprio territorio. L’obiettivo era di scongiurare la deforestazione e, quindi, il rischio di compromettere i delicati ecosistemi esistenti.

Il territorio del Suriname

Cosa vedere nel Suriname

Ottenuta l’indipendenza, la politica ambientalista è stata intensificata. E’ da questo momento che tutti i parchi del Suriname sono diventati meta ambita dell’ecoturismo e di tutti i visitatori che apprezzano la bellezza del Paese.

Addentrandosi verso l’interno del territorio si trova il Central Suriname Nature Reserve. Parliamo di un’area di foresta pluviale che si estende per circa 16 mila chilometri quadrati con diversi ecosistemi particolari, comprendenti le zone paludose e le montagne.

In questo parco vengono riunite anche alcune aree protette più piccole come la Eilerts de Hann Gebergte Nature Reserve, la Tafelberg Nature Reserve e la Raleighvallen Nature Reserve, riconosciute dall’Unesco tra le zone più selvagge e incontaminate del mondo.

La parte della Riserva naturale del Suriname centrale che risulta più facile visitare è quella più a nord. Qui la vegetazione è fitta, ma non eccessivamente intricata ed esistono alcune strutture di accoglienza turistica e di informazione.

La biodiversità

Suriname, la patria dell'ecoturismo

Nell’area è possibile ammirare una delle biodiversità più grandi del pianeta che comprende tapiri, scimmia, uccelli tropicali dai vivacissimi colori, anfibi e rettili scomparsi in altre regioni dell’America meridionale. 

leggi anche:

Paramaribo, viaggio in SurinameParamaribo, viaggio in Suriname
Paramaribo, viaggio in Suriname alla scoperta di una città patrimonio Unesco e capitale della Repubblica del Suriname. 

 

Nella Riserva si possono ammirare anche alcune cascate molto suggestive come le Raleigh Falls, le rapide nel fiume Coppename o la Voltzberg , una cupola di roccia che sbuca dalla foresta e, con la sua altezza di 240 metri, offre un incredibile punto panoramico dalla cui sommità si può ammirare una veduta panoramica straordinariamente bella.

Flora e Fauna

L’area che comprende queste due attrazioni è popolata da circa 470 specie di uccelli ed è la  più ricca tra quelle conosciute in Suriname. Tra i volatili più particolari presenti nella zona, ci sono il gallo della roccia, mentre tra i mammiferi ci sono diversi gatti maculati e 8 primati.

Se siete appassionati di ecoturismo, il Suriname è sicuramente una destinazione splendida per voi, se invece ancora non lo siete, qui scoprirete una nuova declinazione di vacanza all’insegna della bellezza e della ricchezza della natura e delle sue sorprese.

Scopri di più:

Fort Zeelandia, roccaforte olandese in Suriname
L’affascinante Casco Viejo di Panama City

 


Like it? Share with your friends!