Guida all'importante Stadio di San Pietroburgo
Condividi su:

Stadio di San Pietroburgo,
La Gazprom Arena

Leggi tutti gli articoli della Russia

icona-articoloLa Gazprom Arena è il più importante campo sportivo della città di San Pietroburgo. L'avveniristico stadio di San Pietroburgo è il risultato di un progetto edile durato ben 10 anni: dal 2007 al 2017. L'attuale Gazprom Arena è stata realizzata per sostituire il precedente stadio, di dimensioni ben più ridotte, risalente al 1925. Infatti, lo Stadio San Pietroburgo ha una capienza di 66.881 posti a sedere contro i soli 21.570 dello Stadio Petrovskij.

Il campo sportivo ospita i match in casa della rinomata squadra della città, lo Zenit San Pietroburgo. Oltre alle partire dello Zenit San Pietroburgo, la Gazprom Arena ha ospitato alcuni match del Campionato Mondiale di Calcio del 2018 come alcuni incontri di UEFA Euro 2020, oltre che la finale di UEFA Champions League 2020-2021.

Il progetto dello stadio è stato messo in atto dopo un'attenta valutazione sul numero di tifosi della squadra di calcio. Il precedente stadio divenne insufficiente per la richiesta dei tifosi. Inoltre, l'esigenza della costruzione si fece ancor più concreta con l'assegnazione dei Mondiali del 2018. Oltre al consueto utilizzo in ambiti calcistici, lo Stadio di San Pietroburgo ospita numerosi concerti di rilievo internazionale, capaci di attirare visitatori da tutta la Russia e dall'Europa intera.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Quando andare a San Pietroburgo, guida pratica

Storia e caratteristiche della Gazprom Arena

Stadio di San PietroburgoLo stadio di San Pietroburgo porta la firma del famoso architetto giapponese Kishō Kurokawa, già autore del Toyota Stadium dell'omonima città in Giappone. Lo Stadio di San Pietroburgo è stato eretto nel luogo del suo precedessore, il Kirov Stadium, demolito nel 2006 e storica sede originale delle partite in casa dello Zenit tra il 1950 e il 1989, oltre che nella stagione del 1992.

La Gazprom Arena si trova all'estremità occidentale dell'Isola Krestovsky e rappresenta il principale edificio di un vasto complesso sportivo di ultimissima generazione. Nell'isola è presente anche il Lakhta Center, il più alto grattacielo di proprietà dell'azienda Gazprom, ed è fornita di collegamento metropolitano grazie alla stazione Novokrestovskaya, inaugurata nel 2016.

Il nome dello stadio è stato per diverso tempo soggetto ad accesi dibattiti. Fino a non molto tempo fa, infatti, lo stadio veniva intitolato, semplicemente, con il nome della città. Dapprima la squadra di calcio propose il nome di Zenit Arena, poi contraddetto dal CEO della società Gazprom, sponsor della squadra, che propose Gazprom Arena. Alla fine, lo stadio ha assunto in via ufficiale il nome di Gazprom Arena.

La prima cerimonia d'inaugurazione dello stadio si è celebrata il 27 ottobre del 2016. Pochi giorni dopo, tuttavia, la commissione tecnica della FIFA valutò instabile il campo retrattile, in quanto si sono registrate delle vibrazioni ritenute non accettabili.

Lo stesso Primo Ministro Vitaly Mutko dichiarò prontamente l'avvio di una serie di lavorazioni volte alla risoluzione del problema. Occorse attendere poco tempo per cominciare ad assistere ai primi match dello Zenit: già nel 2017, infatti, lo stadio ottenne il via libera dalla commissione tecnica per ospitare le partite di calcio ufficiali.

 


» Ti potrebbe interessare... «

Condividi su: