Sri Lanka, consigli di viaggio

Sri Lanka, consigli di viaggio per scoprire un territorio estremamente lontano dal nostro modo di vivere. Ecco i suggerimenti per preparare il vostro viaggio in Sri Lanka.

Consigli di viaggio

Lo Sri Lanka è un luogo semplice in cui muoversi ed è relativamente facile districarsi fra strade e città.

Se la vostra meta è una vacanza in spiaggia dirigetevi verso sud o verso est. Qua le migliori spiagge vi accoglieranno con distese enormi di sabbia, per lo più deserte.
Se i vostri spostamenti prevedono il treno, troverete un ambiente confortevole, spesso superiore a quello degli autobus.
Se invece volete immergervi nella cultura locale merita indubbiamente una visita il mercato locale, o i tanti mercati cittadini, il luogo ideale per conoscere i prodotti tipici dell’isola e anche incontrare gli abitanti. Qui potrete farvi trasportare da una atmosfera animata ma non eccessivamente confusionaria.

Sono tre semplici modi per conoscere lo Sri Lanka, la sua gente, i suoi usi ed i suoi costumi.

Come vestirsi

Pantaloni corti e T-shirt sono tollerati un po’ ovunque, ma al di fuori delle spiagge evitate costumi da bagno e bikini. Meglio camminare con qualcosa che copra braccia, spalle e una gonna, un sarong o un paio di pantaloni lunghi nel caso vogliate visitare i tVestiti Vestitempli.
Come calzatura l’ideale è un sandalo, comodo per camminare e altrettanto da sfilare prima di entrare nei luoghi sacri.

Se invece avete in programma una cena, ricordate che generalmente è ben visto l’abito elegante se non addirittura richiesto. Dipende dalla tipologia di ristorante o di locale che intendete visitare.
Ricordatevi infine di portare in valigia abiti impermeabili: i temporali nello Sri Lanka sono piuttosto comuni quanto improvvisi.

Arrivare in Sri Lanka

Sri Lanka, consigli di viaggio

Ma se la valigia è una preoccupazione di pochi giorni prima della partenza, diverso è prenotare il volo e l’alloggio.
Nessuna compagnia aerea ha un volo che vi porterà senza scalo ma sono centinaia le compagnie che raggiungono l‘Aeroporto Internazionale Bandaranaike nella città di Colombo.
Tra queste potreste optare, in base allo scalo, tra Emirates, Cathay o Qatar o a diverse compagnie internazionali. L’aeroporto di Colombo è l’hub della compagnia area nazionale, la SriLankan Airlines.

Una volta scelta la modalità di viaggio non rimane altro che occuparsi dell’alloggio.
In Sri Lanka sono presenti le più classiche strutture dedicate all’ospitalità.
Eccole.

Guesthouse

Sono generalmente a conduzione familiare e sono presenti quasi ovunque.
Hanno un ottimo rapporto qualità-prezzo il più delle volte e vi permettono di entrare a contatto in maniera ideale con la cultura e gli abitanti.

Ostelli

Sono pochi ma in continuo aumento nei principali centri turistici. Quelli presenti sono pressoché sicuri e anche economici. Ideali per i giovani, possono essere utilizzati anche dagli adulti ma meglio verificare struttura per struttura le regole.

Hotel

Ve ne sono di ogni genere, dai B&B ai cinque stelle, da quelli nascosti in strade secondarie a quelli di fronte all’oceano. I prezzi sono spesso ottimi se paragonati alla qualità della struttura.
Se la vostra scelta ricade su un albergo meglio verificare ogni singolo dettaglio prima di prenotare.

Resort

Se cercate il lusso, i resort migliori si trovano lungo la costa occidentale e meridionale e nei parchi nazionali. Molto spesso questi offrono dei trattamenti di benessere con pernottamento incluso. Anche se i prezzi non sono naturalmente economici, potreste fare degli ottimi affari. Non abbiate fretta e come nel caso degli hotel prendetevi il giusto tempo per scegliere con cura.

Contrattare

Sri Lanka, consigli di viaggio

Se non fate acquisti in un negozio con prezzi fissi, dovrete contrattare. In linea di massima, se qualcuno vi propone un prezzo, dimezzatelo. Il venditore vi verrà incontro più o meno a metà strada e il prezzo finale sarà un po’ superiore alla metà di quello proposto inizialmente.

Corea del SudCosa occorre sapere della Corea del Sud
Cosa occorre sapere della Corea del Sud, lo stato asiatico confinante unicamente con la Corea del Nord. Consigli e suggerimenti per visitare la Corea del Sud.
Continua a leggere

Mance

Anche nello Sri Lanka la mancia è un atto spesso dovuto.
Non è semplicissimo districarsi fra le quote da lasciare e quando lasciarle ma, in linea generale, adottate il buon senso.

Prima di lasciare il vostro Hotel vi verrà applicata una tassa di servizio, generalmente il 10%, che è un costo indirizzato alla proprietà. Se invece intendete ricompensare un cameriere aggiungete l’importo in contanti alla tassa di servizio.
Se volete premiare la cameriera che vi ha tenuto in ordine la camera una cifra di 100 Rupie Singalesi (circa 0,50 centesimi di Euro) al giorno è corretta. Il facchino che vi ha portato il bagaglio in camera potrete ringraziarlo con 50 Rupie per ogni bagaglio.

Se vi muovete in taxi o con un mezzo con autista privato è buona norma lasciare un 10% arrotondando alla cifra superiore.
I custodi delle scarpe dei templi li potrete ringraziare con 30 Rs mentre diverso è il caso delle guide turistiche. In questi casi meglio concordare all’inizio l’importo totale e, eventualmente, aggiungere qualche centinaio di Rupie se soddisfatti.

Qua potrete trovare il cambio attuale.

Altri consigli

  • Nei templi, le scarpe e il cappello vanno tolti, non occorre però togliere le calze, queste vi aiuteranno a sopportare i pavimenti arroventati dal sole.
  • Per l’abbigliamento all’interno dei templi. coprite spalle, braccia e gambe.
  • Non fatevi mai fotografare accanto o davanti a una statua del Buddha, è considerato un comportamento estremamente irrispettoso.
  • È vietato mostrare tatuaggi o indumenti raffiguranti immagini del Buddha, la pena può arrivare fino all’arresto e all’espulsione dal paese.
  • Sulle spiagge è vietato prendere il sole nudi o in topless.
    Ricordate che la mano sinistra è considerata impura. Se si deve passare qualcosa a qualcuno è estremamente consigliato utilizzare entrambe le mani o solo la destra.
  • L’inglese è piuttosto diffuso, ma poche parole pronunciate in singalese o in tamil verranno molto apprezzate e gli abitanti tenderanno ad essere più gentili.

Scopri di più:

Dusit, il quartiere ricco di Bangkok
l centro di Tokyo, dal Palazzo Imperiale ai musei

 

Condividi su: