Spiagge Torre dell'Orso (Puglia) | Torre dell'Orso: spiagge e stabilimenti balneari
Spiagge Torre dell'Orso (Puglia) | Torre dell'Orso: spiagge e stabilimenti balneari

Spiagge Torre dell’Orso (Puglia) | Torre dell’Orso: spiagge e stabilimenti balneari


Condividi su:

Le spiagge di Torre dell’Orso | Lidi, stabilimenti balneari e attività outdoor

Leggi tutti gli articoli della provincia di Lecce e del Salento
Mappa di Torre dell'Orso | Dove si trova Torre dell'Orso in Salento
Mappa di Torre dell’Orso | Dove si trova Torre dell’Orso in Salento

Icona articolo onemagUno dei principali luoghi di riferimento per la balneazione nel Salento è Torre dell’Orso.
Torre dell’Orso è una delle marine di ⇒ Melendugno, assieme a San Foca, Roca Vecchia, Sant’Andrea e Torre Specchia, nonché una delle mete marittime più belle dell’intero Sud Italia. Infatti, la qualità balneare di Torre dell’Orso e delle sue spiagge è di tal livello da essere stata premiata con le Bandiere Blu FEE e con le Cinque Vele di Legambiente. Questi ambitissimi premi vengono assegnati a quelle spiagge che si riescono a distinguere per la sostenibilità ambientale, per la pulizia della spiaggia e per la cura al visitatore, oltre che per la salubrità delle acque marine.

OneMag-logo
Link-uscita icona Eccellenze della Puglia: scopri tutte le migliori spiagge della Puglia: imperdibili!

La Baia di Torre dell’Orso e le sue premiatissime spiagge

Certo è che le spiagge di Torre dell’Orso sono tra le più scenografiche (e fotografate) del Salento intero. Il litorale che separa il centro abitato dal mare si presenta con un peculiare color argento, bagnato da un’acqua che invece presenta tonalità turchesi, rappresentando un luogo di rara bella. Torre dell’Orso e le sue spiagge sono inoltre una meta family friendly, sia per i servizi dedicati a chi viaggia con i bimbi sia per i fondali marittimi, che digradano dolcemente, garantendo quindi sicurezza ai visitatori e ai loro figli.

Non è un caso che Torre dell’Orso risulti anche una delle marine più apprezzate nel Sud Italia dai turisti stranieri, che scelgono questa spiaggia per la sua indiscutibile qualità. Il litorale si estende per poco più di 900 metri ed è delimitato da splendide dune e da una fitta pineta tipica della macchia mediterranea. Se invece ci si reca ai margini dell’insenatura si può osservare la scenografica costa di roccia bianca e frastagliata, laddove si celano grotte e ripari naturali di rara bellezza.

Tra le più famose si cita la Grotta di San Cristoforo, resa celebre al mondo per le sue pareti dipinte con arte rupestre, risalente alla preistoria. Assolutamente imperdibile è anche la Grotta della Poesia: un grande foro nella roccia frastagliata al cui fondo si trova una porzione di mare dall’aspetto caraibico.

OneMag-logo
Link-uscita icona Cosa vedere e fare nel Salento, una delle perle italiane

Lidi e stabilimenti balneari

Lidi e stabilimenti balneari di Torre dell'Orso
Lidi e stabilimenti balneari di Torre dell’Orso

Nella baia di Torre dell’Orso si trovano diversi lidi che meritano la propria attenzione. Tra questi si cita il Lido l’Orsetta, il Lido La Sorgente e il Lido Costa d’Oriente. Interessante è la Caletta di Torre Sant’Andrea, dove le scogliere si interrompono e l’acqua presenta tonalità che vanno dal verde all’azzurro profondo.

Uno dei più rinomati stabilimenti balneari della baia di Torre dell’Orso è quello de I Caraibi del Salento. Questo stabilimento è descritto come una delle migliori spiagge di Torre dell’Orso, caratterizzato da un tratto di sabbia bianca e fine, con mare cristallino e un contorno di fitta vegetazione. Lo stabilimento è inoltre uno dei più serviti della Baia di Torre dell’Orso, in grado di intrattenere i visitatori durante l’intero arco della giornata. Molto indicato anche per chi viaggia con i bambini.

OneMag-logo
Link-uscita icona Salento, ecco le spiagge da non perdere assolutamente

Conosci la leggenda delle Due Sorelle?

Le Due Sorelle di Torre dell'Orso
Queste sono le “Due Sorelle” di Torre dell’Orso

Spostandoci verso sud dalla spiaggia di Torre dell’Orso si contempla la suggestione offerta dai due faraglioni Due Sorelle, che emergendosi dal fondale azzurro creano un panorama davvero mozzafiato. Le Due Sorelle sono senza dubbio un’icona di Torre dell’Orso, caratterizzate da un’affascinante leggenda.

Si narra che le due sorelle una volta gettatesi dalla rupe nel mare, a causa della turbolenta tempesta, non riuscirono più ad emergere. Gli dei, rimasti impietositi per la sorte delle due fanciulle, diedero a loro in dono la vita eterna, rendendole due grandi faraglioni rocciosi, uno accanto all’altro, di simile aspetto: appunto, due sorelle.

OneMag-logo
Link-uscita icona Laghi Alimini, Lecce | Vacanza nella natura del Salento

Cosa fare a Torre dell’Orso e dintorni

La suggestione data anche dal racconto invoglia a continuare la propria visita nel territorio di Torre dell’Orso, esplorando anche le altre vicine frazioni marine di Melendugno. Sono tanti i percorsi escursionistici che si snodano nel comune e nelle aree limitrofe, percorribili sia a piedi che in mountain bike, da cui si possono ammirare paesaggi e panorami di grande stupore. Molti di questi sentieri, oltretutto, si presentano in certi tratti quasi sospesi a cavallo tra cielo e mare, colorati ai loro margini dai tanti fiori che dipingono i prati e i cespugli.

Se si è alla ricerca di attività outdoor le coste di Sant’Andrea, Roca e Torre Specchia sono incredibili ed eccellenti, protagoniste di vari tour organizzati da esperte guide turistiche. La brezza muove i profumi del mare e dei fiori, regalando quel tipico odore che caratterizza questo preciso tratto salentino, regalando ancor più l’idea di trovarsi in un posto unico, dove rigenerare sia il corpo che la mente.

Sebbene le spiagge di Torre dell’Orso siano la principale prerogativa turistica della località (quindi prettamente legate alla stagione estiva), l’aria più fresca e la peculiare inclinazione del sole data in primavera rende questo luogo davvero incredibile. Si può dire quindi che siamo in una destinazione turistica viva in diversi periodi dell’anno, attirando turisti anche nei mesi più freddi grazie alle varie attrattive di tipo culturale e storico poste a Melendugno.

OneMag-logo
Link-uscita icona Ostuni, la perla incantata del Salento

La Torre dell’Orso: la torretta d’avvistamento aragonese

La Torre dell'Orso: la torretta d'avvistamento aragonese
La Torre dell’Orso, ecco la leggendaria torretta d’avvistamento d’epoca aragonese

Una di queste attrazioni storiche è l’omonima Torre dell’Orso, che dà il nome alla località (come accade in molte marine sparse in Salento). Questa fu una delle tante torri d’avvistamento erette in epoca aragonese per permettere l’avvistamento di possibili incursioni saracene.

Carlo V, sovrano aragonese, fu tra i personaggi che maggiormente volle costellare la costa dell’Italia meridionale con queste torrette, data la concreta e temibile minaccia data dai pirati turchi, che per secoli invasero, saccheggiarono e distrussero diverse ricche città affacciate sul mare italiano.

Il nome della torretta pare derivare da un’omonima casata, con tutta probabilità antica proprietaria feudale della struttura. Un’altra ipotesi vede il masso sottostante alla costruzione come ispirazione per il nome, data la sua sagoma che vagamente ricorderebbe quella di un orso.


 

Condividi su: