Sokcho, la città al confine tra le due Coree

Cosa visitare a Sokcho, la città al confine tra le due Coree, ricca di bellezze naturali. Ecco cosa vedere a Sokcho in Corea del Sud.

Cosa visitare a Sokcho,
Corea del Sud

Nella parte nord orientale della  Corea del Sud troviamo Sokcho, una cittadina posta ad una cinquantina di chilometri dall’altra Corea e ricca di bellezze naturali.

La separazione delle due Coree è attiva dal 1945, proprio al termine del secondo conflitto mondiale, dove la parte sud è controllata dagli Stati Uniti mentre la parte nord è tendenzialmente vicina al regime sovietico. Esiste una zona di confine completamente demilitarizzata che rappresenta la vera divisione territoriale tra le due Coree.

Scegliere di visitare Sokcho significa optare per una vacanza nella natura, un momento di relax da trascorrere tra alte montagne e spiagge meravigliose. E’ anche una zona ricca di attrazioni e turisticamente sempre più visitata, grazie anche a collegamenti con Seul piuttosto frequenti con bus e treni o raggiungibile con un viaggio di poco più di 2 ore in macchina.

Turismo a Sokcho

Diverse sono le cose da vedere a Sokcho, ognuna in grado di soddisfare qualunque tipologia di turista.

Se volete avere da subito chiaro cosa significa la suddivisione delle due Coree recatevi allora al Goseong Unification Observatory. Raggiungibile unicamente in macchina o moto, la terrazza panoramica è il luogo ideale dove vedere il Monte Geumgangsan, posto nella Corea del Nord. In passato, fino al 1953, quest’area apparteneva alla Corea del Nord che l’ha dismessa rendendola una zona demilitarizzata e una terrazza da dove osservare, per i sudcoreani, l’altra ‘parte del mondo’.

Ma Sokcho è principalmente una località da dove apprezzare la natura. Da qui hanno inizio diversi sentieri che sapranno portarvi a paesaggi unici e meravigliosi, avendo come sfondo il Mare del Giappone.

Se decidete per una vacanza in Corea del Sud e comprenderete Sokcho tra le mete da visitare sappiate che qui il periodo migliore è quello autunnale, quando il clima rimane mite e l’affluenza non è particolarmente alta.
Ma se deciderete per altre stagioni non avrete di certo problemi a trascorrere la vostra giornata. In estate la spiaggia saprà regalarvi momenti unici di relax mentre in inverno potrete ammirare i paesaggi ghiacciati, come quello affascinante proposto dalle cascate Towangsung.

Ecco cosa visitare a Sokcho.

Haslla Art World

Siamo in un parco che occupa una superficie di oltre 100.000 metri quadrati, un luogo dove è anche presente una galleria d’arte e contemporaneamente la location ideale per ammirare l’intero paesaggio che ci circonda. Il fascino del Mar del Giappone intravedibile da questa area di prati e viali alberati è davvero affascinante.

All’Haslla Art World avrete modo di esplorare due attrazioni allo stesso tempo, quelle proposte dalla natura e le opere d’arte, un’abbinamento esclusivo e particolarmente interessante. Provate a passeggiare fra i vari sentieri per raggiungere i tanti giardini a tema qua presentati.

Nel Giardino dei pini potrete raggiungere la Piazza del Tempo dove vi attenderà una meridiana con raffigurati dei volti umani. Da qui percorrete il tunnel sotterraneo realizzato con dei pannelli trasparenti che vi daranno modo di osservare il cielo.
Nel Giardino delle latifoglie vi attendono invece delle siepi tagliate in forme estroverse inserite in un contesto di piante selvatiche
Nel Giardino dell’Oceano potrete invece percorrere un sentiero contornato da sculture.
Ma diversi altri sono i Giardini qua presenti, ognuna con una caratteristica unica ed insolita.

La galleria d’arte è ospitata all’interno dell’Haslla Museum Hotel, un edificio che da solo merita di essere visitato. Qui sono presenti opere insolite e preziose distribuite in cinque differenti spazi espositivi. Da non perdere anche il calendario degli avvenimenti, sempre piuttosto ricco di lezioni o mostre a tema.
Si trova a circa 65 km da Sokcho, da dove vengono organizzate escursioni programmate.

Parco nazionale del Seoraksan

Cosa visitare a Sokcho

Più indicata come meta di relax se vi trovate a Seul piuttosto che a Sokcho, il Parco Nazionale del Seoraksan è una immensa area verde di oltre 400 km quadrati con all’interno catene montuose, valli, foreste e anche una serie di cascate emozionanti.

Meta ideale per gli escursionisti, la zona è molto frequentata in estate mentre i periodi da evitare per l’altissima affluenza sono quelle autunnali e primaverili. In inverno le temperature scendono di parecchio rendendo sconsigliabile qualsiasi attività all’interno.
Se volete ammirare l’intero paesaggio che vi circonda prendete la funivia Seorak Sogongwon che vi condurrà direttamente sulla cima del Gwongeumseong. Qui avrete anche modo di visitare una antica fortezza, oramai quasi completamente distruttutta, ma sopratutto avrete modo di seguire un sentiero che vi permetterà di ammirare delle cascate davvero imponenti.

Siamo in un parco protetto dell’UNESCO e questa meraviglia è aperta tutto l’anno, anche durante il freddo inverno e l’ingresso è gratuito. La funivia e i servizi ristorativi all’interno dei vari sentieri sono a pagamento. Si trova a meno di 20 km di distanza dal centro di Sokcho.

leggi anche:

Cosa visitare in Corea del SudCosa occorre sapere della Corea del Sud
Cosa occorre sapere della Corea del Sud, lo stato asiatico confinante unicamente con la Corea del Nord. Ecco cosa visitare in Corea del Sud.

Continua a leggere

Tempio di Sinheungsa

Cosa visitare a Sokcho

Sempre all’interno del Parco Nazionale del Seoraksan dove troviamo questo tempio buddista. Lo raggiungerete procedendo lungo il cammino di Ulsanbawi e salendo proprio in cima alla montagna. Non avrete difficoltà a trovarlo, essendo una delle attrazioni più visitate di tutta la Corea del Sud.

Le sue origini sono del ‘600, anche se è stato poi ricostruito nel XVII secolo a causa di un devastante incendio. Al suo interno sono conservate numerose opere d’arte tra cui statue e dipinti. E’ aperta al pubblico che potrà anche rimanerci alcuni giorni per meditare o seguire le indicazioni dei monaci per travere la pace spirituale.

Poco distante da Sokcho, rappresenta una valida escursione, specie se si ha tempo a disposizione per visitare tutto con calma. La visita al tempio è gratuita.

Scopri di più:

Madagascar, guida turistica di viaggio
Visitare Bonn, la città dei ciliegi

 

Condividi su: