Sogni di diventare James Bond? Ecco come puoi diventarlo

Apre a New York il museo Spyscape dedicato a tutti coloro che nella vita sognano, o hanno sognato, di diventare come James Bond o Jason Bourne. Ecco cosa ci attenderà visitandolo.

Il museo delle spie, lo Spyscape Museum

Quasi 6.000 metri quadri di museo quello recentemente aperto a New York e precisamente a Manhattan’s Hell’s Kitchen. E’ un museo decisamente innovativo in cui sarà possibile, tra le tante attività, evitare i raggi laser esattamente come in Mission Impossible con Tom Cruise. Il suo nome chiarisce subito il suo interno: Spyscape Museum

Il museo

La parte più tradizionale del museo racconta invece storie di spie realmente esistite, come Alan Turing, il codificatore britannico che ha decriptato i codici tedeschi durante la seconda guerra mondiale.

Viene menzionata anche la vita della spia americana con una gamba sola, Virginia Hall, così come gli oggetti, i documenti e la tecnologia reali dal mondo della vita reale dello spionaggio.
Ai visitatori del museo vengono dati dei braccialetti di riconoscimento all’ingresso che serviranno poi per interagire con le attività presenti in tutto l’edificio.

Tra le attività presenti troviamo la decodifica dei messaggi, l’esecuzione di un test sulla macchina della verità, il superamento dei raggi laser ed il monitoraggio delle riprese di una serie di telecamere di sorveglianza.

 Spyscape Museum

Alla fine dell’esperienza ogni visitatore riceve un rapporto personale, in cui un sistema di profilazione sviluppato da un ex capo di formazione della British Intelligence analizza il tuo livello di spia indicandoti se sei meglio profilato come agente, analista o anche hacker.

Le attrazioni di New YorkNew York City, le attrazioni da non perdere
New York City, le attrazioni da non perdere di una delle città più importanti al mondo. Scopriamo New York e le sue attrazioni.

L’edificio

 Spyscape Museum, edificio rendering

Anche l’edificio stesso è un’attrazione, progettato da David Adjaye, l’architetto britannico che ha creato il National Museum of African American History di Washington DC.

Il design riproduce gli interni di edifici delle organizzazioni di spionaggio reali e ha porte vetrate oscurate con video interattivi inseriti nelle pareti di tutto il complesso.
Tra le tante caratteristiche troviamo un padiglione espositivo realizzato come un tamburo di acciaio con i pannelli ricurvi. Altre funzioni sono progettate appositamente per attirare l’attenzione del visitatore, come i pavimenti trasparenti, gli schermi e le diverse strategie di illuminazione.

“È stato emozionante lavorare con un cliente davvero innovativo come SPYSCAPE”, ha dichiarato Lucy Tilley, Associate Director di Adjaye Associates.
“Grazie alla loro idea di museo innovativo, siamo stati in grado di sfidare la tradizionale tipologia di museo con un design che utilizza tecnologie interattive all’avanguardia per creare un’esperienza emozionante per tutti i visitatori”.
Lo Spyscape Museum ha un costo di ingresso di 39$ ed il ricavato è destinato ad una associazione no profit.

Scopri di più:

Central Park, New York
Cosa vedere nell’Upper East Side

 

Condividi su: