Siem Reap, la città della Cambogia

Cosa vedere a Siem Reap, l'affascinante città della pittoresca Cambogia situata sulla costa del Lago Tonlé ed il punto da dove iniziare l'escursione verso Angkor Wat. Siem Reap è in pieno sviluppo economico ed abitata da circa 180 mila persone e decretata la capitale del divertimento cambogiana. Tra le cose da visitare a Siam Reap lo Street 08, il simbolo d'eccellenza della movida cambogiana ed emblema urbano, una strada invasa letteralmente dai pub e dai locali. Altre cose da vedere a Siem Reap è ll Museo Nazionale Angkor ed il Ponte del Vecchio Mercato. Ecco la guida di Siem Reap, la città della Cambogia.

Siem Reap, l’affascinante città della pittoresca Cambogia

icona-articoloNell’area centro settentrionale della pittoresca  Cambogia troviamo l’affascinante città di Siem Reap. Situata sulla costa settentrionale del Lago Tonlé, Siem Reap è la casa di circa 180.000 persone ed è il principale punto di riferimento per l’escursione verso il celebre Angkor Wat.

La città, in pienissimo sviluppo economico ed urbano, si presenta, da una parte, con nuovi altissimi grattacieli e, dall’altra, con interi quartieri di metà secolo scorso caratterizzati da numerosi negozi e ristoranti.
È noto che i cambogiani sono degli amanti del divertimento e Siem Reap ne è l’emblema assoluto. Si tratta infatti della città con probabilmente la più ricca vita notturna, con decine di locali e negozi aperti fino a notte inoltrata.

Che sia per visitare l’Angkor Wat o che sia per esplorare la città, una tappa in questo luogo sarà indimenticabile.

Cosa vedere a Siem Reap, Cambogia

Street 08

Cosa vedere a Siem Reap

In questo articolo non ci soffermeremo sui numerosi templi khmer dell’area limitrofa, bensì approfondiremo il fascino e le opportunità che Siem Reap offre ai turisti. Una di queste è senza dubbio la Street 08.
Street 08 è, oltre all’Angkor Wat, il simbolo d’eccellenza della movida cambogiana ed emblema urbano, quindi in assoluto tra le prime cose da vedere a Siem Reap. Si tratta della cosiddetta strada dei pub, qua dove le insegne a neon sostituiscono la luce solare e dove il divertimento è alle porte di chiunque.

È una delle aree maggiormente trafficate dai turisti occidentali, quindi è abbastanza semplice comunicare in lingua inglese. Durante il giorno la strada è totalmente invasa dalle auto. La situazione che però cambia al crepuscolo, momento in cui viene riservata unicamente ai pedoni.
E se pensate di incontrare una semplice strada ricca di pub, beh, dovete ricredervi. Qua infatti è molto famoso il Mercato, uno dei primi luoghi al mondo in cui vennero messi in commercio gli insetti commestibili e da sempre uno dei luoghi da visitare a Siem Reap.

Siete in viaggio: dimenticatevi di tutto, prendete il vostro boccale di birra e provate a superare ogni vostra idea negativa riguardo gli insetti, molti dicono siano deliziosi!

OneMag - Logo Micro
Battambang e il suo treno di bambù

Ponte del Vecchio Mercato

Cosa vedere a Siem Reap

Una tappa essenziale da fare dopo la Street 08 è quella del Ponte del Vecchio Mercato, da inserire assolutamente tra le tante cose da vedere a Siem Reap. Come quasi ogni ponte della città, questo permette di attraversare l’acqua stagna del fiumiciattolo Siem Reap.
Tuttavia il Ponte del Vecchio Mercato spicca in bellezza non solo per la sua struttura in legno con un tetto dall’architettura tipica del sud-est asiatico, bensì anche per la sua affascinante illuminazione notturna.

Durante l’intero arco dell’anno il ponte viene illuminato soprattutto sul tetto e sui corrimano, dettagli che permettono di osservare meglio le forme architettoniche davvero uniche.
Tuttavia durante alcune occasioni è possibile avere la fortuna di vederlo totalmente ricoperto da variopinte luci che, mescolate alle altrettanto illuminate insegne del mercato, è possibile assistere ad uno spettacolo davvero mozzafiato.

OneMag - Logo Micro
Phnom Penh, la magnifica capitale della Cambogia

Il Vecchio Mercato

Cosa vedere a Siem Reap

Il Ponte del Vecchio Mercato quale luogo collegherebbe se non appunto il Vecchio Mercato?
Il Vecchio Mercato è una delle aree maggiormente trafficate di Siem Reap ed è anche una delle tappe principali degli abitanti, che quotidianamente si recano qua per far rifornimento delle migliore materie prime, e non solo.
Prima di far visita al Vecchio Mercato bisogna essere bene consci del fatto che è un luogo quasi totalmente dedicato ai cambogiani, risulta quindi difficile riuscire a comunicare in inglese. Proprio per questa ragione lo inseriamo tra le cose da vedere a Siem Reap, per conoscere

Tuttavia, come molti viaggiatori sapranno, il linguaggio delle mani e l’arrangiamento multilinguistico può risultare la soluzione a tutti i problemi. Anche perché i prodotti che vengono venduti qua sono di altissima qualità ed uscire dal Vecchio Mercato senza aver fatto acquisti è davvero un gran peccato. Più che un semplice mercato comunale è un vero e proprio quartiere, sviluppato tra le strade e tra gli ampi magazzini. Non è difficile trovare il pesce fresco di fronte ai tessuti artigianali, come è anche semplice trovare mercanti che vendono i souvenir mescolati alle piante decorative.

Quasi sottinteso che durante l’intera giornata il Vecchio Mercato è estremamente trafficato e l’inquinamento acustico è di conseguenza altrettanto presente. Ciò però non implica che non sia un luogo davvero affascinante e, per certi versi, da aggiungere alle cose da vedere a Siem Reap per comprendere il fascino della Cambogia anche da questa prospettiva.

OneMag - Logo Micro
Avventure all’aria aperta in Cambogia

Museo Nazionale Angkor

Cosa vedere a Siem Reap

Famoso in tutto il mondo, l’Angkor Wat è uno dei complessi religiosi più belli dell’intero pianeta. E nella vicina città non poteva mancare un complesso museale interamente dedicato a questo capolavoro di epoca premedievale.
Situato nell’area un po’ più settentrionale di Siem Reap, il Museo Nazionale Angkor, che ha sede all’interno di un moderno edificio che richiama la tipica architettura locale, è uno dei più visitati in Cambogia e quindi da inserire tra le cose imperdibili da vedere a Siem Reap.
Oltre ad una sezione interamente dedicata all’Angkor Wat, in cui sono esposti numerosi documenti che testimoniano la sua storia antica, sono presenti aree dedicate all’intera cultura khmer.

L’esposizione spazia dalle sculture buddhiste sino ad altrettanto antiche stele decorative che ornavano le pareti dei templi khmer. Da non perdere anche le sale dedicate al significato spirituale dei templi caratterizzate da piccole ricostruzioni tridimensionali dei principali.

La ciliegina sulla torta viene poi fornita dalla piccola sala cinematografica, che con 80 posti a sedere e ben 7 lingue propongono un documentario ogni 15 minuti.

Condividi su: