Siauliai, pellegrinaggio sulla Collina delle Croci

Siauliai è la città della Lituania che nel corso del tempo ha subito molte ingiustizie che vengono raccontate sulla Collina delle Croci. La piccola altura oggi ospita oltre 400 mila croci, che la popolazione cominciò a piantare in memoria dei caduti durante una rivolta armata contro il dominio russo nel 1831, ai quali non era stato possibile dare sepoltura. Ecco Siauliai e il pellegrinaggio sulla Collina delle Croci.2 min


La collina delle croci

Siauliai e la collina delle croci

icona-articoloViaggiare è come una strana malattia che crea dipendenza. La voglia di scoprire e conoscere che accompagna ogni viaggiatore risulta contagiosa e finisce per coinvolgere ed interessare chiunque.

Come quando si fa un viaggio ed al ritorno non si finisce mai di raccontare e descrivere luoghi, volti, sapori e profumi. Ed è quello che sicuramente accadrebbe a chiunque scegliesse Šiauliai come meta del suo prossimo viaggio.

La storia di Siauliai

Siauliai, monumento Golden Boy

La città si trova in Lituania ed è la quarta città più popolosa del paese. Menzionata per la prima volta nel 1200, era un avamposto contro le incursioni dei cavalieri teutonici.
La città conobbe periodi di sviluppo ed altri di distruzione soprattutto a causa di eventi naturali, finché non fu pianificata quella rinascita che la portò al suo antico splendore di importante centro culturale.

OneMag-logo
Penisola curlandese, il paradiso dell’estate

La Seconda Guerra Mondiale a Siauliai

Siauliai, via pedonale

Il primo conflitto mondiale le inflisse pesanti ferite che la portarono ad aprirsi all’Europa per tamponare le emergenze locali. Alla vigilia della seconda guerra mondiale la città era un fiorente polo industriale ed un quarto della sua popolazione era ebrea.
Per questo quando i tedeschi entrarono in città nel 1941 cominciarono la caccia agli ebrei che ne ridusse il numero dagli 8.000 iniziali ai 500 sopravvissuti finali.

OneMag-logo
Gruto Parkas e Druskininka, un viaggio in Lituania

La Collina delle Croci a Siauliai

Pagine tremende di una storia crudele che, sotto altri vessilli ed altre divise, torna a ripetersi. Come nel caso della Collina delle Croci, luogo di pellegrinaggio nei pressi di Šiauliai. La piccola altura oggi ospita oltre 400 mila croci, che la popolazione cominciò a piantare in memoria dei caduti durante una rivolta armata contro il dominio russo nel 1831, ai quali non era stato possibile dare sepoltura. 

Il sito divenne presto meta di pellegrinaggio e durante il regime sovietico le croci furono estirpate per tre volte e per altrettante volte sono state ripiantate dai fedeli, sempre più numerose, a conferma della devozione religiosa in antitesi all’ateismo di stato. Nel 1993 papa Giovanni Paolo II visitò la collina donando una croce che fu posta ai piedi della collina.

OneMag-logo
Vilnius, cosa vedere nella capitale della Lituania

Cattedrale di Siauliai

Siauliai, Cattedrale

Lo stesso Pontefice, nel 1997, elevò a rango di cattedrale la chiesa di Šiauliai  dedicata ai Santi Pietro e Paolo. L’edificio, altro simbolo della forza religiosa della popolazione, rispecchia i canoni dello stile rinascimentale e manieristico ed è stato restaurato dopo i danni di un fulmine nel 1880 e della seconda guerra mondiale.

Considerato che non deve essere per forza un pellegrinaggio a far conoscere luoghi più o meno sacri, scoprire le bellezze dal fascino mistico di Šiauliai può essere il risultato di un viaggio piacevole durante il quale lasciarsi coinvolgere dalla pace dei luoghi.


Like it? Share with your friends!