Settembre, due paesi dell’Africa da non perdere

Settembre, due paesi dell'Africa da non perdere esplorando il Kenya con i suoi safari ed il Sudafrica con le sue tante attrazioni. Le località dell'Africa migliori da visitare a settembre sono il Kenya Settentrionale, mese in cui è nel vivo "La Grande Migrazione", quando le numerose colonie di animali selvatici migrano in direzione Masai Mara, ed il Sudafrica, quando i grandi terreni si colorano per i fiori che germogliano e quando le balene franche australi migrano verso Città del Capo. Ecco i due paesi dell'Africa da non perdere durante il mese di Settembre.3 min


0
3 condividi
Settembre in Africa

Quando andare in Africa

icona-articoloSe siete fra coloro che non esauriscono le vacanze tra luglio e agosto, scoprirete che settembre è un mese davvero perfetto per viaggiare.
Spostiamoci di qualche ora rispetto all’Italia e proviamo a vedere quali sono le località che proprio a settembre regalano il meglio di se.

Le 2 località dell’Africa da visitare a settembre

Kenya Settentrionale

Kenya, Samburu National Reserve

Durante il mese di settembre il Kenya offre davvero il meglio di se.
Il Kenya è l’angolo di Africa più frequentato in assoluto per i safari e qui flora e fauna non hanno certo problemi a regalare emozioni.
Come meta da visitare a settembre in Africa, la zona che vi proponiamo è quella più a nord, dalla regione di Laikipia fino alla Samburu National Reserve.

Si tratta di un’area ricca di acacie e disseminata di formazioni granitiche.
Nel Masai Mara, una riserva naturale kenyana, si potranno facilmente osservare splendidi esemplari di leoni. Nelle riserve del Kenya settentrionale, gestite a livello locale, vi sembrerà di essere tutt’uno con la natura.

– La grande migrazione

Kenya, Masai Mara, la Grande Migrazione

Settembre è il mese ideale per programmare il proprio safari.
E’ il mese della grande migrazione, iniziata a metà di luglio e che si concluderà verso la fine di ottobre. E’ anche il mese che anticipa la stagione delle piogge, ragione in più per programmare una vacanza in Kenya nel mese di settembre.

Durante la grande migrazione si potranno osservare quasi due milioni tra gnu, zebre e gazzelle intente a spostarsi dal Serengeti al Masai Mara alla ricerca di cibo. Il loro viaggio è tutt’altro che semplice: fiumi e altri ostacoli rappresentano una grande sfida. Che affrontano tutti insieme, in un grande unico branco.

Programmare una vacanza a settembre in Kenya significa anche approfittare di prezzi convenienti. Ma anche se siamo nel periodo conclusivo della migrazione, l’esperienza rimane di prima scelta. Preparatevi ad ammirare anche ghepardi, elefanti, rinoceronti bianchi e neri e alcune specie protette come i licaoni e le zebre di Grévy.

Raggiungere l’area non è difficile: diverse compagnie aeree locali collegano Lewa Downs e Samburu, importanti riserve, al Wilson Airport di Nairobi, la capitale del Kenya.
Generalmente nel pacchetto del safari lodge sono incluse le escursioni, pasti e bevande. Verificate che i trasferimenti siano inclusi, spesso sono infatti conteggiate a parte.

OneMag-logo
Safari in Africa, ecco cosa sapere

Sudafrica

Sudafrica, Isimangaliso Wetland Park

Anche il Sudafrica ha splendide emozioni da offrire durante il mese di settembre.
Nella parte più ad ovest potrete osservare milioni di colorati fiori selvatici, un tripudio di colore davvero immenso ed incredibile.

E’ anche il mese in cui le balene franche australi, l’enorme mammifero che generalmente vive in acque piuttosto fredde, migrano al largo di Cape Agulhas, a sud-est di Città del Capo.
Le temperature, intanto, gradualmente si alzano creando il clima ideale per scoprire il Sudafrica. E’ anche il mese perfetto per i surfisti, che possono iniziare la loro attività, e anche per ammirare gli animali nelle riserve. Da non perdere il Kruger National Park e i suoi ospiti che spesso si radunano intorno alle pozze per abbeverarsi.

Non essendo ancora alta stagione è anche il periodo ideale per evitare l’alto traffico turistico e risparmiare. Il viaggio può variare notevolmente in base al tempo disponibile, ma un itinerario classico prevede assolutamente una sosta a Città del Capo.
Si proseguirà poi in un viaggio lungo le distese fiorite del Namakwa e del Kalahari per arrivare a Johannesburg, passando per la Madikwe Game Reserve, perfetta per tutte l’età.

Proseguite con gli animali del Kruger National Park e dell’Isimangaliso Wetland Park, nonché i Big Five ospitati nell’Hluhluwe-lmfolozi Park, quindi tornate a Cape Town, toccatimonti Drakensbergs o la Wild Coast.
L’Hermanus Whale Festival, che si tiene di solito a fine settembre, è una celebrazione di cinque giorni dedicata ai cetacei che comprende gite in barca e feste ricche di musica, cibo e grandi bevute.


Ti piace? Condividi con i tuoi amici!

0
3 condividi