Scozia, viaggio nella storia del whisky

Scozia, viaggio nella storia del whisky per scoprire le zone di produzioni del distillato più famoso al mondo. Tra le distillerie più importanti in Scozia segnaliamo Campbeltown non molto lontano dal Parco Nazionale di Lochmond, Speyside con la distilleria Glenfiddich e la Chivas Regal, Lowlands dove visitare visitare la distilleria Auchentoshan, Highlands con la Royal Lochnagar e l'Isola di Islay con le distillerie Lagavulin e Laphroaig. Ecco il viaggio nella storia del whisky in Scozia.

Tour del whisky in Scozia

Icona articolo

Quando si parla di Scozia si pensa immediatamente agli incredibili panorami offerti da questa nazione a nord della Gran Bretagna, ai suoi laghi avvolti dalla nebbia, ad un cielo grigio e alla quasi sempre presente pioggia. Ma a tutto questo gli scozzesi sono assolutamente abituati e affrontano le loro grigie giornate sorseggiando il prodotto più tradizionale della loro lunga storia, il whisky.

Già perchè in questo sublime territorio, ricco di fascino e di castelli, troviamo una infinità di distillerie, quasi 130, suddivise nelle cinque aree geografiche che sono le rispettive zone di produzione. Che si scelga di partire da Glasgow o da Edimburgo, poco importa. Se avete voglia di intraprendere un viaggio alla scoperta dei territori di produzione di whisky scoprirete non solo distillerie storiche ma anche zone remote che meritano di essere assolutamente scoperte.

Tour delle distillerie in Scozia

Campbeltown

Tour del whisky in Scozia

Siamo a qualche ora da Glasgow, in direzione di Kintyre, dove attraversete l’essenza vera e propria della Scozia, oltre che il Parco Nazionale di Lochmond. Campbeltown era la Capitale mondiale del Whisky, titolo che si è attribuita a seguito del grande numero di distillerie in funzione, ben 34.
Oggi la situazione è decisamente diversa e della trentina di produttori sono rimaste unicamente 3 quelle ancora oggi sono in funzione.

Per conoscere meglio la zona di Campbeltown vi rimandiamo al nostro approfondimento.

QUI l’articolo dedicato alla zona di Campbeltown.

Speyside

Tour del whisky in Scozia

A nord della zona di Campbeltown troviamo il Parco nazionale di Cairngorms e nella cui zona troviamo una parte importante delle distillerie scozzesi. E’ la zona ideale se vogliamo approfittare di un itinerario guidato che permetta una visita completa di tutte le distillerie della zona. Pur essendo un tour di minimo 3 giorni rappresenta una delle soluzioni migliori se si vuole concentrare la propria voglia di conoscenza del whisky.
In alternativa, naturalmente, è possibile scegliere in maniera autonoma quelle che si preferiscono visitare.

Tra queste scegliete di visitare la distilleria Glenfiddich, tra le più note al mondo e anche tra i più premiati in assoluto, specie tra i produttori a malto singolo.
Se volete immergervi nella storia scegliete anche di visitare il produttore, tra gli altri, anche del Chivas Regal. Strathisla ha anche il vantaggio di essere una tra le distillerie più tipiche di tutta la Scozia in cui assaggiare anche alcuni dei loro whisky più rari in assoluto.

OneMag-logo
Viaggio nelle Highlands scozzesi

Lowlands

Tour del whisky in Scozia

La terra forse maggiormente indicata per la produzione del whisky sono proprio quelle denominate Lowlands. Qui grazie ad un terreno pianeggiante e ad un clima particolarmente mite si riescono ad ottenere grandi piantagioni di orzo in grado di produrre un whisky piuttosto delicato.

Non troppo distante da Glasgow potreste decidere di visitare la distilleria Auchentoshan con la sua caratteristica unica. Qui infatti viene prodotto l’unico whisky con una distillazione tripla, fornendo un prodotto particolare dolce e delicato. In alternativa, questa volta più vicino ad Edimburgo, si potrà visitare la distilleria Glenkinchie con i suoi whisky maltati e particolarmente apprezzati e con una lunga storia.

OneMag-logo
Cosa vedere a Dumfries in Scozia

Highlands

Tour dei whisky in Scozia

Ma la terra più grande a livello di produzione sono indubbiamente le Highlands. In questo immenso territorio troviamo diverse tipologie di whisky, da quelli delicati a quelli intensi e torbati. All’interno del territorio troviamo anche Inverness, nota per il mitico Nessie che pare navigare all’interno del Loch Ness.

Proseguendo in direzione Gills potrete traghettare fino a raggiungere le isole Orcadi, una delle zone di confine delle Highlands. Qui avrete modo di visitare la Hobbister Nature Reserve che contiene una torba, ancora in uso, la cui nascita è stimata in oltre 4 secoli. Da qui avrete modo di prenotare un tour che vi illustrerà tutte le fasi di produzione e in cui avrete anche modo di lavorare voi stessi per una intera giornata. Niente di meglio poi che rimanere da queste parti ad ammirare l’incredibile panorama offerto da questo insolito arcipelago composto da decine di piccole isolette.

Conclusa la vostra esperienza nelle Orcadi dirigetevi verso il Parco Nazionale di Cairngorms dove, a poca distanza del Castello di Balmoral, avrete invece modo di visitare la Royal Lochnagar, nota per essere tra le preferite dalla regina Vittoria. Se avrete modo di visitarla comprenderete il perchè di tanto fascino regale: qua, infatti, il panorama è davvero mozzafiato ed il contorno dato dalla montagna Lochnagar ed il fiume Dee lo rendono quasi un ritiro spirituale.

Per concludere la visita delle Highlands non perdetevi anche quella che è in assoluto la più antica distilleria scozzesse, la rinomata Glenturret. E’ anche, oltre alla più antica e ricca di storia, la distilleria tra le più visitate in Scozia dove è anche ospitata la più grande bottiglia di whisky al mondo, circa 228 litri.

OneMag-logo
I castelli più affascinanti della Scozia

Islay

Tour dei whisky in Scozia

A una quarantina di minuti di traghetto da Glasgow concludiamo il nostro tour dei whisky della Scozia nella isola di Islay. Siamo nella più meridionale tra le Ebridi, il piccolo gruppo di isole poste vicino alla costa occidentale della Scozia. Qui il numero degli abitanti è davvero ridotto, poco più di 3200 persone in un territorio grande circa 600 km quadrati.

E, nonostante siano sicuramente presenti più animali che esseri umani, qua troviamo ben 8 distillerie la cui storia inizia già dal XIV° secolo. Il suo territorio permette la coltivazione dell’orzo e da queste parti si produce da sempre un ottimo whisky affumicato e torbato.
Qui sono imperdibili le distillerie Lagavulin e Laphroaig, alcuni tra i più noti whisky più venduti nel mondo. La prima è posta in una piccola baia e risulta una meta davvero imperdibile per ammirare anche il contesto; la seconda invece vanta una storia che ci riporta ad oltre 2 secoli fa, con whiky che raggiungono l’anzianità di 25 anni.

Qualunque sia la vostra scelta, un tour della Scozia assaporando un bicchierino di whisky è una delle emozioni imperdibili, una tra le idee di viaggio da mettere sicuramente in valigia per una prossima vacanza alternativa.

Condividi su: