Vacanze in bicicletta nel Trentino
Condividi su:

Vacanze in bicicletta nel Trentino

icona-articoloTrentino e bicicletta. Niente di meglio, infatti, che uscire in famiglia per una bella gita in un territorio ricco di piste ciclabili e sentieri.
Una vacanza in bicicletta in ⇒ Trentino, infatti, significa poter percorrere gli oltre 800 km di piste ciclabili, i tanti sentieri che si inerpicano per le montagne oppure nei boschi.

Il periodo migliore per una vacanza di questo tipo è sicuramente l’autunno, quando il grande caldo è oramai quasi un ricordo ma il fresco non è ancora sceso ad accompagnare le giornate. 

Un angolo sospeso tra la verticalità delle Dolomiti e il panorama del Garda, dove le piccole zone pianeggianti sono ornate da oltre 250 laghetti.
431 sono i chilometri di piste ciclabili serviti da 19 bicigrill, oltre 8000 chilometri perfetti per la mountain bike, 8 il numero di bike park, 1.165 i sentieri ufficiali, 146 rifugi e 238 guide alpine. Numeri che faranno gioire chiunque sia appassionato di natura e di sport.

OneMag - Logo Micro
⇒ Selva di Val Gardena, lo splendore delle Dolomiti

In vacanza in Trentino con la bicicletta

In vacanza in Trentino con la bicicletta

I circuiti in bicicletta

I bikers più esperti riusciranno ad apprezzare al meglio il Bear Trail a Paganella, un itinerario di 59 chilometri servito da sei impianti di risalita, con oltre quattromila metri in discesa e mille in salita. Impegnativo, ma tocca tutte le aree del comprensorio arrivando ai 2.125 metri di Cima Paganella.

Nella bike area non mancano due pump tract, ovvero i circuiti chiusi con gobbe e paraboliche da percorrere senza pedalare, e la skill area, ovvero la zona didattica con ostacoli artificiali e diversi servizi aggiuntivi come mappe, tracce gps, servizio bicibus, navetta, noleggi, impianti di risalita, guide.

Da provare assolutamente sono i percorsi che si snodano tra i pendii, come quello del lago dei Caprioli. Caratterizzato con un susseguirsi di discese e piccole salite, sentieri divertenti e tratti tecnici, regala –dalla Cima Vigo– una delle migliore viste sulla Val di Sole, sulle Dolomiti di Brenta e sull’Ortles-Cevedale.

OneMag - Logo Micro
⇒ Dove sciare in Trentino Alto Adige, le mete preferite

Sciare in bicicletta

Provare le piste da sci in sella alla propria bici?
Nella Bike Area di Val di Fassa è possibile. Precisamente sul Sellaronda Mountainbike, il mitico giro dei passi che percorrono il Gardena, il Sella, il Pordoi e il Campolongo, alcuni dei più celebri valici alpini delle Dolomiti.

Da Moena si riesce a raggiungere il balcone panoramico dell’Alpe di Lusia, per poi ridiscendere a fondo valle e, passando per Soraga, Pozza e Vigo di Fassa, si ritorna a Moena facendo sosta alla malga Roncac, un delizioso ristorante situato sopra il paese. L’ambiente è caratterizzato dal legno, dalla pietra, dal grazioso camino, spesso acceso anche d’estate.

Qua ci si potrà deliziare con i tipici ravioli di pasta fresca, la guancia brasata con purè di sedano rapa e insalata di cavolo cappuccio.
Da qua si potrà tornare a pedalare invece nella storica pista dei Forti, lunga 100km. L’itinerario, possibile da percorrere tutto l’anno, nasce dalla competizione del 1996 su uno dei più grandi alpeggi d’Europa, l’Alpe Cimbra.

È senza dubbio uno dei percorsi più difficili ed emozionanti di tutta la regione: comuni di Folgaria, Lavarone e Luserna sono terra di Confine e portano i segni del passato: il Forte Busa Vede. il Forte Lusérn, il Forte Belvedere, dove vale la pena di scendere sulla sella, perché è l’unica fortezza perfettamente conservata e interamente visitabile.

OneMag - Logo Micro
⇒ I cinque laghi da non perdere in Trentino

La ciclabile dell’Adige

Il Trentino in biciclettaMa perché non valutare anche un percorso che unisca due città?
La ciclabile dell’Adige collega infatti ⇒ Rovereto con ⇒ Trento, in un percorso che permetterà di visitare anche delle magnifiche fortezze.
Su due estremità si trovano i musei più interessanti della regione: il MUSE e il MART. Durante la pedalata è possibile ammirare il piacevole panorama e visitare alcune delle migliori cantine di Trento.


 

Condividi su: