Condividi su:

Guida di Santiago, capitale del Cile

Tutti gli articoli del Cile

icona-articolo

La capitale del Cile, Santiago, è un misto tra grattacieli, montagne e vigneti. Situato nella valle del Maipo, la capitale cilena è la maggiore città del paese, posta lungo la costa pacifica del Sud America.  La sua posizione, lungo la Cordigliera delle Ande e sulle rive del fiume Mapocho, la rende particolarmente affascinante nonostante  nella sua lunga storia è stata protagonista di dittature, invasioni e terremoti. Negli ultimi decenni, tuttavia, Santiago ha saputo quasi reinventarsi, diventando oggi una importante meta turistica e evolvendosi tra il tipico stile latino-americano ma con una chiara e definita impronta europea.

Basterà camminare attraverso i suoi barrios, i quartieri, per scoprire come tra grattacieli e cattedrali si ritrova un'anima artistica, spesso nascosta nelle gallerie quasi inserite tra negozi e locali di ogni genere. Forse proprio questa la caratteristica principale, una località unica nel suo genere, ambita in tutto il mondo. Oggi la città è un agglomerato urbano che comprende ben 26 comuni completamente inseriti nel tessuto urbano della capitale ma anche di altri 11, questi acquisiti solo parzialmente. Pronti quindi a scoprire le cose da vedere a Santiago del Cile?

 

Cosa visitare a Santiago del Cile

La città è distribuita lungo circa 700 kmq e il suo panorama è unico, grazie al contorno montuoso offerto dalle Ande.

Pensare di visitarla e scoprirla in un unico viaggio è probabilmente impossibile, anche se il vostro tempo a disposizione fosse esauriente. Per questo occorrerà prendere da subito confidenza con i suoi abitanti e con le abitudini, spesso simili a quelle di altri paesi sudamericani ma al contempo anche differenti. Sicuramente apprezzerete la gastronomia e il vino ma scoprirete presto come entrare in contatto con le abitudini più consuete, con le passioni locali che hanno saputo portare la capitale del Cile in un livello superiore rispetto a quello passato.

La città, come descritto, è il frutto di una fusione di diversi agglomerati urbani, fattore che ha saputo fondere anche diverse abitudini, quelle che oggi si sono abilmente miscelate fra loro. La città ha infatti creato una sorta di saldatura reciproca che ha permesso di unificare le interazioni socio-economiche allo scopo di svilupparsi. Il suo patrimonio si fonda su bellezze artistiche e naturali, di retaggio coloniale le prime e prettamente autoctone le altre. Il tutto incorniciato dalle impressionanti opere di architettura moderna che riescono a creare un fil rouge tra piazze, musei e e ville liberty.

Visitare Santiago del Cile è sinonimo di storia, arte, cultura che si mescolano con l'agglomerato urbano a tratti avveniristici, offrendo uno scenario unico nel suo genere. Tanto che la città è stata anche scelta dal poeta Pablo Neruda come residenza per parte della sua vita.

 

Il quartiere Bellavista

Cosa vedere a Santiago del Cile, barrio Bellavista
Santiago del Cile, barrio Bellavista

Bellavista è indubbiamente il quartiere più affascinante di Santiago del Cile, posto tra il  fiume Mapocho e Cerro San Cristóbal.

Siamo nel quartiere bohémien, noto per le attività culturali svolte a cielo aperto e per le sue casa colorate che incorporano spesso numerose gallerie d’arte. Di notte è il quartiere da preferire per la movida, una serie di locali e ristoranti che animano le strade che sembrano non dormire mai, una concentrazione di bar difficilmente riscontrabile in altre capitali.

 

La Chascona, la casa di Pablo Neruda

Cosa vedere a Santiago del Cile, la casa di Pablo Neruda
Santiago del Cile, la Chascona, la casa di Pablo Neruda

Proprio nel Barrio Bellavista troviamo una delle più importanti attrazioni tra le cose da vedere a Santiago del Cile, la Chascona, la casa di Pablo Neruda.

Qui il poeta Premio Nobel per la letteratura trascorse gli ultimi 20 anni della sua vita con Matilde Urrutia, sua terza moglie detta chascona per i suoi capelli arruffati.

La casa è un museo che conserva testimonianze della vita e del lavoro del poeta, ed è anche sede della Fondazione Pablo Neruda, un laboratorio artistico-letterario con uno spazio Estravagario per gli eventi culturali.

La Chascona, la casa museo di Pablo Neruda a Santiago del Cile

Chascona, la casa di Pablo Neruda

Chascona, la casa museo di Pablo Neruda, situata a Santiago del Cile nel quartiere Bellavista. Il nome della casa è un tenero omaggio alla sua Matilde Urrutia, la sua amata di sempre. Scopriamo Chascona, la casa di Pablo Neruda.

 

Plaza de Armas

Cosa vedere a Santiago del Cile, la Plaza de Armas
La Plaza de Armas di Santiago del Cile

Merita quindi proseguire raggiungendo una delle piazze più importanti, posta nel cuore della metropoli.

La Plaza de Armas di Santiago del Cile è una delle piazze più vivaci in assoluto della capitale cilena, realizzata nel 1541 contemporaneamente alla fondazione della città. Seguendo uno schema quasi a scacchiera, la piazza è la sede della Cattedrale Metropolitana di Santiago mentre negli altri lati hanno sede il Museo Nazionale di Storia, il Municipio e l'ufficio centrale della Posta.

 

Cattedrale Metropolitana di San Giacomo

Cosa vedere a Santiago del Cile, Cattedrale Metropolitana di San Giacomo
Cattedrale Metropolitana di San Giacomo a Santiago del Cile

La Cattedrale Metropolitana di San Giacomo è indubbiamente una tra le prime cose da vedere a Santiago del Cile.

La sua costruzione risale al XVIII secolo e parte delle opere qua in passato presenti sono oggi custodite nel Museo d'Arte Sacra, posto giusto alle spalle dell'edificio religioso. Qui sono custodite raffinate opere d'arte realizzate nel corso del XVI secolo, tra cui spiccano numerose sculture, icone religiose e arredi vari.

Tornando alla Cattedrale Metropolitana, quella che oggi possiamo ammirare risale 1748, quando venne ricostruita a seguito di un incendio che ne distrusse quasi interamente la struttura originale. Interessante da ammirare la sua variegata architettura, composta da diversi stili architettonici, come il barocco ed il classicista, facilmente riconoscibili dai dettagli che ornano le colonne, le navate e le torre campanarie.

Dopo aver varcato l'ingresso principale, adornato da decorazioni religiose, si ci trova dinnanzi a uno degli ambienti ecclesiastici più incantevoli presenti in Sud America. Archi dorati, grandi candelabri ed innumerevoli affreschi ed icone religiose renderanno l'esperienza ulteriormente indimenticabile. Al suo interno è anche presente la cripta di Diego Portales, l'ex imprenditore e politico cileno assassinato nel 1837, le cui spoglie sono state rinvenute solamente nel 2005.

 

Museo Nazionale di Storia

Cosa vedere a Santiago del Cile, Museo Nazionale di Storia
Museo Nazionale di Storia a Santiago del Cile

Rimaniamo nella Plaza de Armas per visitare forse il più importante museo cittadino, il → Museo Nazionale di Storia.

La sua collocazione è all'interno di un peculiare palazzo in stile neoclassico ed espone 1600 cimeli risalenti a diverse epoche, dal pre-rinascimento sino alla dittatura militare imposta nel paese dal 1973 al 1990. La mostra del museo è sviluppata in ordine cronologico. L'esposizione del Museo Nazionale di Storia raccoglie e conserva numerosi libri, prodotti artigianali, illustrazioni, arredi, utensili ed armi, che permettono al visitatore di ripercorrere interamente la storia del Cile.

Una visita a questo edificio culturale vi permetterà anche di scoprire la storia dei popoli nativi dell'Isola di Pasqua, quali gli Aymara, Mapuche e Yámana. L'esposizione si completa con una raccolta di opere riferite alla storia coloniale spagnola del paese.

 

Palacio de la Moneda

Cosa vedere a Santiago del Cile, Palacio de la Moneda
Palacio de la Moneda di Santiago del Cile

Altra attrazione di Santiago del Cile imperdibile è l'edificio neoclassico del Palacio de la Moneda, tra i più antichi presenti nella capitale del Cile.

Inaugurato nel 1805, il Palacio de la Moneda è stato la sede della Zecca Reale, per poi essere rielaborato a residenza presidenziale ed infine a sede del governo. Situato lungo il lato di Plaza de la Constitución, la sua elegante facciata si presenta maestosa e sviluppata per il lungo, caratterizzata da ampie finestre e da colonne portanti maestose.

Accedendo al cortile del palazzo troviamo due imponenti cannoni risalenti al 18° secolo e, a breve distanza, è presente Patio de los Naranjos, contornato da arbusti che a loro volta circondano la monumentale fontana.

 

Cerro Santa Lucía

Cosa vedere a Santiago del Cile, Cerro Santa Lucía
Cerro (collina) Santa Lucía di Santiago del Cile

Proseguiamo a esplorare Santiago raggiungendo il Cerro Santa Lucía, a collina in cui il colonizzatore spagnolo Pedro de Valdivia - fondatore dell'attuale capitale del Cile - visse nel 1541.

Nelle sue origini adibita a semplice punto di osservazione, nel XIX secolo venne trasformato in un parco pubblico ed oggi è un punto di ritrovo per turisti ed abitanti. Il parco si raggiunge salendo un sentiero lungo e stretto composto da gradoni di pietra che hanno inizio proprio dalla omonima fermata della metropolitana Santa Lucia. Non semplicissimo quindi da raggiungere, apprezzerete lo sforzo sia durante la salita sia una volta raggiunto, dove godrete di un meraviglioso panorama.

Se preferite potrete anche raggiungere la vetta collinare in ascensore, recandovi all'incrocio tra le vie Santa Lucia e Agustinas. L'apertura del parco è quotidiana tra le 9.00 e le 19.00 e si consiglia, nelle ore serali, di prestare attenzione ai borseggiatori, spesso presenti. Da ottobre a febbraio l'apertura è posticipata alle 20.00

Sempre nel Cerro Santa Lucía è possibile visitare il Centro de Exposición de Arte Indígena, un piccolo complesso museale in cui sono esposti vari manufatti indigeni. Collocato all'interno di una delle cave che compongono Santa Lucia, qui sono direttamente gli artigiani che espongono le loro opere, spesso in pietra e legno ma anche in ceramica o in tessuto. Perfetto luogo dove acquistare souvenir, anche i prezzi sono piuttosto convenienti, specie dopo un minimo di contrattazione.

 

Hanga Roa, la capitale dell’Isola di Pasqua

Guida di Hanga Roi, capitale nonché una città dell'Isola di Pasqua, risalente al periodo compreso tra il 8° e il 12° secolo. La città è...

Museo Nacionales de Bellas Artes

Cosa vedere a Santiago del Cile, Museo Nacional de Bellas Artes
Museo Nacional de Bellas Artes di Santiago del Cile

Non si dovrà percorrere molta strada per raggiungere il Parque Forestal, lo splendido parco urbano posto nelle vicinanze del fiume Mapocho, sempre nel cuore della capitale.

Qui dal 1910 troviamo il Palazzo delle Belle Arti che comprende anche il Museo Nazionale delle Belle Arti, progettato dall'architetto cileno-francese Emile Jecquier. Inaugurato nel settembre del 1910, il museo fu aperto con una grande mostra di pittura cilena e internazionale nel contesto delle celebrazioni del Centenario dell'Indipendenza del Cile.

Il museo, il più antico del genere in America Latina, ospita collezioni di arte cilena dall'epoca coloniale giungendo ai giorni nostri e opere di numerosi artisti mondiali dal XVI al XX secolo. Merita visitarlo anche per le sue esposizioni temporanee, alcune assolutamente tra le più prestigiose del Cile.

Il museo è ad accesso gratuito nella giornata di domenica e il suo orario di apertura è dalle 10 alle 18.50 tranne il lunedi, giorno di chiusura.

 

Il Mercado Central

Cosa vedere a Santiago del Cile, Mercado Central
Mercado Central di Santiago del Cile

Tra le cose da vedere a Santiago del Cile merita una visita il Mercado Central, uno dei tanti mercati presenti nella capitale cilena.

Sicuramente particolarmente indirizzato ai turisti, questo mercato è dal 1872, il cuore commerciale di Santiago. Con 241 negozi di vario genere è stato qualificato come il quinto mercato più bello al mondo dal National Geographic. Merita anche osservare la sua struttura interamente in ferro battuto e completato in ben 4 anni. Nel 1983 l'edificio è stato completamente restaurato e oggi è piuttosto simile a come si presentava nel XIX secolo.

Qui, secondo la tradizione locale, si concludono i festeggiamenti di Capodanno mangiando pesce come primo pasto del nuovo anno, cantando e ballando. Qualunque sia in ogni caso la giornata prendetelo come punto di riferimento per una cena tipicamente cilena, grazie ai tanti ristoranti tradizionali qua presenti.

 

Cile, cosa non perdere assolutamente

Cile, le cosa da non perdere in questa nazione dalle dimensioni colossali. Tra le cose da non perdere assolutamente visitando Cile segnaliamo il Parco Nazionale Torres...

Museo di Arte Contemporanea

Santiago del Cile, Museo di Arte Contemporanea

Spostiamoci di zona per raggiungere il Parque Quinta Normal, altro parco urbano di Santiago, da molti definito il più bello della città. Caratterizzato da un rilassante laghetto, qua hanno sede il Museo Ferroviario, il Museo Nazionale di Storia Naturale e il Museo di Arte Contemporanea.

La sede del Museo di Arte Contemporanea è all'interno di un palazzo in stile neoclassico eretto durante il XX secolo. Al suo interno sono ospitati un totale di circa 2600 opere, di cui 600 sono dipinti, a cui si aggiungono poi numerose sculture, disegni e ceramiche varie.

Il percorso museale è stato inaugurato nel 1947, a seguito di numerose donazioni di opere d'arte, il Museo di Arte Contemporanea è composto da alcune dei lavori più celebri di pittori cileni ed argentini. Roberto Matta, Pablo BurchardEmilio Pettoruti sono i più celebri tra quelli nati tra Cile ed Argentina, ma sono presenti anche opere di sudamericani di altri paesi, come ad esempio il peruviano Fernando de Szyszlo ed il colombiano Alejandro Obregón.

Dentro il Museo di Arte Contemporanea sono esposte inoltre un centinaio di opere scultoree, realizzate nei più vari materiali. Dal marmo alla terracotta fino al bronzo, la protagonista della peculiare opera raffigurante una testa umana, realizzata da Isamu Noguchi dell'architetto statunitense con origini giapponesi

 

Costanera Center

Cosa vedere a Santiago del Cile, Costanera Center
Costanera Center di Santiago del Cile

Uno dei punti di riferimento per il turismo a Santiago del Cile è Costanera Center.

Si tratta di un complesso commerciale dentro cui troviamo innumerevoli bar, ristoranti, locali e quattro grattacieli tra più alti di tutto il continente sudamericano, nonché punto di riferimento per il commercio e per gli affari in generale. Da non perdere al Costanera Center è senza dubbio la Gran Torre Santiago, alta 300 metri e tra le strutture più alte dell'America Latina.

Di grande interesse è anche il centro commerciale qua situato, sviluppato per sette piani dentro cui è possibile trovare negozi e boutique di ogni genere, dall'elettronica sino alla moda, dall'artigianato sino alle librerie. Non solo: il Costanera Center è uno dei punti di riferimento per i souvenir e per gli articoli da regalo. Troverete una vasta scelta di ogni genere di prodotti, da centinaia di vini sino ad eleganti orologerie.

 

Patagonia, l’estremo meridione del continente sudamericano

Patagonia, il sud del continente sudamericano diviso tra Argentina e Cile, una regione affascinante dalle cime sempre innevate. Tra le cose da visitare nella Patagonia...

Le bellezze naturali di Santiago del Cile

Cosa vedere a Santiago del Cile, la funicolare
La funicolare di Santiago del Cile

Completate la vostra visita a Santiago salendo sulla funicolare che vi permetterà di osservare dall'alto alcune attrazioni già visitate e altre da scoprire.

Grazie alla funicolare si potrà raggiungere l'area verde ampia e rigogliosa  della collina di San Cristobal. Da qui potrete quindi visitare il Santuario dell’Immacolata Concezione con una statua della Vergine Maria visibile da ogni punto e perennemente illuminata. Sempre nella stessa aerea troverete un giardino in stile giapponese, lo zoo, due piscine municipali e numerosi servizi per un'evasione dal caos metropolitano.

 

Continua a scoprire il Cile:


 

Advertisement
Condividi su: