Santiago Atitlan, viaggio tra archeologia e luoghi di culto

Santiago Atitlan, viaggio tra archeologia e luoghi di culto per scoprire siti archeologici e l'antica capitale Maya. Tra le cose da vedere a Santiago Atitlan citiamo le rovine di Quirigua, tra le quali si trovano le stele alte 10 metri ritenute le più preziose del Mesoamerica, Tikal, dichiarata patrimonio mondiale dell'umanità dall'Unesco, il Tempio del Grande Giaguaro, il Tempio delle Maschere, il Tempio Talud Tablero, il Tempio dei Teschi, il Tempio del serpente bicefalo ed il bacino archeologico di Petén. Ecco cosa vedere a Santiago Atitlan, in Guatemala.

Guida di Santiago Atitlan, Guatemala

icona-articoloVolete provare l’ebbrezza di una vacanza all’Indiana Jones, alla scoperta di luoghi suggestivi e ricchi di storia?
Il Guatemala fa al caso vostro, custode delle tradizioni della civiltà precolombiana dei Maya. Proprio loro, il
popolo di agricoltori ed esperti astronomi, del quale si parla sempre con ammirazione e curiosità.
Grazie anche alla preziosa eredità dei resti delle loro città-stato con enormi piramidi, templi ed edifici abbracciati dalla giungla che sembra proteggerli da sguardi indiscreti.

Cosa vedere a Santiago Atitlán

Viaggio a Santiago Atitlan

Tra tutti i siti archeologici, il Guatemala si ritaglia un ruolo da protagonista, conservando testimonianze magnifiche. Prime fra tutte le rovine di Quirigua, tra le quali si trovano le stele alte 10 metri ritenute le più preziose del Mesoamerica. 

Tikal, dichiarata patrimonio mondiale dell’umanità dall’Unesco, è l’antica capitale dell’Impero Maya e rende speciale un tour a tema in terra guatemalteca. Qui, nel cuore della giungla dove da un momento all’altro vi aspetterete di sentire l’urlo di Tarzan, potrete percepire un’affascinante atmosfera d’altri tempi.

Santiago Atitlan, strada Tra la vegetazione lussureggiante vivono pavoni, tucani e pappagalli verdi, insieme alle scimmie urlatrici che sembrano richiamare i visitatori nella città abbandonata. Qui, tra il verde brillante dell’ambiente naturale, spiccano costruzioni monumentali ed impressionanti.

Potrete così ammirare il Tempio del Grande Giaguaro, il Tempio delle Maschere, il Tempio Talud Tablero, il Tempio dei Teschi ed il Tempio del serpente bicefalo. Si tratta di piramidi alte fino a 70 metri che rappresentano tutta la genialità dei costruttori Maya.

La scoperta del bacino archeologico di Petén ha un po’ riformulato le convinzioni formulate su questa civiltà. Con la tecnologia laser i ricercatori hanno esplorato un’area di oltre 2 mila chilometri quadrati scoprendo che sotto la vegetazione che ricopre quell’area ci sono circa 60 mila edifici di pietra sconosciuti.

Con gli occhi e la mente pieni di queste meraviglie o della loro immaginazione, ci si può muovere alla volta di Santiago Atitlán, città fondata sulle sponde dell’omonimo lago a 1556 metri di altitudine. Il bacino si trova tra il Volcan San Pedro, il Volcan Toliman ed il Volcan Atitlan, ed è caratterizzato da clima mite e semi tropicale. 

OneMag-logo
Quetzaltenango, viaggio nel Guatemala da scoprire

Turismo in Guatemala

Viaggio a Santiago Atitlan

Santiago era capitale della Nazione Maya di Tzutujil e il centro dell’Universo ed ancora oggi è abitata da Maya indigeni. Grazie a loro tradizioni e rituali antichi continuano a sopravvivere, compreso il ciclo annuale di rituali grazie al quale che culmina nella Semana Santa. Durante questi giorni, la magia girava libera e gli spiriti regnavano incontrastati e mentre il cielo divino, Jesucristo nahual, veniva sacrificato e si aspettava la resurrezione, subentrava suo fratello gemello dio terra, il Rilaj Mam o Maximón.

A Santiago Atitlán si crede che Maximón sia una figura di legno creata dagli sciamani per difendere il villaggio dalle streghe. Ancora oggi il culto sopravvive ed il feticcio ogni anno risiede presso una diversa famiglia e qui è venerato.

Guatemala, Chiesa di Santiago AtitlanAccanto ai culti pagani ci sono anche quelli cattolici ed evangelici. In città l’influenza maggiore viene esercitata proprio dalla chiesa cattolica Santiago Apostol, costruita sui resti di un tempio maya, e dalla chiesa evangelica Miel. La chiesa di Santiago Atitlán si trova nel centro della città. E’ caratterizzata da interni che fondono le tradizioni cristiane con quelle indigene, con i santi cattolici vestiti con il costume Tzutuhil, tipico dei maya. 

Fondata dai frati francescani nel 1547, la chiesa si anima particolarmente il 25 luglio, giorno della festa di San Giacomo, patrono della città. In questa giornata una grande processione si riversa per le strade per poi lasciar spazio a canti e danze tradizionali.

Tra archeologia e religione, il Guatemala rimane terra preziosa da scoprire ed amare per cogliere gli aspetti più significativi delle culture che ne hanno forgiato il fascino.

Condividi su: