Santa Maria di Leuca, cosa vedere e fare

Santa Maria di Leuca, cosa vedere e fare nella piccola ma turisticamente molto visitata cittadina in provincia di Lecce.

Santa Maria di Leuca, tutto quello che c’è da vedere e da fare

icona-articolo

Piccola ma turisticamente molto visitata, Santa Maria di Leuca è una frazione di Castrignano del Capo, in provincia di Lecce. Ci troviamo nell’estremo sud della Penisola Salentina, in quella che in molti conoscono come ‘la punta del tacco’ che caratterizza l’Italia. Anche se è Punta Meliso la vera e propria punta, Santa Maria di Leuca è il luogo dove l’Adriatico si incontra con il Mar Ionio.
Il suo nome pare essergli stato attribuito dagli antichi marinai greci che, prima di approdare a terra, erano meravigliati da questo angolo sempre illuminato dal sole, quindi bianco, ovvero ‘leukos’.

Cosa vedere a Santa Maria di Leuca
Basilica di Santa Maria di Leuca

Da dove iniziare a visitare Santa Maria di Leuca? Probabilmente la scelta più logica è partendo da uno dei suoi simboli, il Santuario di Santa Maria de Finibus Terrae ed il Faro. Posti sopra Punto Meliso, sono oltre che i luoghi simbolo della cittadina, anche il punto migliore da dove poter scorgere il miglior panorama sulla cittadina.
Il Santuario Finis Terrae è costruito su quello che in precedenza era già un edificio religioso, ovvero il Tempio dedicato alla dea Minerva. Oggi la struttura si presenta con un’unica navata dove, a conclusione, troviamo un grazioso pulpito in cui è presente lo stemma del vescovo Giannelli.
All’esterno avrete invece modo di ammirare la piazza con le sue mura. Qui una serie di archi delimitano il territorio e, da non perdere, la Colonna Mariana posta esattamente al centro della struttura murale.

Cosa vedere a Santa Maria di Leuca
Il faro di Santa Maria di Leuca

L’altro simbolo del posto è il bianco faro, l’edificio dalla struttura ottagonale che illumina il suo fascio fino ad una distanza di ben 50 km. Salendo in cima, percorrendo 254 gradini, godrete del punto più alto per ammirare la confluenza dei due mari ma anche per scorgere, durante le belle giornate, i monti di Calabria ed Albania.
Terminata la visita al Faro potrete raggiungere il porto mediante una scalinata che vi permetterà anche di ammirare la
Cascata Monumentale dell’Acquedotto con la sua portata di oltre 1.000 litri al secondo che sfocia direttamente nel mare.

Santa Maria di Leuca
Il Porto di Santa Maria di Leuca

E’ proprio il porto ad essere una delle principali attrazioni di Santa Maria di Leuca, luogo che condivide con il lungomare il principale centro dove poter passeggiare. Qua avrete infatti modo di camminare sia lungo la parte di costa di pertinenza del Mar Adriatico che quella relativa al Mar Ionio. Nella prima avrete modo di scorgere delle meravigliose grotte,  tra le più note: la Grotta del Brigante, la Grotta delle Cazzafre e la Grotta del Pozzo.
La costa dello Ionio, quella di Ponente, si caratterizza invece per la Grotta delle Tre Porte, la Grotta del Fiume e la Grotta degli innamorati.
Uscendo dalla città per dirigersi invece verso Gallipoli, potrete intravedere la Grotta del Diavolo.

Cosa vedere a Santa Maria di Leuca
La Villa Meridiana di Santa Maria di Leuca

Tra le altre cose da visitare non possiamo non citare le Ville. Sono una serie di splendidi edifici inaugurate nel 1874 con la dimora costruita da Giuseppe Ruggeri, uno dei tre architetti locali che realizzarono la maggior parte delle ville. Conosciuta come Villa Meridiana a causa dell’orologio solare posto sulla facciata, venne realizzata con un piccolo faro posto nel centro del terrazzo con lo scopo di poter illuminare il pregevole paesaggio circostante.
Altre ville che meritano attenzione sono la Villa Mellacqua, con le sue quattro torrette circolari e Villa Episcopo, la cui somiglianza a pagoda cinese la valorizza rispetto alle altre. Da non perdere anche  Villa Daniele, realizzata in stile moresco e tra le più grandi di tutte quelle presenti. Villa Colosso stupisce invece per le sue semplici forme mentre Villa Fuortes è quella che richiama più visitatori a causa di una antica leggenda che la volle abitata da fantasmi.

Cosa vedere a Santa Maria di Leuca

A livello di spiagge, Santa Maria di Leuca offre una ampia scelta, tra spiagge caraibiche e quelle ricavate dalla grotte carsiche.
La spiaggia di Marina di San Gregorio è posizionata a nord ed è affacciata sul mar Ionio, raggiungibile da una fascia sabbiosa.
La spiaggia di Pescoluse è caratterizzata da un fondale basso con sabbia bianca molto fine, soprannominata grazie a questo con il nome di Maldive del Salento.
A circa 5 km di distanza troviamo la spiaggia di Marina di Felloniche, una piccola caletta ricca di spiaggia sabbiosa con fondale basso e ideale anche per i più piccoli.

In direzione di Otranto troverete invece Acquaviva di Marina, una insenatura che raccoglie acqua fresca proveniente da una fonte e che termina il suo percorso nel mare. E’ una delle spiagge ideali per rinfrescarsi ma l’accesso al mare è possibile esclusivamente all’inizio. In alternativa potreste arrivarci con un tuffo.

Cosa vedere a Santa Maria di Leuca
La veduta di Santa Maria di Leuca

A livello gastronomico, Santa Maria di Leuca richiama i piatti tipici del Salento, ovvero piatti semplici e poveri. Tra i piatti tipici troviamo il Purpu alla pignata, polpo cucinato in umido dentro una pignatta di terracotta e i Gnommareddhii, involtini di agnello cucinati con le interiora, piatto dedicato a coloro che amano i sapori forti e decisi. Immancabile lo Scapece, un pesce azzurro cucinato in pastella e spesso proposto tra le immancabili bancarelle.
Qualsiasi sia il piatto da voi preferito non dimenticate di ordinare la Pitta, una gustosa focaccia di patate ripiene.
Sono da provare anche i pregiati vini, tra cui il Negroamaro ed il Salice Salentino.

Scopri di più:

Il Salento, ecco Otranto e Gallipoli
Cosa vedere e fare nel Salento, una delle perle italiane
Lecce, lo splendore architettonico del capoluogo del Salento
Salento, ecco le spiagge da non perdere assolutamente

 

Condividi su: