San Paolo, l’alternativa a Rio de Janeiro

Cosa vedere a San Paolo, la città più popolosa del Brasile e alternativa principale a Rio De Janeiro con le sue attrattive culturali. San Paolo, città non bagnata dal mare, propone come vacanza le sue mete culturali ed i suoi palazzi storici e musei. Tra le cose da vedere a San Paolo, in Brasile, ricordiamo due tra i musei più visitati come il Museo del calcio e il Museo dell'Arte. Tra le cose da visitare a San Paolo ricordiamo anche la Cattedrale e il Tempio del Salomone, replica recente dell'originale Tempio. Ecco cosa vedere a San Paolo, Brasile.8 min


San Paolo, Brasile

Guida di San Paolo, Brasile

icona-articoloCosa vedere a San Paolo, Brasile, la città più popolosa dell’emisfero australe ed occidentale. Ci sono più italiani qui che in qualsiasi città d’Italia e molti paulisti discendono da nostri connazionali.
Ma non sono questi i primati che rendono famosa São Paulo.

Alla fine dell’Ottocento, la crescita economica basata sul commercio del caffè diede un grande impulso allo sviluppo della città e richiamò molti immigrati in cerca di lavoro. Italiani e giapponesi, soprattutto.
Ed agli inizi del Novecento la lingua più parlata a São Paulo era l’italiano.
Non solo: il portoghese paulista odierno deriva dalla sua contaminazione con il dialetto napoletano.

La natura multietnica della metropoli è una nota tipica del luogo. Al di là di queste peculiarità folkloristiche, la città vanta notevoli bellezze naturali ed è anche meta privilegiata del turismo di affari che ogni anno richiama oltre 45 mila eventi. Ed offre anche la più bella vita notturna del Paese.

Ritagli di San Paolo, Brasile

Cosa vedere a San Paolo, Brasile

Senza timore di smentita si può affermare, quindi, che São Paulo è la miglior alternativa possibile a Rio de Janeiro per chi decide di concedersi una vacanza latina.
Una precisazione, però, è doverosa: in questa metropoli non si va per il mare.
Anche perché il mare non c’è, o meglio: è a minimo un’ora di distanza.
São Paulo, infatti, non è una meta da cartolina tutta palme e sabbia, come si immagina pensando generalmente al Brasile.

San Paolo offre un altro genere di attrattive, soprattutto di carattere culturale. Quindi Rio rimane il paradiso delle frivolezze, e Sampa, come la chiamano i brasiliani, rimane la metropoli intellettuale.

E sono oltre 14 milioni di visitatori l’anno che la eleggono prima destinazione di tutta l’America latina, dimostrando di apprezzare questa sua natura. Una città completa con tanta musica, dalla samba all’hip-hop, e con l’Orchestra Sinfonica dello Stato di San Paolo, la più popolare al mondo di quelle brasiliane.

OneMag-logo
Le cascate di Iguazu, il ponte tra Argentina e Brasile

Turisti a San Paolo

San Poalo, Ponte Estaiada

La moderna San Paolo ricorda molto Chicago, una skyline fatta da grattacieli che svettano ad altezze sempre più crescenti. Tuttavia, a differenza della metropoli americana, a San Paolo non è impossibile trovare aree dove potersi rilassare, come nel parco Ibirapuera.
Ma prima di pensare al relax, pensiamo a come visitare la città scoprendo prima di tutto la sua storia. Per poter conoscere San Paolo, dalle sue origini ai giorni nostri, niente di meglio che visitare il Museo d’Arte, con una collezione che tra l’altro prevede anche opere di Picasso, Van Gogh, Modigliani e Rembrand, giusto per citarne timidamente solo alcuni.

Ma il Brasile è anche una delle patrie del calcio. Come dimenticarlo, soprattutto se si è scelto di visitare il Museo del calcio, inaugurato nel 2008.
Nei suoi quasi 7.000 metri quadri espositivi, il Museo è suddiviso per zone tematiche, tutte che raccontano l’importanza dello sport per eccellenza del Paese. E’ una delle esperienze perfette se si è tifosi o se si è in famiglia.

Passeggiando per la città per scoprire le cose da vedere a San Paolo, è impensabile non rimanere affascinati dalla meravigliosa Cattedrale, il simbolo più autentico della città. La sua storia la vede presente a vegliare sugli abitanti da oltre 5 secoli, costruita al posto di quella che era il primo edificio religioso cittadino. E’ tra le strutture più imponenti, considerando la sua lunghezza di ben 111 metri, in grado di ospitare più di 8.000 fedeli per ogni sua celebrazione. Il suo recente restauro, inoltre, ha permesso di riportarla come alle sue origini.

OneMag-logo
Avenida Paulista, il viale principale di San Paolo del Brasile

Cosa vedere a San Paolo, Brasile

Iniziamo a scoprire cosa vedere a San Paolo partendo da una delle sue strade principali, la Brazil Avenue. Qui troveremo tanti edifici che ci racconteranno la storia della città e la sua crescita.

– Gli edifici religiosi di San Paolo

Iniziamo dalla chiesa di Nossa Dama, uno dei simboli cittadini e edificio particolare, grazie ad una doppia cupola che vagamente, ma non troppo, ricorda le strutture più tipiche della religione ortodossa che di quella cattolica.
Altra struttura religiosa da inserire tra le cose da vedere a San Paolo è il Mosteiro De Sao Bento, costruito in stile neo-romano nel 1922, una chiesa costruita nel 1922 in stile romanico. Altro monastero che merita una visita è il Santuario e Convento di San Francesco de Assisi, costruito molto prima, nel 1647. Completamente restaurato nel 18° secolo, oggi si presenta come un edificio in stile barocco.
L’edificio religioso più visitato di tutto il Brasile è il Templo de Salomão , con quasi mezzo milione di visite ogni mese, non tutte naturalmente da fedeli. E’ una chiesa recentissima, costruita nel 2014, ed è a tutti gli effetti una replica del Tempio di Salomone. La sua ricostruzione è avvenuta per opera della Chiesa Universale del Regno di Dio, una setta evangelica brasiliana che ha iniziato i lavori e in soli 4 anni ha terminato questo imponente progetto. La sua superficie, oltre 70 mila metri quadri, è in grado di ospitare -nei suoi 12 piani- oltre 20.000 fedeli.

OneMag-logo
Cosa vedere a Belo Horizonte, la guida completa

– I musei di San Paolo

Se prima abbiamo parlato del Museo dell’Arte, non possiamo dimenticarci di quella che è l’istituzione culturale principale tra le cose da vedere a San Paolo, la Pinacoteca do Estado. Inaugurata nel 1905, la Pinacoteca ospita diverse centinaia di opere d’arte risalenti tra il XIX ed il XX secolo.
Sempre in tema troviamo la Galeria Jacques Ardies, al cui interno sono presenti collezioni di maestri contemporanei.
La città, inoltre, è famosa per ospitare la Biennale di arte contemporanea più importante dopo quella di Venezia.
Altro museo fondamentale di San Paolo è il Museo Imperiale di Ipiranga, la cui collezione annovera oltre 125 mila reperti, tra cui oggetti d’arte e una collezione di mobili risalenti proprio al periodo imperiale.
Imperdibile anche l’edificio che lo ospita, un palazzo imperiale davvero imponente con un meraviglioso parco ricco di fontane e meravigliose composizioni floreali.

– Architettura moderna

San Paolo, skyline

Diverse le opere di architettura moderna presenti a San Paolo.
La skyline di San Paolo è iniziata molto tempo fa, nel 1922 per la precisione, quando vennero dati il via ai lavori per la costruzione dell’Edificio Martinelli. Dodici anni dopo, nel 1934, venne inaugurato quello che è stato il primo grattacielo di tutto il Brasile, con 12 piani di altezza. Deve il suo nome all’architetto Giuseppe Martinelli, che lo progettò.
Altro grattacielo fondamentale di San Paolo è Edificio Italia, costruito nel 1965 dall’estesa comunità italiana residente in Brasile, e attualmente il secondo grattacielo più alto della città (il primo è Mirante do Vale, solo 5 metri superiore rispetto all’Edificio Italia). Al suo interno trova sede il Terraço Itália, un celebre ristorante italiano che regala anche una splendida vista sulla città.

Ma tra le attrazioni da vedere a San Paolo troviamo anche numerosi edifici governativi, come il Palácio dos Bandeirantes. Tra le strutture di architettura moderna più ecclettiche, il Palazzo è stato inaugurato nel 1965 dopo una decina d’anni di lavoro e attualmente ospita il Governo del stato di San Paolo.
Altrettanto interessante è il Palacio da Justica, costruito nel 1933 in stile neoclassico con alcuni elementi di barocco.
Imperdibile anche l’edificio dell’Universidade de Sao Paulo.

Meno noto turisticamente, ma assolutamente da visitare, la Casa de Vidro Lina Bo Bardi. Parliamo di un edificio progettato dall’architetto Lina Bo Bardi nel 1951 come residenza per la famiglia che, dopo la loro scomparsa, passò alla loro Fondazione con lo scopo di rendere l’edificio pubblico. L’edificio è noto come ‘casa di vetro‘, basta guardarlo da fuori per comprenderne la ragione. Si trova nel quartiere di Morumbi.

– Le altre attrazioni

San Paolo, Parco IbirapueraGrande attenzione anche per la natura con alcuni gioielli cittadini: il Parco Ibirapuera che comprende anche il planetario, ed il Safari Park. Un grande orto botanico ed un giardino zoologico arricchiscono l’offerta verde per cittadini e turisti.
L’Avenida Paulista, rappresenta il centro finanziario della città intorno al quale ruotano affari ed interessi collettivi. Ma è anche la meta obbligata per lo shopping, insieme a Rua Oscar Freire, dove si trovano le più prestigiose boutique.
Allontanandosi un po’ dalla città si arriva anche al mare. Acque incantevoli si trovano nelle spiagge di Guarujà e São Sebastião, mentre la troppo frequentata Santos rimane la meta balneare più pubblicizzata.
Da non perdere anche il Ponte del Tè, il Viaduto do Chá, presente nella parte abitata dai giapponesi, ricca anche di negozi e ristoranti. Il ponte è stato inaugurato nel 1892 e da allora non è stato modificato nella struttura.

Bastano 2 o 3 giorni per visitare São Paulo e per scoprire un’altra faccia del Brasile grazie al carattere di una città che non nasconde le favelas sotto la sua modernità benestante e che mantiene, comunque, il suo fascino locale.


Like it? Share with your friends!