San Martino di Castrozza, la conca delle meraviglie

San Martino di Castrozza, la conca delle meraviglie in un piccolo comune di meno di 500 abitanti. La località di San Martino di Castrozza è nota per le numerose piste e scuole di scii e per il centro urbano antichissimo, tanto da essere definito come uno dei borghi più antichi di tutto il Trentino-Alto Adige. Scopriamo San Martino di Castrozza, l'eccezionale località sciistica del Trentino-Alto Adige.

Guida di San Martino di Castrozza

icona-articoloL’eccellente San Martino di Castrozza è una delle mete preferite dagli amanti degli sport invernali: un piccolo comune che conta appena 500 abitanti e che al contempo può vantare un flusso turistico tra i più importanti di Italia. Un vanto per tutta l’Italia.

Gran parte del merito va alla favorevolissima posizione geografica di San Martino di Castrozza che sorge a quasi 1500 metri d’altezza sul livello del mare ed è compresa nella splendida valle del Primiero, alle pendici delle Pale di San Martino.

Da qui è possibile raggiungere tantissime piste da sci, amate sia di inverno sia d’estate, dal momento che il territorio è famoso soprattutto per l’alpinismo estivo e l’omonimo Rally di San Martino.

Cosa vedere e fare a San Martino di Castrozza

La storia di San Martino di Castrozza

San Martino di Castrozza, rifugio

Il grazioso comune in provincia di Trento è nato dalla fusione di quattro piccoli comuni: Fiera di Primiero, Siror, Tonadico e Transacqua.
Ma avvicendamenti geografici a parte, San Martino di Castrozza ha una storia antichissima, come è possibile da alcune opere d’arte presenti sul luogo: a partire dal vecchio Ospizio dei Santi Martino e Giugliano, un punto di ristoro che già secoli fa dava asilo ai viandanti che volevano valicare il passo Rolle.
Ancora oggi è visitabile la chiesa di San Martino, tra le principali cose da vedere a San Martino di Castrozza, che presenta un campanile in stile romanico che fa presagire una storia millenaria.

Ma per avere date ufficiali bisogna aspettare il 1873, ovvero l’anno in cui fu costruito il primo albergo che consentisse agli appassionati di sci di avere un quartier generale vicino le piste, e San Martino di Castrozza divenne una meta turistica a tutti gli effetti.
Dagli inizi del ‘900 il comune trentino rappresentava una ambita località turistica utilizzata da gran parte dell’alta borghesia dell’Impero austro-ungarico.

OneMag-logo
Vacanze a Trento alla scoperta di natura, storia e tradizioni

San Martino di Castrozza in inverno

Le piste da sci di San Martino di Castrozza appartengono al comprensorio di Dolomiti Superski, uno dei più grandi del mondo.
A San Martino troviamo oltre 60 km di piste, facilmente raggiungibili grazie agli impianti di risalita, raggiungibili con un sistema di skibus gratuito che li raggiunge da ogni luogo del borgo abitato.

– Sci di fondo

San Martino di Castrozza è perfetto se siete dei fondisti. Qua troverete ben quattro anelli interamente dedicati allo sci di fondo. Circa 30 km di piste che attraversano anche il Parco Naturale Paneveggio-Pale di San Martino.

– Discesa

La più classica tra le discipline di sci è facilmente praticabile grazie a numerose piste di ogni livello. Aperti dalle 8 alle 17, le piste diventano anche notturne durante le festività di Fine Anno. E’ il caso della Pista Colverde che permette di divertirsi fino a serata inoltrata grazie ad una completa illuminazione.

– Snowboard

Se lo snowboard è una delle vostre passioni allora cercate il San Martino Snowpark
Posto sulle Pale di San Martino, il parco offre emozioni uniche agli appassionati non solo di snowboard ma a tutte le discipline sportive, offrendo anche momenti di sicuro interesse durante i tanti eventi qua organizzati.

– Le scalate

Se vi piacciono le scalate, San Martino propone una sfida in più, ovvero le scalate su ghiaccio. Attività principalmente svolta nella Val Noana, anche San Martino offre questa adrenalinica esperienza, da provare -se alle prime volte- con esperte guide in grado di mantenere l’esperienza del tutto sicura.

OneMag-logo
Dove sciare in Trentino Alto Adige, le mete preferite

Scuola di Sci di San Martino di Castrozza

Le tante piste da sci che la denotano meta invernale di sicuro successo è confermata anche dalle tante scuole e dai tanti istruttori.
Se volete imparare oppure migliorarvi, la Scuola Italiana Sci San Martino di Castrozza mette a disposizione la sua esperienza pluridecennale con quasi un centinaio di istruttori pronti ad aiutarvi a migliorare in quello che è il più classico tra gli sport invernali.
Se siete principianti assoluti le lezioni sono gratuite.

Scuola Sci San Martino

Natura e sport

San Martino di Castrozza, sciare

Eppure, come già detto, il turismo di San Martino non è dovuto solo alla neve. Il suo impatto naturalistico lascia davvero a bocca aperta, anche grazie alla sua particolare morfologia.

Il comune è adagiato in una sorta di conca, un’enorme distesa di prato tutta circondata dall’enorme Parco Naturale Paneveggio-Pale di San Martino. Un’immensa area verde dove vi sarà possibile, già dai primi soli della primavera, abbandonarvi a lunghissimi percorsi di trekking alla scoperta della natura più incontaminata.

Un luogo amato da tutta la famiglia: i vostri figli vi saranno eternamente grati dopo una gita alla scoperta del camoscio, del cervo (che rappresenta anche il simbolo del parco), e dello stambecco, che è un animale in via d’estinzione che il parco sta tentando di proteggere.

Belle anche le volpi e le martore, ma il vero simbolo di tutta la zona è l’adorabile marmotta, che vive in gruppo e instaura anche turni di guardia per difendersi dai predatori.
Oltre alle bellezze naturali, da San Martino di Castrozza vi sarà possibile ammirare un panorama mozzafiato, che domina tutto il territorio e che è tutto circondato dall’immensità delle vette dolomitiche più alte.

OneMag-logo
Sciare in Alto Adige

San Martino di Castrozza in estate

Nonostante sia una meta prettamente invernale, anche in estate è possibile divertirsi tra le tante attività da poter fare o le iniziative qua organizzate.
Durante l’estate San Martino diventa il principale luogo per gli escursionisti ma anche un vero e paradiso per gli amanti della bicicletta.

Qui i bikers potranno infatti trovare oltre 600 km di piste ciclabili e di sentieri attraverso i vari passi, itinerari che vi permetteranno di tornare poi a San Martino dopo aver attraversato paesaggi da favola.
Se siete appassionati di moto potreste visitare il Passo Pordoi oppure raggiungere Riva del Garda per una pausa in una delle località più belle del Garda.
Se volete passeggiare, qui avrete ampia scelta tra sentieri e mulattiere che attraversano i dintorni, permettendovi di scoprire la storia di questo paese e dell’intera valle. Se siete anche appassionati gastronomi allora non perdetevi la Strada dei formaggi, un itinerario goloso tra le aziende casearie di Fiemme, Primiero e Fassa, le tre valli inserite in questo progetto.
Numerose anche le vie ferrate, per gli appassionati di avventura, qua troviamo infatti la ferrata del Velo della Madonna e quella del Portòn, entrambie sulle Pale di San Martino.
Per i più piccoli, infine, è suggerita una visita al Parco Naturale Paneveggio con i suoi laboratori studiati proprio per i bimbi oppure, se si preferisce farli divertire, al parco-avventure Agility Forest.

OneMag-logo
Cosa vedere a Brunico, la migliore qualità di vita in Italia

I dintorni di San Martino di Castrozza

Se avete voglia di esplorare il territorio che si estende nei dintorni di San Martino di Castrozza, allora recatevi proprio nel centro del meraviglioso borgo. Qui troverete una funivia pronta a portarvi sulle Pale di San Martino, a 2.600 metri di altitudine.

Da non perdere anche nei dintorni di San Martino di Castrozza il centro principale, ovvero Fiera di Primiero, poco noto al turismo ma meta di sicuro interesse. Qui avrete modo di vedere il Palazzo delle Miniere, di origine ausburgica, al cui interno è presente un museo che racconta la storia della Valle di Primiero.

Non perdete infine il Castel Pietra, le rovine di quelle che era uno dei castelli più affascinanti del Trentino.

Condividi su: